BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

sabato 10 dicembre 2011

Highlights 15° Giornata Campionato 2011/2012 Palermo - Cesena

SCARICA LE FOTO DI PALERMO - CESENA

RISULTATO FINALE: PALERMO - CESENA 0-1
Palermo CESENA 0-1. Primi minuti di studio al Barbera ma ilPalermo tende a far la partita mentre il CESENA punta in contropiede.Al 20' lampo del CESENA: Ghezzal prolunga per Mutu al limitedell'area il quale spara a botta sicura col destro ma Benussi susupera e respinge! Candreva prova a ribadire dalla distanza in retema svirgola abbondantemente. Nell'azione seguente ancora Mutu insolitaria spacca la difesa centralmente, Eder a sinistra si inseriscebene e per un pelo non inzecca l'angolo lungo con un perfettorasoterra. Palla a pochi centrimentri dal palo! Due palle gol inpochi attimi non sfruttate! Il Palermo a centrocampo non è moltovispo, Mutu ruba palla sulla trequarti (24') e lancia centralmenteEder, la sua conclusione dal limite va a lato. Risposta rosanero alminuto 26: Acquah lavora bene a sinistra, asse Ilicic – Miccoli peril centro destra, con di nuovo Acquah alla conclusione ma alta disoffio, Ravaglia sulla palla. Contropiede CESENA (30')e verticaleancora per Mutu, dal limite allarga per Candreva, ma la sua botta èdebole e Benussi salva in due tempi il risultato. Palermo vicinissimoal gol (35'): Miccoli serve a sorpresa la punizione dalla sinistra,Ravaglia da tiro ravvicinato di Silvestre in mischia devìa la pallae al secondo tentativo dei padroni di casa blocca la sfera.Incredibile parata! Primo tempo ricco di emozioni anche se acentrocampo si lotta molto e le difese sono state molto impegnate,concedendo da entrambe le parti qualcosa.
Secondo tempo che parte sulla falsariga del primo, occasione del CESENA che rompe la noia e gli sbadiglicon la traversa di Ghezzal sulla deviazione di Pisano (53'), servitoda un break di Parolo al centro. Ancora ospiti che insistono: Edercade al limite, fallo e punizione. Sulla battuta di Mutu forte ecentrale Benussi respinge con i pugni. Il gol è nell'aria ed arriva(dopo anni di astinenza) al 63': angolo dalla destra e Mutu stacca sututti insaccando il povero Benussi in volo che nulla può! E' ILVANTAGGIO! Munez atterra Parolo e si becca il secondo giallo delmatch: ROSSO e Palermo in dieci sotto di un gol! Il Palermo ènervoso e pecca nei falli ma ci prova costantemente in avanti comedopo un triangolo Balzaretti – Ilicic il difensore consegna aMiccoli che tenta il tiro dalla distanza. Ravaglia blocca in duetempi (71'). Ancora CESENA pericoloso: Von Bergen lancia dalla difesae Bogdani (entrato per Eder) serve bene Djokovic (entrato per Mutu).Il "tennista" allunga di prima per Candreva che è prontroper il tiro, ma la palla prende solo l'esterno della rete (79').Ancora in contropiede (82'), è l'arma che sta permettendo al CESENAdi avere supremazia, Ghezzal a destra vola incredibilmente e 2 contro2 supera Balzaretti, Ceccarelli in area da solo viene servito mastoppa la palla permettendo in sccivolata il recupero di Barreto. IlPalermo prova il forcing finale, ma il CESENA tenta di addormentareil match e ci riesce uscendo vincitore dal Barbera! Dopo le vittorieconsecutive il Palermo si arrende ed il CESENA risale di altri 3punti! Vendicata la sconfitta di Torino, prestazione più checonvincente dei bianconeri lontano dal Manuzzi.
PAGELLE - Diamo i numeri! [by Giunkolo]

Ravaglia 7: è il secondo portiere sulla carta ma stasera ha mostrato tutte le sue migliori doti. Piedi, mani, corpo: ogni parte del corpo val bene una parata. Futuro verdissimo per il post-Antonioli. BORANGA
Ceccarelli 6: ritorna in difesa, compito suo è tenere d'occhio il biondo Balzaretti ma non disdegna qualche sgroppata sulla corsia destra. Una volta ottenuto il vantaggio indietreggia e fortunatamente il terzino rosanero si infortuna e non crea altri pericoli. RITORNO ALLA BASE
Von Bergen 6,5: Miccoli? Un bimbo moccioso. Pinilla? L'episodio dell'anno scorso è acqua passata. Preciso e mai fuori luogo, annulla i due punteros locali con la solita (apparente) facilità. ERASER
Rodriguez 6,5: l'uomo venuto dal Sud America conferma ogni giornata di essere un buonissimo centrale difensivo. Mai un intervento moscio, la grinta è il suo pane quotidiano. DIEGO LUGANO VERSION 2
Rossi 6: provato in tutti i ruoli della linea arretrata durante la prima parte di questa stagione, questa sera si impegna a dovere e non rimedia la solita figuraccia sulla fascia mancina. Dai suoi binari passano pochi treni, lenti e in ritardo. 6 POLITICO
Parolo 6: per una volta impegnato in meri compiti di marcatura e copertura, si conferma centrocampista capace di agire in più posizioni. Rare conclusioni che non impensieriscono Benassi, alza la muraglia dopo lo 0 a 1. POLIFUNZIONALE
Guana 6: il Manolo Pestrin della massima serie si conferma giocatore rognoso ed efficace. Ilicic è tornato il pulcino bagnato dei primi mesi autunnali anche grazie alla prova dell'ex di giornata. BRUCE LEE
Candreva 6: torna titolare dopo qualche settimana passata in sosta ai box e a fare qualche giro di warm-up. Suo il corner-assist vincente per Mutu. Il motore è ancora ingolfato, la qualità si vedono ma restano ancora offuscate a causa di una forma fisica non eccellente. Arrigoni deve trovare le giuste misure per il numero 8. RODAGGIO
Ghezzal 6: schierato esterno nel 4-2-3-1 voluto da mister Arrigoni, parte malissimo e lascia presagire una serata ricca di palle perse e imprecazioni dei tifosi. Improvvisamente si sveglia e i piedi storti tornano nella posizione naturale. Un suo assist al bacio non viene sfruttato da uno smarcato Bogdani. LENTA RISALITA
Mutu 7: onnipresente nella zona che va dalla trequarti all'area piccola avversaria. Sempre alla ricerca del pallone, non tenta giocate inutili. Una sua conclusione viene deviata dall'ottimo Benussi, ha modo di rifarsi con il gran gol di testa sull'angolo battuto da Candreva. Questo è il Mutu che tutti vogliamo. RISOLUTORE
Eder 6: la migliore prestazione del brasiliano da quando è approdato a Cesena (fatto salvo l'amichevole estiva a Gubbio). Trova la porta per la prima volta dopo mesi di nebbia fitta, a fermarlo è solo l'estremo difensore palermitano. 75 minuti di discreta qualità, era ora! LENTA RISALITA-BIS
Bogdani 6: il Cesena è in vantaggio in trasferta, i tre punti fanno comodissimo ai romagnoli... e Arrigono toglie Eder per mettere la torre albanese, alla faccia della mentalità catenacciara tutta italiana. Le palle lunghe dei difensori diventano merce pregiata per l'attaccante ex Chievo. Solo davanti a Benussi, spreca un passaggio smarcante effettuato da Ghezzal. ADRENALINA A MILLE
Djokovic 6,5: può un giocatore prendere voto giocando soltanto 16 minuti? Certo, l'importante è che l'interessato faccia qualcosa per mettersi in mostra. Obiettivo del Cesena era quello di salvare capre e cavoli e mantenere il vantaggio: lo slavo sporca tutti i palloni transitati dalla sue parti, corre come un indemoniato e mette la sua firma in questa importante vittoria esterna. POSITIVO

Arrigoni 6,5: sale sull'aereo e conta i passeggeri del volo, effettua una verifica dei presenti a metà viaggio di andata e una volta arrivato in Sicilia controlla i documenti di ognuno. Tante le defezioni che hanno costretto il mister di Borello a schierare una formazione d'emergenza in un modulo anomalo e "leggerino" ma che è risultato utile a per portare a casa il secondo successo fuori dal Manuzzi. Rossi terzino sinistro è stato un esperimento rischioso così come regalare l'ennesima opportunità da titolare a Ghezzal. Eder si è comportato benino, Mutu ha fatto il Mutu. Vuoi vedere che ha ragione lui quando dice che i litigi tra i giocatori durante l'allenamento sono segnali di nervosismo intesi come un desiderio di imporsi e di vincere? PARACADUTISTA

Curva Palermo s.v.

Curva Cesena s.v.


INTERVISTE POST PARTITA
Igor Campedelli
"L'abbraccio tra Mutu e Arrigoni è sinonimo che l'allenatore ha saputo dare grande autostima ai ragazzi. Gli ho dato una bella stretta anch'io, più vigorosa. Oggi Adrian ha trascinato la squadra. Tecnicamente è capace di fare ogni cosa, gli chiediamo di darci una mano e lui oggi lo ha fatto, andando a spronare tutto il centrocampo e la difesa."

Devis Mangia
"Abbiamo fatto una partita pessima, presa nel modo sbagliato, forse sottovalutata. Quando fai le pessime partite è giusto che vincano gli altri. Il Cesena ha meritato. Abbiamo corso meno di loro. Se pensiamo di fare risultato correndo meno degli avversari, ci sbagliamo di grosso. Abbiamo sbagliato partita. Dobbiamo capire che così non va e ripartire. Ho provato in tutti i modi a scongiurare questo rischio, ma non ci siamo riusciti. Fortunatamente qualche punto lo abbiamo messo via, dobbiamo tirare una linea e ripartire. Altrimenti è giusto non fare risultato. Ho sempre ragionato una partita per volta, dobbiamo capire i nostri errori. Tra l'altro ringrazio il pubblico per aver salutato la squadra dopo la sconfitta, più che chiudere scusa alla gente non so che altro dire. Ma rimane il fatto che abbiamo sbagliato ed è importante apprendere dagli errori".

Marco Parolo
"Arrigoni ci ha dato grinta e fiducia. Prima non avevamo la corsa e la forza necessaria per reagire. Se Mutu continuasse così, sarebbe un grande Cesena."

Adalkaber Ghezzal
"Il Mister ci ha chiesto di giocare come a Torino. Fortunatamente il Palermo non ci ha messo troppi pensieri, anche se ha avuto le sue occasioni. Con l'uomo in più ed il vantaggio acquisito siamo stati più sicuri ma non abbiamo abbassato la guardia."

Martins Eder
"Quella contro i rosanero è una vittoria importantissima anche in considerazione dei risultati delle altre squadre. Possiamo aspettare con serenità Napoli-Novara e presentarci nelle migliori  condizioni al prossimo impegno contro l’Inter. La nostra vittoria contro il Palermo prende maggiore valore se si considera che i rosanero non avevano mai perso in casa. Arrigoni è stato bravo a caricarci al meglio. Poi con Mutu tutto diventa più semplice."

Adrian Mutu
"Sapevamo che il Palermo in casa non aveva mai perso, ma siamo stati aggressivi e abbiamo cercato la vittoria durante tutto l'arco della partita. Ora dobbiamo continuare così, in casa ed in trasferta lottare sempre. I prossimi impegni con Inter ed Atalanta saranno importantissimi per fare punti."

Nicola Ravaglia
"Per noi è una vittoria importantissima perché ci dà morale, aggiusta la nostra classifica e ci permette di arrivare alla partita contro l’Inter con maggiore serenità."

Matias Silvestre
"Siamo stati meno bravi del solito. Nel primo tempo abbiamo avuto qualche occasione da gol, il loro portiere è stato bravo. Nella ripresa l’espulsione ha creato qualche problema. Abbiamo provato a segnare, ma non ci siamo riusciti. In settimana abbiamo lavorato bene, ma non abbiamo dimostrato questo sul campo. Mangia temeva giustamente la partita. Ora dobbiamo fare un duro lavoro e pensare al Siena e al derby per poterci riprendere."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti