CROTONE CESENA 1-0 (Matute 81')

RISULTATO FINALE CROTONE CESENA 1-0
Crotone CESENA 1-0. Davanti a circa 2000 spettatori e addirittura 12 tifosi bianconeri (Club Coordinamento, qualche nostro inviato!! e pure Club Kick Off) inizia vivacemente la gara in Calabria. Crotone subito immerso in avanti, prima svirgolata di Eramo al 2'. All'8' però si riscatta: destro secco diretto all'incrocio, ma Campagnolo si scalda subito i guanti! Al 13' arriva la rete del vantaggio di Succi però annullata. La punizione di Giandonato trova la capocciata vincente di Succi, ma Abbattista fischia un fallo di Ceccarelli, di cui però non se ne vede traccia. Anche Gabionetta ci prova, ma la sia conclusione è sbilenca. Il pallino del gioco è nettamente nella mani del Crotone, le azioni vengono ben impostate da Crisetig, a cui Parfait e Giandonato non riesce l'opera di limitarlo.
Eramo e Mazzotta riescono a proporsi in avanti. Alla mezzora finalmente si vede il CESENA: Succi sfugge ad un difensore lanciato verso la verticale da Graffiedi e viene steso da Eramo a due passi dall'area di rigore. Nella battuta della punizione Giandonato alza troppo la sfera. Sempre dalla stessa posizione, che coincidenza, questa volta ci pensa Succi a battere a rete, ma il suo destro a giro è impreciso. La svolta del match avviene al 38': Parfait stende Maiello con una scarpata al fianco, doppio giallo e rosso per l'ex Crotone che esce tra i fischi. Il CESENA da ora in avanti scompare dal campo e il Crotone gioca a porta unica.
Entra Gessa già prima del finale di tempo, ma poi è costretto ad uscire di nuovo per infortunio dopo appena quindici minuti, al suo posto Comotto. Al 51' destro insidioso di Maiello, ma Campagnolo accompagna fuori. Dentro anche Djokovic per Giandonato, oggi ancora in fase negativa. Al 62' De Giorgio cambia l'inerzia della gara con il suo ingresso. La manovra è ora più avvolengente, prima ci prova Crisetig (70') sugli sviluppi di un corner, ma ancora una volta non centra la porta. Poi però all'81' arriva l'azione capolavoro dei padroni di casa. Azione avviata da Ciano che innesca Matute che prolunga per Maiello. I due si spostano in area, riceve di nuovo Ciano che libera dal dischetto Matute, deve solo spostarsi la palla sul destro e battere Campagnolo. La difesa è stata tagliata a fettine! All'87' Gabionetta tenta il 2-0, il suo sinistro a giro da fermo fa la barba al palo!
Il CESENA si fa vedere solo negli istanti finali con Tabanelli: un tiro è svirgolato, l'altro invece si stampa tra la traversa e le mani di Caglioni, super nell'intervento che vale un corner infruttuoso ai bianconeri. Sarebbe stato esagerato il pari.
Crotone bravo e fortunato per l'espulsione ingenua di Parfait. Riesce a concretizzare nel finale dopo quasi un'ora di gioco in una sola porta. Tre punti meritatamente persi, proprio i calabresi superano i bianconeri in classifica.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Campagnolo 6: gran parata su Eramo nel primo tempo dove con la mano toglie un tiro insidiosissimo da fuori del crotonese dall'incrocio, un'altra bella parata nel secondo tempo su un tiro ravvicinato. Esce male due volte però, la prima volta respinge malamente addosso a Ciano, la seconda volta anche lì insicuro rischia grosso su una mischia bloccando in due tempi. BENE FRA I PALI, MALE FUORI
Ceccarelli 5,5: in avanti si vede poco, dietro tiene benino fino a un certo punto, ha delle responsabilità sull'azione del gol loro, nel finale rende vana un'azione potenzialmente pericolosa non arrivando su un assist di tabanelli. DAI DONCA!
Volta 6,5: come sempre, il migliore la dietro. Le palle aree dalle sue parti sono tutte le sue, praticamente nessuna sbavatura se non una palla persa all'inizio del secondo tempo ma è lui stesso che rimedia subito dopo. MONUMENTO !
Tonucci 6: abbastanza bene anche il difensore pesarese. nel primo tempo magari poteva evitare di perdere un pallone stupido a metà campo, con un azione alla lucio dove parte dalla difesa, si fa diversi metri facendosi poi rubare la sfera. PUO' ANDARE !
Consolini 6: anche lui davanti non si vede molto, dietro invece disputa una discreta gara. NON MALE
Parfait 4: ci risiamo, il centrocampista camerunense anche stasera dimostra di avere una tecnica da giocatore del San Vittore di prima categoria (con tutto il rispetto), scodella come al solito delle giocate totalmente inutili e senza senso, ma non basta perchè si dimostra anche stupido facendosi cacciare dopo neanche 40 minuti per somma di ammonizioni. Sul suo profilo di facebook scrive sempre che ha nostalgia di Ascoli, e perchè non ci torni ??? FRA IL DISASTROSO E IL CATASTROFICO
Giandonato 5: onestamente è un pò una delusione, fa vedere poco o nulla e si dimostra anche leggerino. si sa che è un centrocampista poco fisico senza gamba ma con dei piedi buoni, ma onestamente potrebbe far vedere un pò di piu e da lui ci si aspetta di piu. RIMANDATO
Tabanelli 6: forse fa un pò strano dirlo, ma del centrocampo del cesena questa sera il migliore è lui. Lotta e combatte piu del solito, a 2 minuti dalla fine spara alto su un tiro al volo calciando malissimo, sfiora però un eurogol a 30 secondi dalla fine con un siluro dalla trequarti dove è straordinario il portiere del Crotone che alza in calcio d'angolo. QUELLO CHE NON TI ASPETTI
Graffiedi 6: la sua partita dura poco più di 40 minuti, sostituito poi da Gessa visto che il Cesena era rimasto in dieci. La porta non la vede praticamente mai, anche se è vero che ha giocato in una posizione piu arretrata del solito, ma si rivede quel leone combattivo di inizio campionato. GUERRIERO
Succi 6: lui la sua firma ce l'ha messa anche stasera, gol di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione, annullato poi da Abbattista per motivi ancora oscuri. Sparisce praticamente nel secondo tempo, ma col Cesena in dieci che non si riversava praticamente mai davanti, è dura. RIPROVACI
Granoche 5: lo stesso discorso per Giandonato lo si può fare anche per lui, anzi a maggior ragione. Non fa vedere praticamente nulla in tutti i 90 minuti, troppo lontano dalla porta, appare impreciso su diversi appoggi e stop. Prestazione opaca per il tanto osannato "diablo". SVEGLIA BOMBER
Djokovic 5,5: anche per lui non una grandissima prestazione, come al solito uno dei suoi maggiori problemi è cercare di impostare delle azioni, soprattutto con lanci lunghi, troppo impreciso! Non certo ai livelli di Parfait, però diciamo che non è proprio uno con le caratteristiche alla Pirlo. POCO INCISIVO
Gessa 5: la sua partita dura appena una ventina di minuti perchè poi si fa male, ma in quel poco tempo in campo non fa vedere praticamente nulla. ANONIMO
Comotto 6: rileva Gessa, dà una mano al reparto arretrato col Cesena in dieci. ma neanche il suo ingresso non evita la sconfitta. DA RIVEDERE ALLA PROSSIMA

Bisoli 6: assenti tre fra i migliori della rosa: D'Alessandro, Defrel e Coppola. Senza i due esterni il Cesena fa una gran fatica ed è costretto a cambiare modulo, passando dal solito 4-2-3-1 al 4-3-2-1. Nonostante non fosse già abbastanza in difficoltà, ci pensa Parfait a complicargli la vita con un colpo di testa (non nel senso che colpisce il pallone fisicamente di testa il camerunense che rovina la partita). Dentro Gessa che si fa pure male e così va a meno anche un altro cambio. Non è stato un gran bel Cesena, è vero, ma se il tiro di Tabanelli a 30 secondi dalla fine fosse entrato, ora staremmo parlando di un'altra partita.

Curva Crotone 6,5: la Curva Sud offre davvero un bello spettacolo canoro, degno del calore del Sud Italia. Non compare troppo colore e nemmeno troppe presenze, soprattutto in gradinata. Ma ciò che conta è la sostanza. Da segnalare un gruppetto posizionato a fianco dello spicchio ospite con numerose bandiere colorate.

Curva Mare 6: presenti Centro Coordinamento, Club Snoopy Capanni e Club Kick Off con addirittura qualche elemento di San Giorgio (in totale 12-15 elementi)! La trasferta è proibitiva, al lunedì sera, peccato per il risultato negativo. Veleggiano anche delle bandierine a scacchi. Ovviamente, non si fanno mai sentire, impossibile per chiunque.

INTERVISTE POST PARTITA

Massimo Drago
"Era una gara difficile e lo sapevamo dalla vigilia. E' stata una vittoria ottenuta con sacrificio ed attenzione messa in campo dai miei ragazzi. Dopo la loro espulsione i bianconeri si sono difesi ulteriormente e non era facile scardinare il loro reparto arretrato. Il vantaggio poteva venire solo in quel modo dato che i cross che provenivano dai lati venivano neutralizzati. Noi abbiamo avuto pazienza, un pò meno il nostro pubblico. Non è facile essere profeti in patria e forse qui qualcuno è abituato a vedere il Barcellona o il Real Madrid. Fortunatamente la Curva Sud ci ha sostenuto fino all’ultimo e li ringrazio per tutto ciò."

Pierpaolo Bisoli
"Abbiamo giocato una partita molto difensiva, ma penso che abbiamo fatto nel migliore dei modi ciò che serviva. Con questo spirito di salveremo. Nel primo tempo non abbiamo concesso praticamente nulla al Crotone e il nostro portiere non è stato mai chiamato in causa per interventi importanti. Il gol è arrivato solo a nove minuti dalla fine, si tratta della solita beffa.
Non voglio parlare dell'operato dell'arbitro, sbagliano anche loro e in fondo fa parte del gioco. La rete era stata convalidata dai collaboratori, ma l'arbitro l'ha annullata. Il fatto grosso è stato rimanere in dieci ma la squadra ha tenuto benissimo. Non posso rimproverare nulla ai ragazzi.
Non dobbiamo buttarci giù, in questo annata ci è permesso di giocare ogni tre giorni e di riscattarci. L'imperativo è di dimenticare in fretta Ascoli e Crotone e andare a giocarcela con la Reggina. Siamo a due punti dai playout, sapevamo di dover giocare un campionato tribolato e ne abbiamo la conferma."

Massimo Volta
"Brucia perdere in questo modo, visto che siamo rimasti in dieci e abbiamo disputato un'ottima gara senza concedere praticamente nulla. Nonostante l'uomo in meno abbiamo tenuto le posizioni, siamo stati bravi a limitare il Crotone con la nostra organizzazione e inoltre ci è stato annullato un gol. Siamo vivi e rialzeremo la testa per giocarci al meglio questo finale di campionato. Non mi va di commentare le decisioni del direttore di gara, non siamo fortunati. Abbattista mi ha fischiato un flalo contro per un blocco, ma nessuno degli avversari ha protestato o ha visto qualcosa. La dice lunga. Nel finale è arrivata la rete un po' fortunosa di Matute, e pure Tabanelli ha rischiato di segnare, ma è un periodo un po' così."

Nicolò Consolini
"Peccato che la partita si sia messa subito male per alcuni episodi a nostro favore. E' arrivata questa espulsione dopo pochi minuti e i nostri piani sono stati scombussolati. Non voglio parlare delle decisioni dell'arbitro e non voglio trovare scuse.
Fortunatamente torneremo a giocare già venerdì con la Reggina e quindi questa serata andrà cancellata. Durante la gara ho cambiato ruolo, ma mantengo sempre lo stesso spirito e ugual impegno. Sono a disposizione della squadra, e dò sempre il massimo, anche se non mi piace parlare della mia prestazione personale. Sia noi che loro non abbiamo creato numerose occasioni, è arrivato questo gol nel finale, dispiace, perchè stata l'unica vera distrazione. E' evidente che in inferiorità numerica, i nostri avversari hanno fatto circolare meglio la palla, per noi era difficile difendere.
E' andata così, niente drammi."

1 commento:

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha