BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio

domenica 2 settembre 2012

Vicenza - Cesena 3-1 2° giornata Serie B 2012-2013

Sintesi VICENZA CESENA 3-1 (Misuraca 13', Malonga 30', Graffiedi 48' pt; Malonga 93').

RISULTATO FINALE: VICENZA - CESENA 3-1
Vicenza CESENA 3-1. Il Vicenza di Breda schiera un 3-5-2 con Minesso e il neo ex Malonga in avanti, esterni di centrocampo Gavazzi e Di Matteo. Il CESENA di Campedelli entra sul terreno verde e si dispone in un 3-4-3 con Tonucci centrale assieme a Caldirola e Brandao, manca Andrea Rossi squalificato, Favalli si muove sulla sinistra tra difesa e mediana, centrocampo e attacco confermati. Arrembaggio iniziale dei biancorossi, Mimmo Malonga è già in bomba. Al 13' Vicenza in vantaggio: cross di Gavazzi dalla destra, arriva il centrocampista Misuraca ad insaccare in rete lasciando di sasso la retroguardia in maglia nera.
I romagnoli ci provano intorno al 20' in due occasioni. Punizione di Iori e Caldirola manda alto di testa poi Succi calcia in porta ma viene fermato da Pinsoglio. Si infortuna Gavazzi, uno dei tanti obiettivi sfumati del mercato, ed entra Pinardi. Dopo 30 minuti di gioco arriva il gol dell'ex: assistenza di Pinardi sempre dalla destra e Malonga in semirovesciata la butta alle spalle di Ravaglia. Il Vicenza controlla il CESENA con la frusta, gli uomini di Campedelli faticano a reagire.
L'unico positivo è D'Alessandro che salta 2 uomini sulla mancina, calcia in diagonale ma Pinsoglio riesce a respingere. Dalla padella alla brace: Succi espulso dopo una gomitata in salto ad avversario. CESENA in 10 uomini, raggiungere il pareggio sembra un'impresa epica. D'Alessandro ancora protagonista sulla sinistra: entra in area e viene buttato a terra. Il signor Baracani di Firenze assegna un penalty non evidente ma giusto, Graffiedi va sul dischetto e segna.
Gli ospiti accorciano le distanze ad un secondo dall'intervallo. Al ritorno in campo Favalli arretra sulla linea difensiva. Mimmo si rende ancora pericoloso, al 5' della ripresa viene anticapato da Ravaglia in uscita.
Accenno di vita dei romagnoli che cercano di gestire il gioco ma spesso viene messo in difficoltà dai contropiedi dei biancorossi. Al 56' Nick Campedelli toglie uno spento Tonucci ed inserisce l'esordiente Bamonte: l'ex Vicenza in precedenza aveva rischiato di prendere la seconda ammonizione del match su una trattenuta all'indemoniato Malonga. Al 79' Brandao si addormenta e regala la sfera all'ex cesenate, arriva Caldirola a fermarlo.
Il mister di Gatteo butta nella mischia Defrel per Favalli e Turchetta per Brandao. Il CESENA è tutto in avanti e la squadra veneta ne approfitta in contropiede: doppietta di Malonga al terzo minuto di recupero. Timbro e firma sulla partita, il Vicenza si aggiudica i primi 3 punti del campionato mentre il CESENA è ancora a quota 0, non è ultimo a causa della lunga lista di squadre partite "sottozero" ma lo è moralmente.


PAGELLE - Diamo i numeri! [by Giunkolo]

Ravaglia 5: non ha particolari colpe sui due gol dell'ex Malonga, "partecipa" a quello di Misuraca dove si fa sorprendere insieme a tutta la difesa e sbaglia il tempo dell'uscita.     Se la società ha deciso di mandare in pensione Antonioli per puntare su lui, dopo due giornate pare già una scommessa persa. ANTONIOLI TORNA!
Tonucci 4,5: nonostante abbia già disputato qualche anno in B è sembrato un debuttante assoluto in preda all'emozione, non ne azzecca una in fase difensiva e tanto meno in impostazione. Una volta settata la difesa a 4 non sale mai, meglio Comotto zoppo di un Tonucci fuori ruolo. LASCIAMO STARE
Caldirola 5,5: sicuramente meglio rispetto alla gara contro il Sassuolo. La difesa lascia ancora a desiderare e nessuno merita ancora la sufficienza. Si fa vedere qualche volta in avanti su palla inattiva. DA RIVEDERE
Brandao 5: un bell'intervento in spaccata nell'area di rigore nel primo tempo che risolve una situazione spinosa, per il resto è troppo molle e appare in ritardo di condizione. Campedelli lo toglie poco prima del termine per tentare l'ultimo assalto con Turchetta.  DELUSIONE
Favalli 5,5: parte timido e come tutta la squadra gioca un brutto primo tempo. Leggermente meglio nella ripresa, spinge in avanti sulla fascia sinistra e mette in mezzo qualche traversone interessante. DEVE MIGLIORARE
Gessa 5,5: qualche spunto buono sulla fascia lo fa vedere, tuttavia va a corrente alternata. Nonostante tutto lascia intravedere un impegno e una dose di doti tecniche non comuni al resto della squadra. SVEGLIA!
Iori 5,5: questa sera il capitano appare lento e impacciato e soprattutto nel primo tempo perde troppi palloni. Inversione di marcia con la squadra in inferiorità, piccoli accenni di reazioni che purtroppo non sono serviti a nulla. COME ON!
Tabanelli 5: è spaesato e non sembra a suo agio al fianco di Iori. Caterve di palloni perduti per la strada, prestazione impalpabile. Il mister regali un lecca-lecca a Parfait e lo faccia giocare contro il Novara. FUORI LUOGO
D'Alessandro 6,5: una spanna sopra rispetto ai compagni, il migliore tra i romagnoli in una serata da dimenticare. Guadagna il rigore del 2-1 rubando con astuzia il pallone a Martinelli che in seguito lo stende. E' l'unico nei primi 45 minuti a cercare la porta vicentina con un bel tiro in diagonale. Nel secondo tempo continua a correre e a rendersi pericoloso per i difensori di Breda. Finale col fiatone, non può fare tutto lui. SALVATE IL SOLDATO MARCO
Graffiedi: 5,5 appare ancora imballato, ha giocato più di metà partita in attacco in isolamento grazie alla sciocchezza commessa dal compagno Succi. Trasforma il rigore del 2-1 e nel secondo tempo mette in pericolo la porta vicentina sfiorando il 2-2. Calo vistoso negli ultimi minuti quando avrebbe potuto rendersi utile negli assalti alla porta di Pinsoglio. LONELY MAN
Succi 4,5: occasione in avvio di partita nella quale porta la palla sul sinistro e calcia malissimo. Nuova opportunità al volo ma tiro strozzato e non pericoloso. La gomitata rifilata ad un difensore biancorosso lo esclude dal resto della contesa lasciando i compagni in inferiorità numerica e con 2 gol di svantaggio. PESSIMO GESTO
Bamonte 5: Campedelli lo mette in campo al posto del nervoso Tonucci. Tanta buona volontà ma ancora tanta strada da percorrere per diventare un giocatore da cadetteria. PERIODO DI AMBIENTAZIONE
Defrel e Turchetta s.v.

Campedelli 4,5: Cesena impalpabile e inconsistente nel primo tempo, molto molto molto peggio rispetto ai secondi 45 minuti contro il Sassuolo. Striglia la squadra nell'intervallo, i suoi uomini paiono più attivi e determinati nel tentare la risalita ma il buon lavoro viene miseramente reso vano dalla seconda rete dell'ex Malonga. E' ancora notte fonda in casa bianconera.

Curva Vicenza s.v.

Curva Mare s.v.


Corriere Romagna - Complimenti vivissimi
Giornale di Vicenza - Il Vicenza dai piedi buoni domina, soffre e vince
La Voce - Vendetta Malonga, il Cesena va a picco

La Gazzetta dello Sport - Vendetta Malonga il Vicenza fa festa

INTERVISTE POST PARTITA

Nicola Campedelli

"Volevo rafforzare gli esterni con la difesa a tre, purtroppo non è andata come pensavo, devo ammettere che la mia scelta ha causato più disagi che vantaggi alla squadra. Nel primo tempo non siamo mai stati efficaci, il Vicenza ha giocato meglio e solo quando siamo tornati alla difesa a quattro ci siamo un po' assestati. Poi, l'espulsione di Succi ha di nuovo reso tutto più complicato. Malonga? Da noi non aveva più motivazioni, era giusto che partisse. Critiche e contestazioni non mi interessano. Dobbiamo lavorare, cono lo spirito del secondo tempo ne usciremo."



Marco D'Alessandro
'Il Vicenza ci ha sorpreso ma noi siamo rimasti vivi e abbiamo reagito. Il rigore ha aumentato la voglia di pareggiare e ci siamo andati vicini con Tabanelli e poi ancora con Graffiedi. Non è colpa dei moduli di mister Campedelli, si tratta di stare uniti e vigili fin dai primi minuti'.

Dominique Malonga
"C'è già una buona intesa, avevo voglia di giocare visto che a Cesena non ho trovato spazio. Ma nessuna polemica con il passato, guardo a questa avventura con entusiasmo, siamo partiti bene davanti ai nostri tifosi ma non abbiamo ancora fatto niente. Spero di continuare così'."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti