BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

mercoledì 25 maggio 2011

News Ac Cesena 25-05-11

Da lunedì 23 maggio la prima squadra ha terminato il proprio campionato e le sedute di allenamento a Villa Silvia.

Luis Antonio Jimenez ha parlato ieri al Corriere dello Sport riguardo il suo passaggio possibile, ma difficile, a titolo definitivo dalla Ternana (sua società d'appartenenza) al Cesena Calcio di Igor Campedelli.
"Per ora non voglio pensare che il gol di Genova sia stato una sorta di addio, an­che perché, come ben sapete, il Cesena ha un dirit­to di riscatto sul mio cartellino da esercitare con la Ternana en­tro il prossimo 30 giugno. Sono il primo a dire che la situazione è molto complicata, anche perché è molto difficile trattare con il mio vecchio club. Però, ora come ora, non mi sento di escludere niente. Anche la scorsa estate nessuno pensava al sottoscritto arruolato fra le fila del Cesena. Invece, Campedelli, è riuscito in­credibilmente a fare il miraco­lo." 

Notizie calciomercato. Già due settimane fa era spuntato il nome di un nuovo talento giapponese: Takashi Usami (Gamba Osaka). Ebbene a distanza di poco tempo sembra che la trattativa sia ad un passo dalla conclusione per portare il forte attaccante nipponico ad essere l'erede di Yuto Nagatomo che finirà all'Inter (cifra totale di 6milioni €). Su di lui però il Bayern Monaco sta stringendo per una cifra di 4milioni € quindi l'affare può sfumare.
Sempre per il reparto avanzato Campedelli guarda soprattutto ai calciatori giovani e a parametro zero come Vincenzo Rennella (Genoa ma in prestito in Svizzera al Grasshoppers). A giugno però il Genoa lo lascerà andare senza clausole per cui sarebbe un buon colpo visto che l'italo svizzero ha 23 anni. Su di lui però ci sono anche gli oltr'alpe degli Young Boys.
Come sostituto di Massimo Ficcadenti il Cesena sta puntando molto su Stefano Pioli: l'ormai ex Chievo Verona però ha incontrato Sabbatini della Roma e ha anche il Siena che lo vorrebbe portare in Toscana al posto dell'uscente Conte per la Juventus. Rimangono come "sostituti" Giampaolo (oneroso?) e Atzori (l'alternativa anche per il Siena neopromosso). Bocciati quasi definitivamente Ventura, Sannino (verso Palermo), Tesser e Di Francesco (poca esperienza e prolungamento sino al 2014 a Pescara).
Da Firenze, con l'uscita verso Juventus o Inter (sul piatto magari Davide Santon che però interessa anche a Campedelli) per Riccardo Montolivo, i legami si stanno stringendo per la cessione di Marco Parolo. La Fiorentina infatti cerca un sostituto ideale al suo mediano e già da gennaio il nome di Parolo era già uscito. La concorrenza però è forte per l'ex Chievo Verona (che ne detiene l'altra metà del cartellino col Cesena Calcio): Inter, Palermo e Genoa sono le altre candidate. In alternativa sul piatto potrebbero andare Felipe (anche se bocciato a quanto pare dalla dirigenza di Corso Sozzi) e soprattutto il pupillo del Presidente, Adrian Mutu a parametro zero. La Fiorentina così farebbe cassa con la cessione di Montolivo, si libererebbe di Mutu a parametro zero però, e del suo ingaggio a 5milioni € netti all'anno trovando la soluzione ai mali del centrocampo. Sempre a 0€ anche Avramov è pronto a trasferirsi in riva al Savio come numero 12 e vice di Antonioli che rinnoverà in settimana (lunedì sera c'è stato il primo incontro tra le parti per un'altra stagione).
Da Bergamo, sponda ovviamente Atalanta neopromossa in Serie A, il rientro di Fabio Caserta sembra scontato. Dopo la buonissima stagione macinata dal mediano, sembra che l'Atalanta voglia trattenerlo. Lo scorso anno invece era giunto in prestito a Cesena. Per Maximiliano Pellegrino invece potrebbe esserci un rinnovo del prestito.
Yohan Benalouane invece è tentato fortemente dal ritorno in patria al Paris Saint Germain, seconda formazione francese quest'anno dietro solo al Lilla campione della Ligue 1.
La Dinamo Kiev sta stringendo per Andrea Caracciolo: i giorni scorsi sull'Airone era presente anche il Cesena Calcio ma la società ucraina gli ha offerto un triennale a 2milioni €. Di certo i bianconeri non potranno superare questo ostacolo economico, se non facendo leva sul fatto di rimanere in Italia in Serie A al Cesena.
Dopo l'ottima amichevole di ieri sera a Manchester, la Juventus ed il suo nuovo allenatore Conte (ancora manca l'ufficialità) pensano ai rinforzi a centrocampo: dopo l'acquisto a paremetro zero di Andrea Pirlo, anche Emanuele Giaccherini è entrato nella sfera di influenza per rinforzare la zona laterale del campo. Su di lui però spinge molto anche il Napoli di Mazzarri come alternativa a Lavezzi. 
Le voci di mercato oggi non finiscono mai: dalle colonne di Tuttosport compaiono altri nomi come Volta (Sampdoria), Biondini dal Cagliari (la Lazio è interessata ma anche Genoa e Fiorentina sono all'assalto), Benito, Bianchi (Torino), Pinilla (Palermo ma troppo oneroso 6-7milioni € ed anche la Roma è interessata), Pozzi (la Sampdoria lo valuta 3milioni € ma il Cesena spera in 2milioni €) e Romizzi (Reggiana).
La novità di oggi: Miguel Ângelo Moita Garcia compare dal Corriere dello Sport / STADIO. Nel 2007 era addirittura giocatore alla Reggina proprio di Massimo Ficcadenti ma il contratto fu stracciato a causa di un serio infortunio. Il giocatore comunque ora è affermato e gioca nello Sporting Braga, seconda in Coppa UEFA in questa stagione dietro solo al Porto campione. Atalanta, Siena, Cesena e Torino sono su di lui, ma il Braga vuoel stringere per non farselo scappare a parametro zero nella prossima stagione.
Il Corriere di Cesena afferma che Vangelis Moras pare sia in procinto di firmare con il Parma un triennale e sfumrebbe quindi l'approdo in riva al Savio.
Nel settore giovanile si sta intanto stilando l'organigramma: l'ex tecnico della Valenzana Roberto Rossi potrebbe allenare la Primavera che scioglierebbe il suo rapporto disastroso con Agostini.

Dalle ore 20.00 di questa sera a Villa Prati presso la Panighina di Bertinoro, l'Ac Cesena festeggierà la salvezza con il Centro Coordinamento Clubs Cesena. Appuntamento quindi al ristorante ma anche dopo per chi non vorrà cenare.

La Nazionale di Rugby Italiana è approdata oggi a Cesena ed ha effettuato i primi allenamenti sui campi di Sant'Egidio. Nell'articolo tutto il racconto.

Massimo Ficcadenti si è concesso oggi in un'ampia intervista a Tuttomercatoweb.
Ficcadenti, è ovviamente soddisfatto di quanto ha fatto a Cesena.
"Abbiamo fatto un lavoro importante e raggiunto un risultato fondamentale per Cesena, ovvero la salvezza."

Però ha deciso di andare via. Perché?
"Diciamo che la scelta è stata condivisa. Con il presidente c'era e c'è tutt'ora un grande rapporto e così abbiamo fatto questa scelta. Io e lui abbiamo voluto, nei momenti di difficoltà, la grande compattezza che avete visto. Però una volta raggiunta la salvezza, abbiamo deciso di separarci. Ma non c'è un vero e motivo, non saprei come spiegare. Non c'è un motivo particolare, faccio anche fatica a trovarne uno. Raggiunta insieme la salvezza, abbiamo ritenuto fosse giusto lasciarci."

Durante la stagione è stato spesso criticato.
"Come tutti. Sono pochi gli allenatori non criticati. Ma prendo quanto di positivo c'è stato e rimane ciò che abbiamo fatto sul campo."

Campedelli non ha dato ascolto ai malumori e lei è sempre rimasto alla guida della squadra. Il suo ex presidente ha avuto ragione.
"Il presidente nel mio lavoro ha sempre avuto fiducia. E poi mica ci siamo salvati nelle ultime dieci partite. Abbiamo avuto alti e bassi e qualche difficoltà legata ai risultati, ma le prestazioni sono state positive."

E pensare che Maccarone ha rifiutato Cesena per paura di retrocedere, ma alla fine in serie B c'è andato con la Sampdoria.
"La scelta di Maccarone è assolutamente da rispettare. Il ragazzo ha fatto una scelta professionale che ci stava, anche perché nessuno poteva immaginare che la Sampdoria raccogliesse così pochi punti nel girone di ritorno. Nel calcio i verdetti si conoscono solo alla fine."

Sotto la sua guida si sono messi in luce, tra gli altri, Parolo e Giaccherini.
"Parolo ha raggiunto il sogno di tutti i giocatori, ovvero la Nazionale. Sia lui che Giaccherini sono arrivati tardi in serie A, ma hanno dimostrato di saperci stare. Non so quali sono i progetti della società, ma so che i due hanno delle richieste."

E non è certo nuovo nella valorizzazione dei giocatori. Da ricordare a Verona Valon Behrami, che quest'anno ha risvegliato la Fiorentina.
"Valon è un giocatore importante. Tornato dal West Ham si è rivelato un ottimo elemento per la Fiorentina e sono contento per lui."

Parolo sembra interessare a Fiorentina, Inter, Genoa e Palermo.
"So che qualche richiesta importante c'è stata e penso che queste squadre siano interessate. Ma non so dove giocherà il prossimo anno."

Il Cesena riscatterà Jimenez?
"Non conosco più le strategie della società. Luis ha fatto bene, quest'anno ha giocato ad alti livelli e la società è stata brava a prenderlo e rilanciarlo. Jimenez si è rivelato un calciatore molto importante."

Lei avrebbe dichiarato che in virtù del suo passato all'Hellas non andrebbe mai al Chievo Verona.
"No, le dichiarazioni sono state semplificate. Conosco il presidente e il direttore che stanno lavorando bene, però ho giocato con la fascia da capitano e allenato il Verona e tra l'altro ci vivo, quindi voglio essere sereno e poter vivere esperienze in altre città."

Il Chievo l'ha cercata?
"Qualche squadra mi ha contattato, ma tra queste non c'è il Chievo Verona."

Non è ancora dato sapere la sua prossima destinazione. C'è chi dice che ai nastri di partenza potrebbe restare fermo, aspettando l'opportunità giusta.
"Dipenderà da ciò che arriverà e poi valuterò in base alla squadra e al progetto. Sono comunque sereno e attendo con fiducia."

Sono 5 i giocatori bianconeri convocati in nazionale: Simoncini (3-7 giugno contro Finalndia e Ungheria), Santon (Torneo di Tolone dall'1 al 10 giugno), Riski (3 giugno contro Malta U21), Jimenez (dal 31 maggio in Cile per la Coppa America) e Fatic (4 giugno contro la Bulgaria).

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti