giovedì 13 dicembre 2012

Non ci resta che piangere

La Voce - Caro Babbo Natale, ci porti tre punti fuori?
Corriere Romagna - Bisoli fa tutto per questo Cesena
Qui Villa Silvia - Durante l'allenamento di ieri al Manuzzi Bisoli ha incontrato rappresentanti degli ultras ed ha espresso ancora la volontà di stringersi intorno alla squadra, così come è successo nel post gara di domenica contro l'Empoli.
In mattinata la squadra è partita per Roma dove è fissata la sede del ritiro. Oggi pomeriggio e domani mattina ci saranno due allenamenti per poi partire per Castellamare. Oltre agli squalificati Iori e Caldirola, salteranno la trasferta Belardi, Graffiedi e D'Alessandro. Ripartiranno titolari  quindi Ravaglia, Morero o Brandao e Defrel che ha recuperato dall'infortunio. Tra i 20 convocati ci sono anche Melgrati e Bamonte.

E' un nuovo giorno, 13 dicembre 2012, ma il caso societario tiene banco con importantissime rivelazioni. Già i quotidiani locali si stanno sfregando le mani con le notizie di mercato, aggiungiamoci pure quelle legati ai debiti. Ebbene è arrivato un altro, dolorosissimo, colpo al cuore ai tifosi del Cesena, ma soprattutto alle casse bianconere. Da qui a fine stagione si era ipotizzato un congaglio aggiuntivo di 7-8 milioni (in totale 12, con saldi di iva e stipendi di febbraio) ma ieri durante la riunione tra i nuovo soci, Lugaresi e Massone i presenti hanno visto i sorci verdi! Con la discesa in Serie B, si sono accumulati ben 42milioni di €! Ripetiamo: quarantaduemilioni di euro. La Voce di Romagna lancia anche il messaggio della lavata di mani, così come la interpreto io, di Luca Mancini. Appena è saltata all'occhio questa cifra, Mancini è stato contattato durante la riunione e diciamo che si tirato indietro da ogni responsabilità. Mossa abile è stata anche quella di Campedelli di dimettersi così da destabilizzare il nuovo gruppo intentato di salvare la società e farsi rieleggere nel prossimo cda. Lui lo sa e sta facendo di tutto per rimanere in società, ma da solo non è in grado di farcela nemmeno lui. Si rischiano seriamente punti di penalità in classifica se non si pagheranno gli stipendi di dicembre. Se Lugaresi ha la possibilità di recedere (le sue quote saranno liquidate al minimo più un altro 30% sul capitale sociale), i piccoli finanziatori vedrebbero perdere i loro "prestiti" effettuati sin qui e nessuno ne trarrebbe beneficio. 
Massone pare avere però l'idea giusta per salvare baracca e burattini: il famoso piano triennale di risanamento. La sua idea ora sarebbe di anticipare il milione di € per pagare le mensilità di dicembre ma ricevere garanzia da Campedelli stesso. E qui sta l'inghippo, Campedelli probabilmente non ce la fa a garantire una cosa del genere e quindi Massone si è preso un altro giorno di tempo per decidere se intervenire o meno. La mossa disperata di Mancini invece è di convincere Lugaresi a continuare anche senza Massone e recuperare i capitali mancanti da imprenditori locali. Così Lugaresi verrebbe eletto dal cda come Presidente del Cesena, Campedelli sarebbe il socio di maggioranza e ci sarebbe una gestione controllata, così come voluto da Lugaresi stesso.
In sintesi, con una montagna di debiti del genere, solo l'intervento di Massone pare poter salvare lo stato del Cesena. Seguire l'idea Mancini pare davvero un percorso impossibile da realizzare.

Notizie calciomercato. Belardi ha smentito al Corriere Romagna di aver preso contatti con il Bologna per andare in Serie A. E' stato lo stesso giocatore a voler rilasciare una dichiarazione, attualmente risulta infortunato al tendine d'achille. La Voce di Romagna però conferma la sua richiesta d'aumento: in questa stagione il suo salario è di 50mila €.
Iori è conteso da Padova e Spezia, mentre Caldirola è richiesto dal Siena. Sul fronte arrivi confermati Cofie, Duncan e Casarini in prestito a Cagliari dal Bologna.

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti