BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio

martedì 31 maggio 2011

News Ac Cesena 31-05-11

Notizie calciomercato. Sul capitolo allenatore ieri il Presidente Igor Campedelli ha incontrato al Manuzzi Giampaolo facendogli visitare lo stadio e anche il Centro Sportivo di Villa Silvia.  L'altro nome papabile è sempre quello di Stefano Pioli, entro la fine della settimana si deciderà il nuovo allenatore del Cesena Calcio. Continuano le trattative per riportare a casa sia Volta che Pozzi (Sampdoria) ma anche Davide Biondini (Cagliari) ed un'altra vecchia conoscenza: Mirko Valdifiori (Empoli). Sul centrocampista biancoazzurro però si è mosso anche il Cagliari di Cellino.
Steve Von Bergen si avvia verso l'Udinese. Il club friulano infatti cedendo Zapata lo vorrebbe acquistare a titolo definitivo, magari mettendo sul piatto anche Pasquale. La concorrenza perà è agguerrita infatti Atalanta, Palermo e Fiorentina.
La trattativa per portare il rumeno Adrian Mutu al Cesena si complica. La Fiorentina infatti non vuole cedere a titolo gratuito il forte attaccante e lo vorrebbe far entrare nell'operazione Parolo in sostituzione del sempre più lontano Montolivo. Milan e Galatasaray sono entrate nell'operazione.
Andrea Rossini e Fabio Cusaro (in prestito entrambi al Foligno) stanno attraversando un periodo magico di crescita personale e nella prossima sessione di mercato molti dirigenti ed osservatori come di Albinoleffe e Rimini sarebbero interessati all'acquisto dei due giovani talenti, soprattutto per il primo, portiere classe '90. 

Il procuratore di Adrian Mutu, Giovanni Becali valuta tutte le possibilità di mercato per il suo assistito.
"Entro l’inizio del nuovo campionato sa­rà tutto chiarito. Adrian, finalmente, po­trà pensare soltanto a giocare, senza do­versi più preoccupare del futuro. Il fu­turo sarà nel suo segno e Mutu lo dimo­strerà fin da subito. Non è stato facile per lui lavorare sapendo di avere sulle sue spalle un peso così importante. I legali del proprietario del Chelsea stanno sondando le posizioni di Juven­tus e Livorno per il risarcimento. E’ evidente che da tutta questa situa­zione non è stato certo il giocatore ad uscirne avvantaggiato. Il Cesena nel suo futuro? Il Cesena è una società solida, con un presidente straordinario. E’ una socie­tà ambiziosa, ma allo stesso tempo con­creta. Mutu ha un ingaggio molto im­portante e questo, sicuramente, rischia di diventare un ostacolo. E poi, Adrian ha ancora un anno di contratto con la Fiorentina. Piste estere? Il Galatasaray non è una soluzione fantasiosa, ma ripeto che Mutu ha anco­ra un anno di contratto con la Fiorenti­na."

Marco Parolo commenta un suo probabile addio ai colori bianconeri.
"Ma il mio futuro è an­cora tutto da scrivere. Anche perché, non dimentichiamo­celo, il mio cartellino è a me­tà fra Cesena e Chievo... Ci sono trop­pe variabili in gioco. Po­trei anche re­stare a Cese­na, Campe­delli sa quanto mi piace questa piazza. Io ho ancora bisogna di cre­scere e per ma­turare, il sottoscritto, ha bi­sogno di giocare con conti­nuità."

Sebastiano Rossi torna in tribunale dopo il fattaccio dell'aggressione al bar Mascherpa di Cesena in centro a danni di un Carabiniere. I fatti questa volta risalgono al 2006, ma non sono chiarissimi.  In seguito ad un “dialogo serrato” tra un cliente ed una delle sue ex bariste dipendenti del bar “Roma”, che allora gestiva, avrebbe avuto una reazione pagata con una denuncia per sequestro di persona e violenza privata. Secondo la querelante, chiuse la porta del bar e trattenne all’interno, per un paio di ore, due giovani che lavoravano per lui, pressandole con insulti e tirando bottiglie. Dopo aver ascoltato 3 testimoni, il giudice ha rinviato tutto ad ottobre per vagliari meglio le testimonianze.
Poi un'altra seduta è stata aperta: questa volta per una querela presentata dal cesenate Gabriele Passerini non solo contro lo stesso Rossi, ma anche contro un amico dell’ex portierone: Nicola Penta.  Le accuse a carico dei due imputati fanno riferimento a litigi burrascosi e minacce, iniziati fin dal 2003. Il giudice Dovesi ha però rapidamente disposto un rinvio al 18 luglio, perché sono in corso trattative per cercare di arrivare a remissioni di querela reciproche: Passerini, in un’altra circostanza, è stato infatti denunciato dai suoi rivali, per vicende simili a quelle che rimprovera loro. Se prima della prossima udienza non si raggiungerà un’intesa pacificatrice, si entrerà nel vivo del processo e si inizieranno a sentire i vari testimoni indicati dalle parti (una quindicina).

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti