BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

sabato 20 aprile 2013

Cesena - Lanciano 1-1 38° giornata Serie B 2012-2013

CESENA LANCIANO 1-1 (5' Piccolo, 57' Succi)

RISULTATO FINALE: CESENA LANCIANO 1-1
CESENA Lanciano 1-1. Sfida salvezza al Manuzzi con forte vento e cielo coperto. Pronti e via, il Lanciano va subito in rete! Al 5' Piccolo anticipa l'uscita di Campagnolo, in ritardo, e con un pallonetta insacca alle sue spalle, ospiti quindi in vantaggio! CESENA già costretto a inseguire! Bianconeri che però non si scompongono, infatti Djokovic di punizione pesca D'Alessandro, la sua sciabolata è deviata in angolo dall'ottimo intervento in tuffo di Leali! La palla era indirizzata sotto l'incrocio, grandissimo intervento del portiere ospite! CESENA più propositivo, anche perchè è costretto ad inseguire, ma è il Lanciano a trovare la via per il raddoppio: al quarto Falcinelli calcia bene, Campagnolo respinge in due tempi e la difesa libera.
 Il colpo del ko potrebbe arrivare al 19': difesa di casa in amnesia, Mammarella batte molto bene una punizione dalla trequarti, nessuno rinvia, Campagnolo smanaccia dentro l'area, Amenta a porta vuota raccoglie ma incredibilmente non la mette dentro! I tifosi bianconeri iniziano a farsi sentire!! Lanciano che si mangia un gol grande come una casa. Al 36' ennesima occasione, la terza nitida, per gli ospiti: Volta respinge un traversone male, dal limite raccoglie la sfera Volpe che di controbalzo per poco non la mette dentro. Palla a fil di palo! Prima tegola, non nuova, per Bisoli: fuori Consolini al 39' che aveva stretto i denti e dentro Tabanelli. Djokovic viene dirottato terzino sinistro. Dopo due minuti di recupero, tutti negli spogliatoi.
Secondo cambio per Bisoli, fuori Arrigoni, appena ammonito, per il fresco Gessa (49'). Inizia timidamente il CESENA a salire. Dalla sinistra D'Alessandro si beve tutti, innesca Granoche ma il tiro da posizione defilata non preoccupa troppo Leali. Bianconeri più incisivi e D'Alessandro sale in cattedra per l'azion del pari: il romano si scompiglia la retroguardia ospite e serve un assit d'oro a Succi, di piatto facile facile la mette dentro! Esplode il Manuzzi al minuto 57! Riparte il gioco ed il Lanciano sembra aver accusato il colpo, il pressing del CESENA si alza. Al 66' Comotto dalla destra la butta dentro, ma Succi non riesce bene a coordinarsi. Ospiti che non producono ora gioco, solo lanci lunghi nella speranza di trovare un affondo per i loro attaccanti. Il pallino del gioco è in mano al CESENA. Giunti al 70', gestice male una punizione Djokovic, il suo è un tiraccio inguardabile. Aumenta la pressione del CESENA, Gessa dalla destra con un tiro cross per poco non beffa Leali, palla in angolo. Sugli sviluppi Succi ancora di testa prova la doppietta, ma Leali lo disinnesca. Prima dell'ultimo cambio, Tabanelli prova un tiro strozzato dalla distanza che termina a lato. Quindi spazio a Brandao che subentra a Djokovic.
Il finale vede gli ospiti all'assalto e non il CESENA. Le due squadre sembrano però accontentarsi del pareggio, anche se prima Piccolo e poi Paghera non sono convinti del raggiungimento dei tre punti e sprecano le rispettive occasioni. Si arriva così al 92' con poco fiato e la soddisfazione di prendere un punto ciascuno.
Anche oggi la prestazione dei bianconeri è stata sotto tono e per larghi tratti si è andati in apnea, la squadra semrba appagata dai risultati, ma la salvezza ancora non è giunta. E' questo che cisi dimentica di dire!

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Campagnolo 6: concorso di colpe tra lui e Volta sul gol di Piccolo. Incomprensione tra i due o distrazione di entrambi, in ogni caso certi errori sono da evitare. Riesce a salvare la giornata con un paio di interventi importanti, in particolare quelli su Falcinello e sullo stesso Piccolo. INSULTI E APPLAUSI
Comotto 6: il meno peggio dietro e bravo a spingere, nel primo tempo è uno dei pochi a meritare un giudizio positivo. Da terzino passa centrale in difesa e non sfigura. REGOLARE
Volta 5: in collaborazione con Campagnolo regala il vantaggio al Lanciano. Il portiere riesce ad uscire dal tunnel ma l'ex Levante proprio non ce la fa. In affanno come il collega di reparto Tonucci, nei prossimi match dovranno ritrovare la giusta fiducia. ERRARE HUMANUM EST
Tonucci 5: vedi sopra, lo spirito guerriero che è nel suo corpo oggi è rimasto a riposo. Spesso fuori tempo, deve ringraziare il proprio portiere che ha chiuso la porta a più riprese. ASLEEP WARRIOR
Consolini 5,5: la condizione fisica lo limita, Piccolo lo domina. Partita di sofferenza, il Lanciano attacca spesso passando dalle sue parti, al 39' Bisoli lo toglie per Tabanelli. FRENATO
Arrigoni 5,5: è certamente un giocatore valido per la categoria nonostante la giovane età ma deve cercare di limitare al minimo alcuni difetti, falli e passaggi imprecisi in primis. Se ce la farà in tempi brevi diventerà un signor centrocampista, le mani di Bisoli lo aiuteranno. BASTONE E CAROTA
Coppola 6: disfa e crea, compie discretamente il proprio lavoro senza particolari picchi di qualità. Giallo garantito ad ogni partita, per il resto nulla di cui lamentarsi. PESTRIN II
Djokovic 4: un pallone toccato dal croato automaticamente diventa regalato agli avversari o ai raccattapalle. Le tenta tutte, non gliene riesce mezza. Esterno a sinistra e a destra poi terzino, dove lo metti fa solo danni. DAMJAN COMBINAGUAI
Succi 6,5: una vita senza segnare, una serie di partite da dimenticare, un primo tempo pienamente insufficiente e poi il tocco al volo che finisce alle spalle di Leali e regala il pareggio al Cesena. Questa è la vita dell'attaccante, bravo a farsi trovare quando serve. Dal gol in poi prova ancora a concludere e a servire i compagni. RISVEGLIO
D'Alessandro 7: ritrova le chiavi della Vespa e ricomincia a correre per il prato del Manuzzi. Suo l'assist (avevate dei dubbi?) per la rete di Succi, tantissimi buoni passaggi donati agli altri bianconeri. Serio candidato alla palma di MVP cesenate della stagione. IMMENSO
Granoche 6: utile in attacco e generoso in copertura, è il prototipo di punta che Bisoli adora. Bella rovesciata ad inizio ripresa che avrebbe meritato maggior fortuna, è sempre nel vivo dell'azione. IMPEGNATO
Tabanelli 5: poco più di un tempo a girovagare in campo. Non ne ha voglia o più semplicemente non ha i numeri per fare la B, stop. GIUDIZIO NEGATIVO
Gessa 6: rientro positivo per il numero 20, un po' terzino un po' esterno a centrocampo. Pochi errori, dalle sue parti il Lanciano non crea pericoli. CANDIDO
Brandao sv

Bisoli 6: anche oggi deve fare i conti con una sostituzione obbligata prima dell'intervallo, situazione poco simpatica agli allenatori. Meglio rispetto alla gara da sbadigli di martedì scorso, tuttavia il Cesena non è più a livelli di fine inverno. Il pareggio si è rivelato un risultato giusto, un piccolo passo verso la salvezza è stato compiuto. Ora serve raccogliere un altro punticino a Empoli.

Curva Mare 6: all'avvio la Curva Mare si presenta più vuota del solito, evidentemente la partita con il Lanciano non attira i tifosi da evento. Nonostante ciò i presenti cercano di sostenere per tutta la partita i ragazzi in campo ma purtroppo solo il settore centrale resiste a cantare fino la fine. Una storia già vista. Dopo il gol del Cesena, suona la sveglia e tutta la Curva ricomincia a cantare giusto per qualche minuto. Si può e si deve migliorare.

Curva Ferrovia Virtus Lanciano 6: i supporters del Lanciano si presentato in circa 200/250 unità e cercano di sostenere la propria squadra per tutta la partita. Discreta prova per gli ospiti, rinvigoriti anche dal gol iniziale.

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"Prima del match, durante il riscaldamento, ho sentito Plasmati che provocava Djokovic e sono intervenuto io. Abbiamo disputato un primo tempo di grande sofferenza, ho ridisegnato la squadra passando alla difesa a tre e nella ripresa siamo riusciti a rimettere la partita in piedi. Abbiamo anche avuto la possibilità di ribaltare il risultato. Siamo in un momento di appannamento fisico e mentale. Festeggeremo la salvezza contro la Juve Stabia in casa, sono convinto che a 49 punti ci si salvi."

Carmine Gautieri
"La partita l’abbiamo fatta noi, dovevamo vincere. Il Cesena ha fatto gol grazie ad una giocata di D'Alessandro, il suo giocatore di miglior qualità. C’era un rigore per il Lanciano che tutti hanno visto tranne l’arbitro, c'è stata una netta trattenuta su Falcinelli in area non segnalata."

Marco D'Alessandro
"Devo molto a questa piazza, qui mi trovo benissimo e ringrazio mister Bisoli. Potrei rimanere ma tocca al Cesena e alla Roma decidere il mio futuro."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti