BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

lunedì 26 agosto 2013

Cesena - Varese 1-0 1° giornata Serie B 2013/2014

 
CESENA VARESE 1-0 (Damonte aut 57')

RISULTATO FINALE: CESENA VARESE 1-0
CESENA Varese 1-0. Si accedono le luci del Manuzzi nella serata di fine agosto per il primo impegno stagionale, di fronte c'è il Varese. Prima della partita, i genitori di Marco Pantani ricevono una maglia in ricordo del figlio, nel cui colletto c'è una riga rosa per celebrare il campione mai dimenticato. La Curva Mare risponde con una serie di cori all'indirizzo del Pirata.
Gli ospiti partono bene, impossessandosi presto del pallino del gioco! Già al 2' l'ex Rea ci prova dalla distanza, pallone fuori di un soffio. Nella ripresa del gioco, scambio in velocità tra Neto Pereira e Cristiano, quest'ultimo si infila in area ma pecca di finalizzazione. Nel giro di un quarto d'ora il CESENA becca tre ammozioni: Consolini, Volta e Succi. Di nuovo Rea ci riprova, al 27', questa volta di testa, ma la mira non è delle migliori. Bianconeri in bambola, non ancora pervenuti. Dalla distanza ancora Cristiano mette i brividi a Campagnolo, palla deviata in angolo. Il primo sussulto arriva dal solito D'Alessandro al 37'. Azione solitaria, ne salta due, ma da posizione defilata a fatica riesce ad impensierire Bastianoni. Il Varese domina in campo, ma non riesce a sfondare il muro dei venti metri, così Lazaar cerca gloria, ma ancora Campagnolo nega la gioia del meritato vantaggio ospite. Le ammonizioni si equiparano con Corti e Neto Pereira.
La prima frazione termina qui, CESENA mai pericoloso, se non con una timida incursione di D'Alessandro, Varese invece che gioca al tiro delle freccette, non trovando fortunatamente il centro del bersaglio. Bisoli toglie subito Nadarevic ed inserisce Defrel, mossa decisiva.
Il match cambia rapidamente, i bianconeri alzano il baricentro e le maglie si stringono, il Varese perde campo visibilmente e si rintana nella propria metà campo, sperando in assalti in contropiede. Il duo Defrel - D'Alessandro fa sfracelli, entrambi propongono tagli decisivi per le ammonizioni di Ely e Pucino. Proprio dal fallo di questi, arriva il vantaggio rocambolesco del CESENA. De Feudis spara in mezzo, il portiere Bastianoni esce di pugno ma la palla finisce addosso al compagno Damonte, che involontariamente la insacca. Vantaggio sotto la Curva Mare che esplode!!
Triplice cambio per gli ospiti: dentro Ferreira Pinto, Bjelanovic e Tremolada per gli uscenti Calil, Lupoli e Lazaar. Non cambia nulla e CESENA sugli scudi. Al 74' sinistro a giro interessante di Defrel dal limite, Bastianoni questa volta c'è. Giunti all'80' Tabanelli su punizione dagli oltre venti metri cerca gloria, ma la sua conclusione dalla destra è inguardabile. La palla grossa del raddoppio capita però proprio sulla sua testa: traversone dalla sinistra di D'Alessandro, tutto solo però sbaglia l'incornata!!! Clamoroso, Bisoli si sbraccia!! All'86' praticamente finisce il match: doppia ammonizione di Corti per un fallo su Defrel e quindi riceve il rosso. Ad una manciata di minuti dal termine Ricci rileva D'Alessandro, mentre in precedenza aveva tolto Succi per Granoche.
Oltre i quattro minuti di recupero non accade più nulla, il CESENA ritorna a vincere alla prima stagionale. Primo tempo brutto, secondo tempo quasi da favola.

PAGELLE - Diamo i numeri! 
Campagnolo 7: decisivo a più riprese nella prima frazione di gioco, parate ad alto grado di difficoltà su Cristiano e Damonte dalla distanza e neutralizzando le conclusioni di Lupoli e Lazar. I tre punti sono frutto anche della sua prestazione. Il guardiano della porta bianconera non delude mai. SARACINESCA
Consolini 6,5: Il Conso c'è, soprattutto in copertura. Parte col freno a mano tirato, le mezze punte del Varese danno fastidio e non si concede mai il lusso di passare la metà campo. Meglio dopo la birra dell'intervallo, pungente quando serve e tenace dietro. CONFERMA
Volta 6,5: Bisoli dice che è ancora indietro... intanto Max si mette in mostra contro Neto Pereira, Lupoli, Bjelanovic e tutti i giocatori offensivi dei biancorossi. Posizione, recuperi energici e appoggi semplici: il prototipo del difensore moderno. VOLTA VERSIONE 3.0
Krajnc 6,5: mano tremolante e occhi a cercare sguardi di conforto a inizio match. Qualche palla sparacchiata di troppo e una buona dose di rimbrotti di Bisolone a guidare il ragazzo. Trovata la retta via e l'intesa con Volta riesce ad arginare gli attacchi ospiti. Buon esordio per il 19enne. BEATA GIOVENTU'
Renzetti 6,5: capello curato in ritiro, rasato per l'esordio in campionato. Look a parte, il terzino nato a Monte Carlo si dimostra esperto e valido per la categoria. Migliore come il resto della squadra nei secondi 45 minuti, cross interessanti sia su azione che da calcio piazzato. IO RENZO POSITIVO
Tabanelli 5,5: alterna giocate da alta scuola a banalità sconcertanti. Dribbling in serie per evitare gli interventi dei mediani lombardi e un gol mangiato di testa a portiere praticamente battuto. Un punto nella valutazione glielo togliamo solo per questo errore, per sua fortuna il Cesena ne ha messi 3 in classifica. ALTI E BASSI
Coppola 6: grintoso così come ce lo ricordavamo qualche mese fa, vive il primo tempo in apnea travolto dai continui attacchi ospiti. Trova ossigeno al cambio di campo mostrando capacità di impostazione e tempismo in copertura. Non fatevi trarre in inganno dal 10 sulla maglietta, questo è un centrocampista poco fantasioso ma preziosissimo in entrambe le fasi. A TUTTO CAMPO
De Feudis 6,5: non sarà più capitano ma resta sempre il beniamino degli aficionados del Manuzzi. Direzione ottima dalla casella centrale del centrocampo, il reparto è suo. Decisamente buona la prima gara vera dopo il ritorno in Romagna. Sua la punizione beffarda che regala la vittoria al cavalluccio. DECISIVO
Nadarevic 5,5: il bosniaco sa giocare bene al calcio, peccato che ancora non abbia i 90 minuti nelle gambe. Saprà certamente dare il meglio di sé una volta trovata la giusta condizione ed entrato nel gioco richiesto da Bisoli. NASCOSTO
D'Alessandro 7: gli avversari stanno a guardare quando l'esterno si lancia in fascia. Velocissimo palla al piede, i difensori avversari possono solo guardarlo oppure ricorrere al fallo sistematico. Piccolissimo neo: tira troppe poche volte in porta, quando acquisirà maggiore convinzione dei propri mezzi diventerà inarrestabile. FRECCIA
Succi 5,5: punta centrale nel 4-3-3 indicato dal direttore d'orchesta Bisoli sullo spartito. Il suo impegno non viene mai a mancare ma, così facendo, si trova spesso troppo arretrato e lontano dalla porta. Il mister vuole che il Cigno giochi più avanti... mancano ancora 41 giornate, il capitano ci saprà deliziare con le sue reti. DISTANTE
Defrel 7: 45 minuti di freschezza portata al Cesena. Il suo ingresso in campo dona sicurezza ai compagni e mette in discesa il percorso verso la vittoria. Numeri di alta classe e movimenti ragionati con o senza palla. Questo può venire davvero buono, basta solo che continui a maturare e a seguire i consigli di papà Pierpaolo. SPLENDIDO SPLENDENTE
Granoche 6: piccolo scampolo di partita condito con corsa, colpi di testa e sacrificio per difendere il vantaggio minimo. Non gli capita mai sotto ai piedi un pallone da poter mandare in porta ma ormai la vittoria era cosa fatta. MATTONCINO
Ricci sv

Bisoli 6,5: una settimana passata a impastare, mischiare, amalgamare la sua squadra dopo la sconfitta bruttina ma tutto sommato indolore di Avellino. Ne esce un 4-3-3 che relega Defrel e Camporese in panchina e lanciando Nadarevic e il baby Krajnc dal 1° minuto. Il primo tempo è quasi da dimenticare, va molto meglio nella ripresa. Dentro Greg Defrel e doccia per lo stesso Nadarevic, cambiano gli strumentisti e la musica prodotta è più raffinata e coinvolgente. Il francese e D'Alessandro creano e inventano, prendono fallo e da una punizione nasce l'incredibile autorete di Damonte. La fortuna aiuta gli audaci e soprattutto chi sa giocare meglio. Bisoli ha tanto materiale buono, affidiamoci a lui.

Curva Mare 6,5: abbonamenti e prevendita rendono affascinante il posticipo. Cori piuttosto presenti, fino al gol partita. Poi è letteralmente festa. Nel pre partita omaggio a Pantani, onore al Pirata.

Curva Ferrovia Varese 6: gruppetto di cento tifosi circa corredato di tanto colore: bandiere, striscioni. Provano a lanciare dei cori ma durano poco più di un tempo. Il gol taglia le gambe anche a loro. A fine partita però rendono omaggio ai loro beniamini.

INTERVISTE POST PARTITA
Pierpaolo Bisoli
"Il nostro primo tempo è stato sofferto, siamo stati troppo frenetici e bassi, pur rimanendo sempre in partita. Nella ripresa la squadra è stata come volevo più alta e spavalda. Decisivo è stato il passaggio al 4-2-3-1 e l'ingresso di Defrel, che ci ha consentito di allungare la squadra. Abbiamo raccolto i frutti di quanto fatto in questo mese e mezzo di lavoro."

Luka Krajnc
"Ringrazio i compagni, lo staff ed il mister per il supporto. Non mi aspettavo di giocare, ma dò sempre il massimo, anche perchè Bisoli ci avvisa poco tempo prima della partita.
Sono stati tre punti importanti per iniziare bene, anche se all'inzio abbiamo faticato. Siamo una squadra nuova.
Crotone? Pensiamo a smaltire la fatica di oggi, poi ci penseremo."

Gregoire Defrel
"Siamo contenti dei tre punti, l'importante era vincere contro un Varese ben disposto in campo. Bisoli in settimana mi ha punzecchiato e sono partito dalla panchina allenandomi poco bene, poi mi sono riscattato. Il gol vittoria è stato fortunoso, ma poi abbiamo avuto altre due tre occasioni, come quella di Tabanelli. Manchiamo di cattiveria sotto porta. In settimana penseremo alla prossima gara."

Stefano Sottili
"Più che subire il Cesena, all'inizio del secondo tempo gli abbiamo regalato il gol con il nostro portiere che, senza che ci fossero avversari vicini, invece di bloccare la palla ha avuto la malaugurata idea di deviarla su Damonte che la stava proteggendo e così è successo il patatrac. Il suo errore ha inciso sul risultato finale. Per il resto non era stato chiamato a compiere grandi parate, anche se è vero che il Cesena, su un ribaltamento di fronte, ha avuto un'occasione clamorosa con Tabanelli che avrebbe chiuso la partita."

1 commento:

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti