mercoledì 17 aprile 2013

Il giorno dopo di.. Spezia - Cesena 1-0

La Gazzetta dello Sport - Ci pensa Okaka: lo Spezia decolla
Corriere Romagna - Il Cesena cade e non si fa male
La Voce - Cesena colpito, ma non va a Picco
Qui Villa Silvia - Dalla sconfitta di ieri sera in Liguria contro lo Spezia, 1-0 al 49' di Okaka che salta Tonucci vincendo un rimpallo, c'è ben poco da salvare. Cesena in campo solo un tempo, il primo, in cui produce due palle gol, ma poi scompare nella ripresa, fino al recupero con gli assalti di Granoche e Succi che sprecano tutto.
Oggi è previsto un allenamento di scarico al Manuzzi alle 11.00 per chi è sceso in campo ieri, mentre per tutti gli altri seduta normale. Sono da valutare gli infortunati Defrel (contrattura coscia destra), Rodriguez (contrattura coscia sinistra), Consolini ed il solito Favalli. Tonucci invece ha rimediato una botta al naso che gli ha causato la perdita di sangue e l'intervento del medico a bordo campo nella ripresa. Col Lanciano sarà squalificato Luca Ceccarelli che era in diffida e ha rimediato un cartellino giallo.

Il commento del post partita
Partitaccia quella messa in scena tra Spezia e Cesena e alla fine l’ha spuntata la prima, l’unica capace inquadrare la porta. I romagnoli sono stati messi sotto, incapaci di attaccare soprattutto dalle corsie laterali che in passato si sono rivelate sorgenti di azioni pericolose. In affanno anche Coppola, solitamente faro del centrocampo, all’ex Siena si sono aggregati i colleghi di reparto. Succi ha dimostrato di non essere più al top, il suo ingresso in campo nel finale è stato inconcludente. Oltre a queste difficoltà è doveroso ricordare gli infortuni subiti da Defrel e Rodriguez a partita in corso che hanno scombinato il piano partita di Bisoli. Lo Spezia non ne ha approfittato o semplicemente non ne ha le possibilità, ha avuto la fortuna di colpire a fondo al momento e nel modo giusto grazie a Okaka. Da qui alla campanella di fine anno mancano 5 partite. Il Cesena dovrebbe arrivare alla salvezza senza dover passare dal duello playout, i risultati dagli altri campi non hanno scombussolato la classifica. Lo scontro casalingo contro il Lanciano, diretto concorrente, potrebbe dare la spinta necessaria per arrivare all’obiettivo.

Il triplice fischio
Sin dai primissimi minuti è gara vera e durissima al Picco di La Spezia. A fine gara si registreranno ben 24 e 27 falli fatti da Spezia e Cesena. Pinzani vede bene su tutti i cartellini emessi, anche se spezza troppo il gioco. Nel registro dei cattivi ci sono: Porcari ,Schiavi (avrebbe meritato il rosso per l'intervento killer a forbice su Rodriguez), D'Alessandro, Ceccarelli, Arrigoni (trattiene la maglia dell'aversario), Lollo e Tonucci per gioco scorretto. Inspiegabilmente non ammonisce Bovo per almeno due falli di mano e altri commessi. Piuttoso diverso il metro di giudizio con gli ospiti. Il direttore di gara almeno non commette errori evidenti, si è guadagnato il sei politico.
Generosi i minuti di recupero nella prima frazione: addirittura 4, anche se ci sono stati due cambi e numerosi falli, potevano starcene due. Nella ripresa si replica e con quattro cambi ed una rete effettuata ci stanno tutti.
Nessun dubbio nei tre off side: qui gli assistenti lavorano bene e sono impeccabili.
Pinzani 6
Melloni 6,5 - Di Iorio 6,5

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti