BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

giovedì 9 febbraio 2012

Highlights 23° Giornata di campionato 2011/2012 Lazio 3 - Cesena 2

SCARICA LE FOTO DI LAZIO - CESENA

RISULTATO FINALE: LAZIO - CESENA 3-2
Lazio CESENA 3-2. Nel gelo dell'Olimpico appena 20 tifosi bianconeri. Debutti di Santana e Iaquinta. Primo pericolo al 3' con Klose che evita il fuorigioco ed a tu per tu con Antonioli fallisce. Pronta risposta dal duo Mutu Iaquinta , con quest'ultimo che scalda i guanti a Marchetti che si salva. Continua il pressing della Lazio che chiude l'ordinato CESENA nella sua metà campo. Colucci lancia lungo per Iaquinta a destra che si beve Biava ed effettua un rasoterra per Mutu che insacca da pochi massi (13')!!! CESENA in vantaggio!! Ledesma lancia per Klose che ancora una volta è tenuto in gioco da Rodriguez, stop di petto per il tedesco e calcio al volo ma sta volta il tiro è impreciso! Lazio vicina al pari (15'). Match piuttosto divertente e il CESENA si sta bene disimpegnando senza rischiare troppo dopo l'avvio meno sicuro. Al 29' di nuovo il CESENA si fa avanti: Iaquinta per la sovrapposizione in corsia di Ceccarelli che crossa per Mutu: stacco del rumeno perfetto tra gli estremi biancocelesti, ma la palla finisce alta sopra la traversa. Parolo lancia da centrocampo Mutu che palla al piede viene atterrato davanti a Marchetti da Konko. Rosso per Konko e rigore (33')! Iaquinta con freddezza segna all'esordio segnando alla sinistra di Marchetti che intuisce (36')!!! 2-0 per il CESENA e Lazio in dieci uomini!!! CESENA ancora in avanti con l'Olimpico ammutolito!! La Lazio prova a tirare su la testa ma fa fatica!!! CESENA che occupa la metà campo della Lazio in fase offensiva nel finale di primo tempo (44') e dopo un minuto di recupero si va negli spogliatoi.
Lazio in avanti, Hernanes si incunea in avanti e dal limite serve il ben appostato Klose ma la sua conslusione è fiacca e centrale (46'). Riapre i giochi Hernanes al 53', Klose trascina la difesa bianconera e poi serve per il Profeta che dai 16 metri scocca un bolide sotto la traversa! Offensiva del CESENA, Parolo ruba palla dalla trequarti e lancia Santana che entra in area e sfiora con un diagonale rasoterra il possibile 3-1 sul palo lungo (54')!!! Corner pericoloso per i laziali, Pudil non respinge bene di testa e favorisce la conclusione di Kozak sul secondo palo, fuori di poco (57'). Pari della Lazio: Kozak prolunga per Lulic da dentro l'area ed evita l'offside. Pari della Lazio al 60' in pochi minuti!! Tris della Lazio di nuovo con Kozaz: mischia in area, Comotto e Lauro pasticciano e l'attaccante calcia in rete trovando la deviazione a metà di Antonioli! Incredibile rimonta della Lazio. CESENA scomparso dal campo!!! Girandola di cambi dopo il colpo clamoroso della Lazio con Rennella, Del Nero e Guana che rilevano Iaquinta. Pudil e Santana. Crollo psicologico del CESENA che fatica a costruire. Comotto prova a riscattare la sua scialba prestazione con destro da fuori deviato, palla poco lontano dall'incrocio (84'). I cori dei tifosi recuscitati in forma di zombie si fanno sentire nel finale e dopo i tre minuti di recupero la Lazio esce vittoriosa dopo un primo tempo orribile. CESENA in balìa degli eventi. La retrocessione sarebbe meritata ora.

PAGELLE - Diamo i numeri!

Antonioli 5,5: salva all'avvio Klose ma è impotente nelle occasioni dei due gol che valgono momentaneamente il pari. Lascia a desiderare il buco sotto le gambe nel gol di Kozak. PORTA SCORREVOLE
Comotto 4: complice del delitto si macchia di tutte e tre le pugnalate. MERCENARIO
Rodriguez 4,5: soffre Klose, si riprende e poi cade clamorosamente sul piano psicologico. Troppi buchi in tutti i gol subiti. Kozak e Lulic gli sfuggono nei gol. CAPANNA SULL'ALBERO
Lauro 4,5: Candreva non crea molti problemi ma si squaglia nella ripresa. Troppi errori sulla fascia, complice nel 3-2 ed in almeno in altre occasioni importanti di copertura. K.O.
Santana 5,5: primo tempo di copertura e addirittura nella ripresa sfiora il gol. Non ha la gamba e piuttosto impreciso nella ripresa. 50%
Parolo 6: lancia Mutu nel 2-0, nell'harakiri del secondo tempo è l'ultimo insieme al capitano a non mollare. Ci prova dalla distanza senza fortuna. AUTOPSIA
Ceccarelli 5,5: copertura a destra saldata sin dall'inzio. Arriva la ruggine che lo paralizza anche in avanti e la Lazio colpisce. ARRUGGINITO
Colucci 6: dà l'avvio all'azione del vantaggio e tiene alta la guardia. Secondo tempo sotto tono, lavoro di copertura ma Hernanes gli sfugge. Klose è imprendibile. BANDIERA BIANCA
Pudil 5: primo tempo buono e rovina tutto nel secondo. AUTOLESIONISTA
Iaquinta 7: si beve Biava e Lulic, assist e poi gol. Esce nel secondo tempo a pochi minuti dall'inizio per Rennella. Finchè lui è in campo il Cesena è sugli allori. BUONA LA PRIMA
Mutu 5: trova il gemello del gol Iaquinta, procura il rigore. Secondo tempo nullo dopo la sua uscita, come il resto della squadra. GEMELLO SIAMESE
Rennella 5: troppo distante dalla squadra, mai servito dai compagni. Entra nel momento critico, come attenuante. MASCHERA
Del Nero 5: entra ed è ammonito. Si propone in avanti ma combina poco contro i suo ex compagni. Gonzalez è un problema sulla fascia. S-FINITO
Guana 5: il suo ingresso collima con la disperazione di un match iniziato totalmente in maniera diversa. La grinta è sempre dalla sua parte, ma questa volta non finisce come a Napoli. DAZIO

Arrigoni 5: inspiegabile primo tempo sugli allori e soprattutto nel secondo dove pare che la squadra abbia venduto la partita. La colpa non è sua ma della squadra. DOUBLE FACE

Curva Lazio 6: cantano sulle macerie di quel che resta del povero Cesena, non manca però il colore e gli stendardi per i beniamini. Pubblico non delle grandi occasioni ma si può capire il motivo.

Curva Cesena sv

INTERVISTE POST PARTITA
Edy Reja
"Questa è una squadra straordinaria. La soddisfazione di oggi è quasi come quella del derby. Non si abbatte mai, lotta sempre fino al 90′. A livello tattico è un collante, rientra, si sposta lateralmente, chiede palla tra le due linee. Tutti lo guardano come un esempio: mi aspettavo di allenare un bomber, in realtà è un giocatore completo che non dà riferimenti agli avversari. Kozak? Si è allenato soltanto due volte in settimana, aveva 20 minuti nelle gambe e ci ha risolto il problema: volevo due uomini lì davanti per impegnare i loro tre centrali. Quando recuperemo tutte le punte sarò contento: per ora Rocchi è fuori un mese e anche Alfaro sta recuperando. C’era sconforto all’intervallo. Avevamo sofferto all’inizio per motivi anche psicologici, sentivamo l’emergenza in difesa. Il primo gol arriva da una palla persa di Hernanes, a volte gli succede. Si è fatto perdonare, la sua gara è stata straordinaria. Oggi mancando Dias, Diakitè e Stankevicius ho deciso di rischiare, la linea difensiva era inedita. Forse avrei dovuto fare più sicurezza giocando con i tre dietro."

Daniele Arrigoni
"Adesso dobbiamo recuperare bene da questa partita, è una bella batosta. Dovremo lavorare sulla testa e restare positivi, questa partita ci dava la possibilità di attaccarci alle altre e ora diventa più difficile. La partita si era messa in una maniera che era da portare a casa. Nelle poche occasioni che abbiamo avuto eravamo stati cinici ma dovevamo gestire meglio la partita e invece alle prime difficoltà ci sciogliamo e il tutto in pochi minuti. Siamo un po’ calati nel secondo tempo, siamo stati meno aggressivi e li abbiamo lasciati giocare. E loro sono stati più bravi di noi. Abbiamo un attacco di grande livello che va supportato ma non è questo il problema. Il problema è che la squadra deve avere certezze diverse, deve sentirsi più sicura."

Libor Kozak
"Per noi è una grande vittoria, perchè perdevano 2-0 ed eravamo in 10. Sono contentissimo del mio goal dopo il rientro. E’ da martedì che sono con la squadra, avevo poca autonomia ma ora sono contentissimo. Il campionato è ancora lungo, noi puntiamo in alto ed oggi abbiamo dimostrato che tipo di squadra siamo."

Maurizio Lauro
"C'è stato un blackout nel secondo tempo, ci succede da un po' di partite, alla prima difficoltà ci sciogliamo come neve al sole. Non credevamo di aver già vinto però siamo crollati. Contraccolpo psicologico? Adesso giochiamo con il Catania ed è una partita importante ma lasciare i tre punti così... E' dura da spiegare. La difesa a tre? Era improvvisata è vero, ma avevamo fatto bene nel primo tempo, nel secondo tempo abbiamo subito goal in azione un po' strane, non dovute alla difesa a tre."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti