domenica 2 settembre 2012

Real Madrid - Santiago Bernabéu

Per leggere i tour agli altri stadi europei da noi visitati visita la sezione I VIAGGI DI MARCO POLO!

Caratteristiche principali
Nome: Estadio Santiago Bernabéu
Inaugurazione: 1947
Ristrutturazione: 1981-2011
Capacità (posti a sedere): 80354
Nazione: Spagna
Squadra di casa: Real Madrid

Come raggiungere lo stadio (la mappa):




Il tour al Santiago Bernabéu





Costruzione non recente ma comunque costantemente sistemata e riveduta nel corso dei decenni, sede di 4 finali di Coppa Campioni / Champions League (Fiorentina finalista nel 1957, Milan e Inter vincitrici nel 1969 e nel 2010), una dei Mondiali (il terzo titolo degli azzurri di Bearzot nel 1982) e dei campionati Europei.
Lo stadio è situato nella zona nord del centro di Madrid. La squadra di casa ha come soprannome Los Blancos, ovvero i Bianchi ma all’interno dell’impiato il colore dominante è il blu dei posti a sedere. Salendo tramite una torretta presente agli angoli dell’impianto arriverete al terzo anello dal quale potrete ammirare il campo da gioco in posizione diagonale. Il secondo step prevede il passaggio dall’enorme stanza dei trofei: al suo interno troverete tutti i trofei conquistati dal 1902 ad oggi, le repliche dei Palloni d’Oro conquistati dai giocatori del Real, le divise originali di tutte le finali di Champions conquistate, le immagini dei principali atleti che hanno indossato la camiseta blanca. Ammirata la gigantesca bacheca ci si avvicina al rettangolo verde passando dal secondo e dal primo anello.
Non è possibile calpestare il terreno sul quale abbiamo vinto il terzo campionato mondiale ma si può sostare sulle comode panchine: l’unica pecca è che esse, così come la lussosa tribuna VIP, durante le ore pomeridiane ricevono direttamente la luce del sole a differenza di quanto accade con la maggior parte degli impianti calcistici. Nei mesi estivi sulla curva lato est è posizionato un grande bar – ristorante che offre l’occasione di organizzare aperitivi, cene e feste. Il manto erboso, probabilmente a causa delle elevate temperature estive caratteristiche della capitale spagnola, presenta diverse zone marroni e prive di verde.
Si passa in seguito dal tunnel che porta agli spogliatoi, vere e proprie stazioni termali ricche di docce, lettini per i massaggi, vasche idromassaggio e ampi spazi nei quali i giocatori possono comodamente prepararsi o riposarsi dopo la partita. Penultima tappa è la sala stampa nella quale tutti possono sentirsi per qualche secondo uno Special One.
Una volta terminato il tour raggiungerete inizialmente il negozio dedicato alle merengues, ricco di ogni materiale tecnico e di numerosi gadget: al suo interno potete ricevere le fotografie scattate precedentemente con il fotomontaggio del vostro personaggio preferito alla modica cifra di 17 € cadauna (!). Da qui arriverete al mega store di adidas dove potete trovare abbigliamento ed accessori delle squadre più importanti del mondo. Uscendo da questo negozio sarete fuori dall’impianto, la fermata della metro è a pochi passi.






La nostra opinione
Posizionato nel quartiere Chamartin, a pochi minuti dal luogo di riferimento principale di Madrid ovvero Puerta del Sol, è situato tra palazzi ed abitazioni (alla faccia dei moderni piani di regolamento urbano che vogliono gli stadi a chilometri di distanza del centro cittadino).
Raggiungibile con la metropolitana (esiste una fermata della linea 10 a 50 metri dall’impianto) linea 10 in direzione Hospital Santa Sofia, fermata Santiago Bernabéu (corsa singola € 1,50); per chi proviene dall’aeroporto Madrid – Barajas : linea 8, fermata Nuevos Ministerios e poi linea 10 in direzione Hospital Santa Sofia, fermata Santiago Bernabéu (costo biglietto € 1,50 + 3,00). Bus (linee 14, 27, 40, 43, 120, 147 e 150, fermata Santiago Bernabéu. ) e taxi (opzione sconsigliata, molto traffico e rallentamenti!). Se alloggiate nella zona nord della capitale potete raggiungerla anche a piedi.L'ultima alternativa è il treno: dalla stazione di Atocha è possibile prendere la linea 1 in direzione Pinar de Chamartin, cambiare a Tribunal e linea 10 in direzione Hospital Infanta Sofia e scendere alla fermata Santiago Bernabéu.
Stadio fantastico, ricco di storia ed efficiente in ogni suo aspetto. Rispetto ad un “gigante” come lo stadio milanese di San Siro si può godere di un’ottima visuale del campo di gioco anche dagli anelli più distanti. La visita, effettuata durante il mese di luglio e perciò non durante un match, ha fatto venire la pelle d’oca a chi scrive queste righe… figuratevi se riuscirete ad assistere dal vivo ad incontro del Real Madrid!





Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti