BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio

martedì 12 marzo 2013

Il giorno dopo di.. Crotone - Cesena 1-0

La Gazzetta dello Sport - Zampata di Matute il Crotone respira
Corriere Romagna - Il Cesena affonda e urla
La Voce - Cesena un delitto Parfait a Crotone
Qui Villa Silvia - Il posticipo giocato di lunedì sera non ha portato i frutti sperati. Crotone arrembante per tutta la partita ha approfittato dell'espulsione per doppio giallo di Parfait (sarà indisponibile contro la Reggina) durante il primo tempo, così nella ripresa si è catapultato in avanti. Il fortino bianconero che aveva tenuto gli assalti avversari, crolla con l'azione magistrale di Ciano, il quale dopo una fitta rete di passaggi, smarca Matute a centro area per la zampata decisiva. Rimane da valutare la condizione di Gessa, entrato in campo solo per 14minuti e poi costretto ad abbandonare il campo.
Oggi la squadra effettuerà una seduta di scarico a Crotone, poi domani mattina Bisoli e uomini si sposteranno a Catanzaro dove lavoreranno dal pomeriggio sino giovedì presso il campo sportivo "Santa Maria". Venerdì ci sarà il trasferimento a Reggio Calabria dove la squadra sosterrà la rifinitura presso il centro sportivo "Hintereggio" per poi incontrare la Reggina in campionato.

Il commento del post-partita
Ok, ciao ciao playoff. Basta voli pindarici, basta previsioni azzardate e basta scemenze gratuite. Siamo da B, medio bassa B. Il Cesena merita la casella numero 17 in classifica, posizione che sarebbe ancor peggiore se non si considerassero le penalizzazioni. Brutta sconfitta a Crotone che vince senza troppi sforzi, colpo di clacson e sorpasso. Ora i calabresi sono a 36 punti mentre i romagnoli sono a 34 con un paio di lunghezze di vantaggio su Bari e Reggina, appaiate in zona playout. Gli uomini di Drago hanno la meglio su quelli di Bisoli, undici bianconeri che in meno di un tempo diventano dieci complice l'espulsione del maldestro Parfait. La sconfitta arriva grazie all'ex Matute, mediano dai piedi quadrati ma che ieri sera si è trasformato nel miglior tiratore del Crotone - ben quattro tiri verso la porta difesa da Campagnolo - e che è stato il match winner. Cavalluccio in difficoltà dopo la ripartenza a tutto gas di inizio 2013, anche allo Scida è mancata la lucidità e la calma che avevano permesso il raggiungimento di vittorie importanti nelle prime uscite dopo la sosta. Da non sottovalutare le assenze di D'Alessandro e Defrel, esterni veloci e sempre pericolosi palla al piede: il loro forfait ha costretto Bisoli a passare al 4-3-2-1 con tre punte vere in avanti ma senza collante con la mediana. Venerdì prossima a Reggio potrebbe tornare finalmente disponibile il buon Manuel Coppola, regista che potrà rimettere in moto la macchina bianconera al momento incapace di viaggiare a marce alte.

Il triplice fischio
Crotone - Cesena è stata una gara a ritmi alterni, con un primo tempo avviato forte e poi i ritmi sono calati. Nella ripresa la squadra di casa ha alzato i ritmi sino alla rete.
Primo episodio clamoroso, già al 13', è la rete annullata a Succi su punizione di Giandonato dalla sinistra. Abbattista vede un fallo, solo lui, forse di Ceccarelli o Tabanelli su Ligi e sospende il gioco prima ancora che la palla entri in rete. Inspiegabile quindi questo comportamento, le immagini televisive non dimostrano la teoria del fischietto di Molfetta. Al 30' Succi viene steso da Eramo al limite dell'area, la panchina bianconera vuole il rigore, ma si sbaglia, giusta la segnalazione dell'arbitro. Il gol partita è nettamente regolare, nulla da dire, l'azione di Ciano parte da dietro e la posizione di Maiello prima del cross è regolare.
Il capitolo degli ammoniti è più ampio del solito. Inizia Parfait al 18' per fallo su Eramo, poi Ceccarelli alla mezzora per proteste nell'episosio di Succi - Eramo, il quale viene anche lui ammonito. L'espulsione di Parfait, per secondo giallo, arriva al 37': scarpata al fianco di Maiello, inconcepibile. Rischia grosso Ciano nella ripresa, al 48', quando entra duro e in ritardo su Gessa. Poi arrivano due cartellini per simulazione: Mazzotta e Del Prete si lasciano andare con troppa velleità, giustissimi anche qui i provvedimenti. Nel finale, Campagnolo è iscritto nel registro dei cattivi per perdita di tempo, mentre Tabanelli all'87' per fallo su Abruzzese.
Sono corretti i minuti di recupero imposti dal quarto uomo: 1' nel primo tempo e 4' nella ripresa a fronte del gol effettuato e dei numerosi cambi imposti da Drago e Bisoli.
Pochi gli offside: 2 pari, però il Crotone può recriminare per un inserimento di Ciano, tenuto in gioco da Tonucci, sventolato ugualmente dall'assistente. Non sembra però incidere sulla partita un episodio del genere.
Abbattista 5
Schenone 6 - Teloni 6

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti