BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

domenica 4 dicembre 2011

Highlights 14° Giornata Campionato 2011/2012 Juventus 2 - Cesena 0


SCARICA LE FOTO DI JUVENTUS - CESENA

RISULTATO FINALE: JUVENTUS - CESENA 2-0 [By iColas7]
Juventus CESENA 2-0. Il CESENA esce sconfitto per 2-0 allo Juventus Stadium dalla partita contro la Juve , valevole per la 14° giornata di campionato. I romagnoli, privi di Ceccarelli e Comotto, sono costretti a scendere in campo con il duo Rossi-Ghezzal sulla fascia destra. I bianconeri di Torino invece cercano l'ennesimo successo per consolidare il primo posto ai danni dell'Udinese e del Milan. I padroni di casa partono subito forte: al 7' Pepe cede il pallone a Matri che da buona posizione spara alto. Dopo appena 3' la Juve chiede un penalty per l'atterramento di Lichtsteiner da parte di Rodriguez in area di rigore. L'arbitro concede calcio d'angolo, nonostante il contatto ci sia effettivamente stato ma al di fuori del rettangolo. Il CESENA non riesce a ripartire, sulle fascie è inesistente e in attacco Mutu e Bogdani non vengono mai serviti: il reparto centrale va spesso in difficoltà e non riesce a far da collante tra difesa e reparto. Nell'arco di 15' vengono ammoniti sia Ghezzal che Rossi, dimostrando come il CESENA da quella parte sia veramente in difficoltà. La Juve continua ad attaccare senza sosta, non trovando però la via del gol. Al 43' Chiellini viene messo giù in area dopo un contatto con Von Bergen: il centrale juventino chiede il rigore, ma il fallo è stato commesso proprio da lui, nonostante le lamentele del pubblico. Il primo tempo termina con la palla gol capitata sui piedi di Vucinic, che a due passi dalla porta non sfrutta l'assist di Chiellini. Nel secondo tempo Arrigoni sostituisce Bogdani per Malonga, sperando che la sua squadra riesca a ripartire con più velocità e a far male alla Juventus. Al 53' altra palla gol per la Juve: Chiellini crossa da sinistra per l'accorrente Pepe, che tutto solo mette a lato dopo aver colpito di testa. Nel frattempo per i padroni di casa entrano Quagliarella e Del Piero, sostituendo Matri e Vucinic. Al 63' Rossi rifila un calcio in faccia al numero 10 juventino, che rimane a terra: Del Piero, sanguinante, viene soccorso dallo staff bianconero e portato fuori dal campo, per poi essere sostituito dall'ex Giaccherini. Sarebbe stata giusta la seconda ammonizione, con conseguente espulsione per il terzino destro che oggi non ne ha indovinata una. Il primo tiro per il CESENA arriva al 65', quando Martinho, dopo una bella cavalcata sulla fascia di sinistra, calcia in porta, trovando l'opposizione di Buffon. Dopo 72' di sofferenza, arriva il vantaggio della Juve, firmato da Marchisio, che beffa Antonioli con un potente sinistro sul palo del portierone bianconero. Arrigoni prova a inserire la freccia, cambiando Martinho e Malonga per Eder e Candreva. All'81' l'episodio che ha fatto più infuriare i romagnoli: Antonioli in uscita anticipa in maniera pulita Giaccherini, che cadendo al suolo, inganna l'arbitro che assegna il rigore e addirittura estrae il rosso all'indirizzo del numero 1 del CESENA. Dal momento che il Cavalluccio ha già effettuato tre sostituzioni, in porta ci finisce Rodriguez, che indossa per la prima volta in vita sua la casacca verde del portiere. Dal dischetto si presenta il cileno Vidal che spiazza il nuovo portiere del CESENA chiudendo i conti sul 2-0.

PAGELLE - Diamo i numeri! [by Giunkolo] 
Antonioli 6,5: salva la baracca in diverse occasioni, ingiustamente mandato sotto la doccia da Doveri per l'inesistente fallo su Giaccherini. ROSSO SOSPETTO
Rossi 5: fuori luogo e spesso anche fuori tempo. Oggi non doveva spingere ma solo difendere, cosa che non gli e' riuscita. Unica nota positiva il calcione nel bel viso di Del Piero. STONATO
Rodriguez 6: regge bene l'urto contro Matri e Quagliarella, non puo' nulla sul gol di Marchisio. Chiamato a sostituire Antonioli negli ultimi minuti, non riesce a parare il rigore. DOPPIO RUOLO.
Von Bergen 6: tiene eretta la muraglia romagnola per 70 minuti, pochi modi raffinati e tanti palloni spazzati lontano dall'area. NETTURBINO
Lauro 5,5: vale in parte quanto detto per Rossi, unica differenza l'impegno mostrato. Lichtsteiner, tuttavia, e' di un'altra pasta. GLADIATORE SCONFITTO
Ghezzal 4: non male l'ala sinistra della Juventus, peccato che indossi la maglia sbagliata. Pochi palloni giocati, tutti finiti nello scarico del water. ESTREMA INUTILITA'
Guana 5,5: in difficolta' ad affrontare i centrocampisti juventini. Marchisio e Vidal gli provocano un fastidioso mal di testa. MOMENT
Parolo 5: non riesce ad impostare una singola azione in 90 minuti, quando ha la possibilita' di giocare palla questa termina sempre nei piedi di Barzagli e Bonucci. FRETTOLOSO
Martinho 5,5: e' suo l'unico tiro in porta. Sta crescendo piano piano, puo' diventare un buonissimo esterno. Tanta corsa ma poca concretezza, a Palermo puo' fare di meglio. ACERBO
Mutu 4,5: quasi non pervenuto. Non cerca mai il pallone, non pressa mai e una sua palla persa annesca una ripartenza che poteva portare la Juve sul 3 a 0. LATO NEGATIVO
Bogdani 5,5: a differenza del romeno riesce a farsi vedere, seppur con scarsi frutti, dai compagni nel corso delle (rare) azioni offensive. Arrigoni pesca dal sacchetto dello sostituzioni e lo toglie. PART-TIME
Malonga 5,5: giusto il tempo di togliere la tuta, fare due scatti e uscire. Non riesce ad incidere sul match per colpa anche del mister. TOCCATA E FUGA
Candreva sv:
Eder sv:

Arrigoni 5: ok andare a Torino per raccogliere il punticino, sbagliato l'atteggiamento tattico e alcune scelte applicate. Ghezzal e Rossi esperimento fallito gia' in partenza: un mediocre attaccante trasformato in ala ed un centrale da serie B proposto terzino non possono dare garanzie in una partita di questo tipo. Caos offensivo con Mutu e l'inspiegabile rotazione Bogdani/Malonga/Eder. La bussola e' rimasta a Villa Silvia, occorre ritrovarla per ritornare sulla strada della salvezza.

Curva Juventus 6,5: giochi in squadra contro il Cesena e lo stadio è abbastanza pieno. La voglia di tornare in vetta alla classifica si vede anche nell'affluenza contro la penultima in classifica. Bandiere e striscioni non mancano.

Curva Cesena 6,5: presenze di alto livello anche se di certo molti erano degli infiltrati di sponda juventina. Magari vedere così tante persone anche a Palermo sabato sera.

INTERVISTE POST PARTITA
Daniele Arrigoni
"Marchisio è stato bravissimo in occasione del gol e da li in poi la partita per la Juventus è stata in discesa. Abbiamo giocato una gara ordinata e abbiamo rischiato poco, ma non siamo mai riusciti a ribaltare l'azione e renderci pericolosi, anche per merito della Juventus. Il rigore e l'espulsione, che non mi sembrava ci fosse, ci ha tolto la speranza di poter recuperare nel finale. Mi spiace soprattutto perché così perdiamo il portiere che per noi è importantissimo."

Antonio Conte
"Sono molto contento per la prestazione dei ragazzi. Alla fine del primo tempo ho detto ai giocatori di stare tranquilli perché prima o poi la gara l'avremmo sbloccata per come giocavamo. Agli esterni ho detto di stare larghi per rendere difficile la vita alla difesa romagnola, senza intasare la zona centrale del campo. Siamo stati bravi a tenerli bassi con il nostro pressing. Noi adesso pensiamo solo alla Coppa Italia, che è un obiettivo stagionale importante a cui tengo molto."

Claudio Marchisio
"Del Piero lo abbiamo visto a fine partita, stava bene ma i colpi alla testa sono pericolosi, ci siamo preoccupati, bisognerebbe fermare il gioco in questi casi.
La vittoria è stata importante, non potevamo rovinare le vittorie con Roma e Lazio. Tre punti ci danno fiducia per rimanere vicini a Milan ed Udinese."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti