BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

venerdì 15 marzo 2013

Prepartita Reggina - Cesena 31° giornata Serie B 2012/2013

Nella trentunesima giornata di campionato Serie B il Cesena ha passato la settimana in Calabria per giocare l'anticipo a Reggio. Al Granillo di Reggio Calabria scenderanno in campo Reggina - Cesena (ore 19.00) che sarà trasmessa in tv su Sky Calcio 2. Puoi vedere la diretta streaming di Reggina - Cesena cliccando qui.

Dati sui biglietti non comunicati.


Rispetto alla partita col Crotone, Bisoli perde Parfait (squalificato), Gessa (sospetto stiramento, tornato in Romagna da qualche giorno) e Comotto (affaticamento muscolare), ma recupera Coppola.
Confermato il modulo ad albero di Natale. Dubbi Meza Colli-Giandonato e Tabanelli-Djokovic a centrocampo.
Corriere Romagna - Cesena è quasi uno spareggio
La Voce - Cesena all'arrembaggio nello stretto salvezza
Sfortuna in casa Reggina, il punto lo fa come al solito La Gazzetta dello Sport di oggi in edicola. Lucioni, che iella: ritornato in panchina a Livorno dopo due mesi causa un intervento alla spalla, in allenamento a porte chiuse si è rotto il crociato del ginocchio: per il difensore stagione finita. Reggina
in emergenza (squalificato Armellino) viste le altre assenze per infortunio, con Sarno e Antonazzo convocati ma con scarse possibilità di scendere in campo: in caso di forfait del napoletano spazio a Bombagi o Colucci.

Probabili formazioni

Reggina - Baiocco; Adejo, Ely, Di Bari; D'Alessandro, Hetemaj, Barillà, Rizzato; Colucci; Di Michele, Gerardi.

Cesena - Campagnolo; Ceccarelli, Volta, Tonucci, Consolini; Coppola, Meza Colli, Tabanelli; Succi, Graffiedi; Granoche.

I precedenti.
I scorsi match in campionato, tutti disputati in cadetteria, sono 9. Il bilancio parla di due vittorie dei padroni di casa, due vittorie esterne per il Cesena (ultima per 1-3 con reti di Lanzaro, Parolo, Do Prado, Bucchi) e ben 5 pareggi.

INTERVISTE PRE PARTITA.

Pierpaolo Bisoli
"Veniamo da una partita difficile persa contro il Crotone dopo aver giocato per gran parte della gara in 10 contro 11. La squadra non aveva demeritato ma a sei dalla fine è arrivato il gol di Matute. I miei ragazzi dopo la pausa invernale hanno fatto benissimo, così bene che in molti hanno pensato che potessimo ambire a qualcosa di più rispetto alla salvezza, ma il nostro obiettivo primario resta la salvezza e sono convinto che questo gruppo ha la forza per salvarsi.
La Reggina è una squadra che non molla mai, in campionato credo che sia la squadra che abbia recuperato più partite in assoluto, una volta andata in svantaggio, 12 in totale mi sembra. Questo significa che è una squadra che ci crede e che fino al triplice fischio resta in partita. Troveremo sicuramente un ambiente difficile, qua vedono la sfida come un'ultima spiaggia da vincere per forza. Noi cercheremo di fare la nostra gara, per mettere insieme più punti possibili, consapevoli che qualunque sia il risultato non cambierà il nostro obiettivo finale."

Davide Dionigi
"C'è moderato ottimismo, veniamo da due gare in cui tutti ci davano per spacciati e invece siamo riusciti a portare a casa due punti pesanti contro due squadre di primissimo livello avevamo preparato in un certo modo la gara col Cesena, siamo costretti a cambiare un po' i piani a causa delle tante defezioni avute nel corso della settimana: per cui, prima ancora che tatticamente, dovremo provare a vincere la gara con la nostra mentalità, con la voglia di far risultato."

Alberto Bigon
"Da quattro anni me ne sono andato dal calcio, come allenatore. Sto bene così, anche se qualche squadra mi ha cercato. Difficilmente tornerò sui miei passi a meno che non arrivi un'offerta speciale di un amico in difficoltà.
La mia carriera iniziò a Reggio Calabria in C1 nell'86-87 e arrivammo sesti. Mi guadagnai la riconferma ma poi mi cercò prima Ceccarelli, poi Cera in veste di dirigente del Cesena. Solo allora è arrivato Lugaresi.
Fare il doppio salto dalla C alla A è stata una cosa importante, anche se non volevo mettere in crisi la Reggina, ma Lillo Foti capì la situazione e mi lasciò andare. Arrivarono due salvezze da urlo, chi se le scorda più? Il primo anno fu facile, solo due retrocessioni e mi trovai i giovani Rizzitelli, Rossi e Bianchi. Invece la seconda annata fu più difficile, lo spogliatoio era difficile da gestire.
Oggi il Cesena ha una classifica complicata ma Bisoli è l'uomo giusto, non fallirà la sua missione. E' ritornato Giorgio Lugaresi, lo conosco bene, faccio il tifo per lui e per chi vorrà dargli una mano.
Il pronostico? Ho il cuore diviso a metà, dico un pareggio. Potrebbero risultare decisivi Succi e Di Michele."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti