BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

mercoledì 18 maggio 2011

News Ac Cesena 18-05-11

La settimana scorsa è stata emessa la prima sentenza in tribunale del Giudice Barbara De Virgiliis a favore del Commercialista Silvano Soprani. Era l'anno 2003-2004 ed il Cesena Calcio si è affidato a questo libero professionista cesenate per regolamentare i conti di bilancio. Dopo un'attenta sorveglianza della Guardia di Finanza si viene a scoprire che molti giocatori erano stati rivalutati: o meglio, sottovalutati. Alcuni dei quali come Ferrando, De Feudis, Russo, Tricoli con valore 0€. Questo è stato fatto per poter far accedere al Cesena Calcio dell'allora Lugaresi figlio al decreto dello spalma debiti. Infatti per rientrare in questa categoria di amministrazione controllata per i debiti ogni società deve rispettare dei parametri. Quindi il commercialista era stato indagato e querelato, però il Giudice De Virgiliis lo ha scagionato al primo grado. Ovviamente per aver tutto a posto la difesa dovrebbe continuare in appello ed alla Cassazione. Putroppo la legge civile e penale non regolamenta molto bene questo campo, anche perchè è molto difficile valutare oggettivamente il prezzo di un calciatore. In ogni caso l'imputato e la società ne escono puliti.

La Gazzetta dello sport fa i complimenti alle due "povere" della Serie A: Cesena e Lecce infatti si sono salvate con bilanci e conti alla mano bassissimi. Due veri e proprio miracoli in campo sportivo ma soprattutto finanziario. Nell'articolo vengono evidenziati i debiti del Cesena Calcio che da 9milioni € passerà a soli 4€ a favore delle banche. Inoltre vengono pagate 3 rate da 500.000€ alla Lega Pro per 3 anni. Dopo la stagione passata in verde di appena 41.000€, quest'anno la cifra sarà più alta di certo.
Il Centro Sportivo di Villa Silvia, intanto, si sta allargando con un nuoco campo in sintetico per affrontare i rigidi inverni, anche a disposizione delle giovanili come la Primavera. Due modelli da prendere esempio, soprattutto per le grandi!!!
Sempre dal punto di vista economico, nel pomeriggio di giovedì scorso, Igor Campedelli ha provveduto a saldare con 4 giorni di anticipo le mensilità di febbraio e marzo, quindi tutto in regola ancora una volta (si spera che sarà sempre così!!) dal punto di vista finanziario.

Notizie calciomercato. Il 1 luglio Yuto Nagatomo sarà dell'Inter, salvo il piano strategico delle 5 big nella lotta contro le 1 piccole, di scambiarsi o fare affari di calciatori solo tra di loro. Infatti l'ad interista Paolillo commenta duramente la scelta delle 15 di schierarsi per un aumento di introiti a scapito delle big, minacciando di non effettuare operazioni di mercato con le piccole. Il Cesena però ha buoni rapporti con l'Inter e Nagatomo interessa molto ai neroazzurri. La cifra totale dovrebbe essere di 4+4 milioni (4 già versati a gennaio e quindi in totale 8) ma probabilmente la cifrà sarà più bassa con l'innesto di contropartite tecniche. Infatti interessano Biraghi e Luca Caldirola ora al Vitesse, Dell'Agnello ma in particolar modo Obi in comprorietà con il Palermo.
Maximiliano Pellegrino con molta probabilità non tornerà a Cesena nella prossima stagione. Il centrale argentino è in prestio, però l'Atalanta difficilmente se ne priverà vista la buona stagione imboccata a Cesena.
Il Genoa di Preziosi prova a battere la concorrenza per Marco Parolo. Infatti il club ligure sta tentando un forcing per strappare almeno la metà del cartellino dal Cesena, l'altra è del Chievo Verona. Le altre squadre sul mediano sono: Palermo (la più interessata, anche nell'ambito dello scambio con Pinilla) e Fiorentina (secondo la Gazzetta dello Sport lascerebbe Felipe Dal Bello in Romagna).
Il duo Lazio e Cesena prova l'assalto a Davide Biondini: l'ipotesi che il "rosso" possa tornare a casa è difficileprechè la Lazio ha un maggior peso, anche economico. Idea molto affascinante comunque.
Il toto allenatore continua: Massimo Ficcadenti da lunedì prossimo potrebbe già non essere più l'allenatore del Cesena Calcio: Ventura ex Bari, Pioli (si svincolerà dal Chievo Verona), Atzori e Tesser (in forza al sorprendente Novara) sono i principali candidati. Più staccati sono Di Francesco e Sannino, quasi improponibile.

La FESTA SALVEZZA è stata posticipata a venerdì sera alle ore 20.45 circa in Piazza del Popolo per volere del Presidente Igor Campedelli. Da voci vicino alla società trapela qualche notizia: forse un pullman scoperto dallo Stadio Manuzzi giungerà alla Fontana Masini. Il Centro Coordinamento intanto sta progettando una festa a tema con tutti i club aderenti che probabilmente si sveolgerà la prossima settimana. Invece i gruppi organizzati della Curva Mare si ritroveranno il 9-10-11-12 giugno nella ormai storica sede di Case Castagnoli con musica dal vivo, giochi e ristorazione tipica romagnola. Non mancherà nemmeno il merchandising!

Maurizio Marin ha rialsciato un'intervista al Corriere di Romagna oggi. Queste le sue parole.
"Lavorare a Cesena per me è la cosa più bella del mondo, ho detto più volte ai giocatori che il Cesena è come una squadra basca. E' una squadra che rappresenta la Romagna e la devi sentire dentro, non puoi giocarci come nelle altre squadre, se giochi qui devi amare il territorio, la gente, deve percepire cosa sentono i tifosi. Il Cesena è come una fidanzata, guai a chi la tocca. Il mio ingresso? sono arrivato con umiltà, senza la pretesa di rivoluzionare chissà cosa. Volevo dare una mano e ho lavorato a fondo con Valentini e Treossi per far sentire la società sempre vicina alla squadra, per convogliare tutte le energie in un'unica direzione. La forza del gruppo è stata quella di avere giocatori bravi ed uniti. La partita della svolta? è troppo facile dire il derby col Bologna allora dico la vittoria a Genova con la Sampdoria, che ha dato continuità a quella col Chievo. Lì è scattata la consapevolezza che potevamo farcela. Ficcadenti è una persona straordinaria, solare, che vive di calcio e per 9 mesi ha vissuto pensando al Cesena. Certo, siamo diversi, io ho smepre il sangue che sale a 300 all'ora, ma insieme ci siamo trovati bene e lui ha avuto il merito di non essersi mai abbattuto. Un dirigente a cui mi ispiro? dico il presidente della Reggina Foti e il direttore generale del Catania, Lomonaco. E' gente tosta, che a pelle mi prende. Sono persone che puntano sul gruppo, sugli uomini, sui valori veri del calcio e a me piace la gente di calcio che per la propria squadra si butta nel fuoco e io per il Cesena l'ho fatto."

Condividi

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti