BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

sabato 10 settembre 2011

HIGHLIGHTS 2° giornata Campionato 2011/2012 - Cesena 1 - Napoli 3

SCARICA LE FOTO CESENA - NAPOLI

RISULTATO FINALE: CESENA 1 - NAPOLI 3
CESENA Napoli 1-3. Pubblico delle grandi occasioni con quasi tutto lo stadio Manuzzi esaurito. Temperatura abbondantemte sopra la media, molta umidità e caldo. Scoppio col turbo del CESENA subito in avanti al 2', angolo di Mutu, Benalouane stacca imperioso e colpisce a botta sicura, non centrando però la porta. Nell'azione successiva però è il Napoli a passare in vantaggio in maniera furbesca. Difesa ingenua, con Lauro - Benalouane che da una rimessa laterale si lasciano sfuggire Lavezzi, tutto solo infila l'incolpevole Ravaglia. Il Napoli si chiude ed il CESENA con Eder e soprattutto Candreva guadagna metri. I partenopei sfruttano al meglio il contropiede e potrebbero raddoppiare il vantaggio già acquisito, Dossena dalla sinistra infila un bellissimo cross, Maggio tenta la conclusione a rete ma frana a terra e la mette fuori a due passi dalla rete (20'). Il CESENA non demorde, questa volta sempre su palla alta ci prova Comotto ma la palla finisce a fondo campo (23'). E' il preludio per il pareggio. Eder lavora bene a destra, infila per Guana che anticipando Cannavaro batte a rete De Sanctis (24'). Il Manuzzi esplode di gioia. Il Napoli non ci sta ma produce poco, prima Santana (28') dalla distanza e poi Inler (30') ma la palla non va a rete. Al 38' Cavani non sfodera un tiro potente su angolo e Ravaglia la fa sua facilmente. Doppia risposta del CESENA con Mutu (42') e Candreva (45'), entrambi da tiro al volo, De Sanctis non si lascia sfuggire nulla e si va sul riposo col pari. Il secondo tempo vede il Napoli sugli scudi. Lavazzi mette un palla velenosa per Maggio ma Ravaglia blocca tutto (48'). Al 55' però c'è la svolta che cambierà il match: ingenuità di Benalouane che già ammonito interviene con il braccio sul passaggio di Campagnaro in direzione di Cavani. Secondo giallo ed espulsione, fuori Colucci in ombra e dentro Rossi. Al 66' Candreva salva tutto su calcio d'angolo sulla linea ma un minuto dopo il Napoli raddoppia: tap-in di Campagnaro sugli sviluppi di un calcio d'angolo dalla destra, decisivo il cross basso di Hamsik da dentro l'area che non lsacia scampo alla difesa bianconera. Hamsik, entrato da poco, sfodera un destro da posizione defilata ma Ravaglia respinge con i pugni! Il CESENA si difende come può.. Al 76' anche Cavani ci prova ma nuovamente Ravaglia chiude lo specchio. Esordio buono nonostante le reti subite. Nel Napoli era entrato anche Pandev che si divora un gol facilissimo. Maggio attacca la profondità a destra, entra tutto solo in area e poi appoggia generosamente al macedone che col piatto, e soprattutto a porta completamente vuota, calcia sulla traversa (85')! Nell'azione successiva però arriva la terza rete di Hamsik, tutto solo ha il tempo di infilare l'incolpevole Ravaglia (86'). Il match si chiude così, buono solo il primo tempo del CESENA, poi con l'espulsione si sono rotti gli equilibri e la classe del Napoli è venuta fuori. Ora si guarda avanti, senza perdersi d'animo.

PAGELLE - Diamo i numeri! [by Giunkolo]
Ravaglia 6: piglia tre pere ma le colpe non sono sue. Si riscatta chiudendo la porta a Cavani lanciato a rete. Certamente da ora in avanti Benalouane non sarà più suo vicino di posto a tavola. ESORDIO SFIGATO
Comotto 6: non domina la fascia, Lavezzi e Dossena lo costringono a sgancairsi di rado in avanti. La grinta, nonostante tutto non gli manca. INCATENATO
Benaluane 3: prima lascia Lavezzi libero di pascolare e segnare, poi si improvvisa giocatore di pallavolo con un bagher pregevole sulla trequarti che gli regala il secondo giallo. Prestazione tra il pessimo ed il ridicolo. E' così fondamentale per la squadra? GRAZIE E ARRIVEDERCI
Von Bergen 6: prova a rimediare qua e là le dormite dei compagni di reparto ma fa quello che può. Come è noto, quello che faceva i miracoli non ha fatto una bella fine... MAL ACCOMPAGNATO
Lauro 5,5: all'incirca vale quanto detto su Comotto, con la differenza che dalla sua parte trova Maggio. L'avversario napoletano non pare in formissima ma riesce a limitare il nostro terzino. ACHILLE MIGNON
Parolo 5: due stagioni con i fiocchi, tutto bello, tutti felici... fino a stasera. Non incide come al solito sull'andamento del match, da lui Cesena pretende di più. COLPO IN CANNA
Colucci 5: perde palloni per quanti ne passino dai suoi piedi, viene sostituito giustamente. L'esordiente della serata pare essere il capitano, altro che Ravaglia. DISATTENTO
Guana 6: è il più sveglio dei tre della mediana, segna un gol inaspettato. Non è avvezzo a metterla dentro ma è bravo a farsi pesacre in area da Eder. Cala alla distanza come il resto dei colleghi. SURPRISE
Eder 6: inizio scoppiettante, con la palla ai piedi sembra imprendibile. Sgancia l'assistenza a Guana per il pari bianconero momentaneo. Nella ripresa va a corto di idee ed energie, esce per Bogdani che garantisce maggior "peso" in avanti. EVINRUDE
Mutu 5,5: anche il romeno parte benone, lancia lungo e la passa di tacco per la gioia del pubblico romagnolo. Come il resto della compagine, si spegne piano piano. E' il bomber della squadra ma non prova mai il tiro, ahia. MEZZA PENSIONE
Candreva 6,5: mica male Antonio! Dopo un precampionato da mezzala, Giampaolo lo sposta esterno sinistro d'attacco ma l'ex Parma fa un figurone e pare non fermarsi mai. E' l'unico dei suoi a rendersi pericoloso per i napoletani. Prego, continuare così. GOOD JOB
Rossi 5,5: sostituisce sostanzialmente il franco-tunisino con risultati non eccelsi. E' vero, in inferiorità numerica nulla è semplice, ad ogni modo l'ex Bari non pare ancora all'altezza di un posto fisso in Serie A. SPAESATO
Bogdani 5,5: con il Magico Cesena in dieci uomini, il mister prova a metterla sul fisico. Nulla da fare, Erjon spizza due palle e poco altro. FARO SPENTO
Martinez 6: data la posizione occupata ed una vaga somiglianza fisica a Della Morte, il sottoscritto ha accusato un abbassamento della pressione (rianimato con birra, ndr). La situazione migliora quando prova a saltare seppur spesso inutilmente, i diretti avversari. NON E' IVANO!

Giampaolo 6: vuoi le poche alternative in difesa, vuoi Benalouane pallavolista, vuoi Mutu spento, i giocatori hanno perso la contesa con le proprie mani (in tutti i sensi). Il mister ha fatto le mosse giuste, il Napoli è tosto e vincere era comunque un'impresa. INCOLPEVOLE

Curva Mare Cesena 6: ottime presenze e finalmente torniamo di sopra con il gruppo ultras. Solo i Viking86 rimangono al loro posto storico di sotto. Cori, stricioni e bandiere non mancano. La voce si affievolisce enormemente dopo l'1-2 azzurro. Attimi di tensione, falsa, per due o tre magliette azzurre comparse dentro la Mare Superiore con lo sponsor LETAME - HERA al posto di Lete, l'acqua. Allarme rientrato, una goliardata!

Curva Ferrovia Napoli 6: tutto esaurito nella Ferrovia con qualche comparsata non di poco conto nei distinti, zona inferiore, nuovi di zecca. Questa volta nessun trafferugio degno di nota. Qualche screzio lo si è visto nel pre partita con le simpatiche magliette azzurre sfidare la marea bianconera andando a recarsi nei distinti. Gli applausi e bandiere non mancano mai, solo la voce...

INTERVISTE POST PARTITA
Mister Marco Giampaolo
"Abbiamo preso gol su un'azione che avevamo preparato. Siamo stati bravi a reagire in velocità e con buon gioco. Siamo arrivati ad una parità meritata ma in dieci siamo dovuti arretrare e lì sono venute fuori le occasioni che ci hanno portato alla sconfitta.
Benalouane? Ha fatto una grande partita, ha commesso qualche errore e lavorerà per cambiare. Buoni invece Eder, Mutu e soprattutto Candreva che hanno brillato questa serata negativa."

Mister Walter Mazzarri
"Il Cesena è un’ottima squadra, si è rinforzata tanto quest’anno. Ho visto delle belle cose stasera, ma anche tante brutte. Bisogna soffermarsi su certi aspetti. Sui passaggi, per esempio, bisogna marcare l’uomo. Siamo stati troppo leggeri in alcune circostanze, ci è andata anche bene direi. La prossima sarà una settimana terribile, ma è iniziata bene però. Il Manchester City ha già disputato diverse partite, sono quindi più rodati di noi. Cercheremo di prepararla al meglio in questi tre giorni e di fare bene in Inghilterra."

Ezequiel Lavezzi
"Abbiamo cominciato bene la stagione, era importante vincere e ci siamo riusciti. Questo successo fornisce il giusto morale per andare in Inghilterra determinati. Il City? Ogni partita è diversa, questo successo ci darà fiducia per giocare bene a Manchester. Aguero in gol tre volte quest’oggi contro il Wigan? Speriamo che non segni mercoledì."

Nicola Ravaglia
"Emozioni? Una partita piena di emozioni, se fosse stato un altro risultato sarebbe stato meglio ma va bene così. Ricordo? L'esordio in Serie A è un evento importante, spero sia un punto di partenza per farne anche altre. Napoli? E' una squadra forte, imbottita di campioni, ma io ho trovato un bel Cesena. Attacco azzurro? Non c'è solo un grande attaccante, tra Cavani, Lavezzi, Santana, anche Maggio. Difesa? Non siamo riusciti ad avvisarci in tempo sul primo goal, però pazienza. Ho provato ad avvisarli ma non sono riuscito a causa della confusione. Terreno sintetico? La palla schizza molto, è un po' più difficile per i portieri ma ci alleniamo tutti i giorni sul sintetico per capire bene la velocità della palla."

Hugo Campagnaro
"Questo sintetico mi piace, il manto erboso è morbido e si può giocare tranquillamente. E' stata una brutta estate per me, ora è passata e bisogna guardare avanti. Pronto per Aguero? Pronti bisogna esserlo sempre, sappiamo i giocatori forti che hanno loro. Mi hanno detto che ha messo a segno una tripletta oggi, ora bisogna trovare le soluzioni per non farlo giocare come sa lui."

Gianluca Comotto
"Nel primo tempo abbiamo creato molto e giocato bene. Abbiamo preso gol su una rimessa laterale. L'espulsione ci ha penalizzato. Undici contro undici abbiamo tenuto testa al Napoli. Ho visto un Napoli offensivamente straordinario. Le alternative ci sono, la Champions dà grande entusiasmo, l'importante per loro sarà affrontare questa competizione nel modo giusto. Se ti limiti a difendere dieci volte su dieci perdi."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti