BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

giovedì 21 aprile 2011

News Ac Cesena 21-04-11

Riapertura dei cancelli di Villa Silvia. Oggi nel tepore primaverile, Ficcadenti proverà la tattica anti Bologna e cercherà di risolvere qualche problema in difesa con Pellegrino non al meglio della condizione. Più difficile il recupero di Rosina ancora out. Domani pomeriggio seduta di rifinitura.

Notizie calciomercato. Dopo tante indiscrezioni sul mercato in uscita almeno si hanno novità sul fronte ingressi per luglio. Dal mercato greco Andreas Tatos (Atromitos) interessa a Sampdoria, Cesena e Chievo. Il giovane Under 21 della nazionale greca può giocare molto bene a sinistra, suo piede naturale il macino.

Ieri l'ex Gianni Comandini ha parlato al Resto del Carlino.
Gianni, vorrebbe giocare il derby sabato o sbaglio?
"(Ride) Sì mi piacerebbe molto perchè sono partite sentite ed importanti. Possono essere esaltanti e distruttive ma il succo del gioco è in partite come queste e poi sono gli incontri che sogni di giocare da bambino insieme alle finali di Champions."

Pensa che il risultato deludente dei bianconeri nell'andata abbia influenzato le partite a seguire?
"Me la ricordo quella partita, ero in curva! A mio avviso quella sconfitta è stata più sentita dai tifosi che non dai giocatori che di rado giocano ai massimi livelli nella squadra della città in cui sono nati e cresciuti. Forse i giocatori hanno una visione più distaccata, questo permette loro anche di essere più lucidi. Penso che non abbia condizionato le altre partite anche perchè si è abituati a vincere e perdere senza farsi condizionare."

Campedelli ha detto che vuole tutta la tifoseria a Bologna, lei andrà?
"Io lavoro e quindi non li potrò raggiungere ma parteciperò guardando la partita da casa."

Che ne pensa del contributo del 12mo uomo?
"(Ride) Spesso il tifo può essere un uomo in più o uno in meno. Dovrebbe andare oltre i momenti di difficoltà perchè il tifo non è contestare. Si è sempre liberi di applaudire e fischiare ma a nessuno piace perdere e i fischi possono essere controproducenti; sono un macigno da digerire. A questo punto del campionato il tifo dovrebbe sdraiare lo stadio. Il Cesena, poi, è stato promosso per due anni a fila, vuol dire che la società ha fatto bene."

Secondo lei qual è la dote che il Cesena deve sfoderare durante il derby?
"Il Cesena ha un buon gioco palla. Ha una sua impostazione di gioco che ripropone con le grandi e le piccole e lo deve mantenere. Cosa che non ha fatto all'andata dove ha subito il gioco del Bologna."

Cosa bisogna temere secondo lei del Bologna?
"Il Bologna ha individualità soprattutto in attacco con Di Vaio. Se anche il Cesena avesse l'uomo da 15 goal la classifica sarebbe ben diversa ma per il momento resta un limite dei bianconeri. Penso che il Bologna sfrutterà le qualità di Di Vaio."

Un suo pronostico?
"Sarà una partita combattuta ma spero in un 1 a 0 per il Cesena ovviamente."

E chi vuole vedere in goal?
"Mi piacerebbe Budan per amicizia maturata quando eravamo nell'Atalanta. Ma è papabile anche Jimenez che dimostra talento fin da ragazzino."

Cosa ne pensa di Giaccherini e Parolo?
"Sicuramente sono due scommesse vinte. Il loro apporto in A senza esperienze precedenti nella massima categoria ha retto il confronto con i grandi. Hanno giocato alla pari. Significa che hanno tutte le possibilità del caso."

Di Ficcadenti ne vogliamo parlare?
"Non lo conosco direttamente, non l'ho incrociato. Sicuramente fa la sua parte, ha sostituito un allenatore scomodo perchè reduce da due promozioni a fila. Però mi vien da dire che se il Cesena lotta con Samp e Parma è anche per merito suo. Ora, siamo a fine campionato e i punti valgono doppio..."

Le vendite dei biglietti per Cesena - Inter si registrano già quasi tutte esaurite. Invece per Bologna si aspettano almeno 2500 bianconeri al seguito dell'Ac Cesena di Igor Campedelli, dopo che il Presidente ha fatto lo sforzo di convincere il CASMS ha tornare sui suoi passi. La deroga delle 500unità di certo sarà sorpassata.

Francesco Antonioli oggi ha parlato in conferenza stampa. Per lui un grande ritorno da ex nella sua Bologna.
"Cesena e Bologna sono due città simili, in entrambe si vive e si lavora bene. All'andata abbiamo incontrato una squadra in un momento molto particolare che però si è unita ed è riuscita a superare le difficoltà. Ora il Bologna sta meglio  sotto il profilo della classifica, noi veniamo da un buon periodo e andiamo al Dall'Ara per fare i punti necessari che ci serviranno alla salvezza.  Ricordiamoci che è un derby, in più i venendo da tre risultati negativi loro vorranno riscattarsi. Io penso che la quota salvezza si aggirerà attorno ai quaranta punti, però mancano ancora cinque partite e ogni gara farà storia a sè.Io ho sempre creduto nel lavoro e nell'impegno, tornare a Bologna è certamente particolare ma mi sono sempre comportato bene e quindi credo che sabato al Dall'Ara la gente lo capirà."
Nel frattempo i mesi sono passati e l'avvocato degli ultras rimasti fuori nel match d'andata contro la Fiorentina stanno prendendo le giuste misure chiedendo davanti la sede legale il risarcimento per il danno subìto.

Qui sotto riportiamo il comunicato Wsb81 per la trasferta di Bologna di sabato prima della Pasqua.

Finalmente dopo 20 anni si torna a giocare un Derby di serie A a Bologna. Conosciuta l'iniziale decisione del Cams di vietare la trasferta ai non tesserati, noi WSB insieme a tutti gli altri Gruppi Ultras, abbiamo deciso di ascoltare la partita per radio in una delle tante piazze del capoluogo felsineo.

Quindi lunedì l'incontro con la Società e la possibilità di seguire la squadra anche per i non tesserati. Chiaramente non abbiamo ne voluto, ne potuto dare nessun tipo di garanzia e come sempre affronteremo la trasferta alla nostra maniera, da “ultras”. Ora non ci importa capire se questa apertura sia figlia della paura di ritrovarsi dai 500 ai 1000 tifosi bianconeri scorrazzare per le vie di Bologna con telecamere e avvocati al seguito il sabato di Pasqua o se sia stato decisivo l'intervento autonomo del Presidente Campedelli. L'importante è che in questa occasione abbiamo segnato un punto a nostro favore dimostrando per l'ennesima volta la stupidità e l'inutilità di questa tessera.
La nostra unione, la coerenza e l'onestà intellettuale con la quale ci stiamo battendo ci permette di camminare a testa alta e di toglierci ancora qualche soddisfazione.
Dispiace pensare che se avessimo avuto più solidarietà tra le migliaia di ragazzi ora tesserati che prima vivevano la partita e le trasferte con spirito Ultras, ora la nostra battaglia sarebbe più agevole e con maggiori probabilità di successo. Ma tranquilli, continueremo a lottare anche per voi e per tutti i cittadini che vogliono continuare a sentirsi ancora uomini liberi!!

Weisschwarz Brigaden

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti