BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

martedì 5 aprile 2011

News Ac Cesena 05-04-11

Non solo il meteo si sta accinando all'estate ma anche il calciomercato riprende a dare qualche colpo al cuore ai tifosi bianconeri. Alessandro Beltrami, procuratore di Steve Von Bergen parla del futuro dello svizzero.
"Steve è un giocatore applicato che fa della concentrazione e della determinazione la sua forza. L'esperienza accumulata in Germania e al Mondiale in Sud Africa gli ha sicuramente facilitato l'inserimento in squadra. Per il Cesena è stata una buona operazione e penso che il calciatore possa avere un certo tipo di mercato."

Notizie calciomercato. Dopo le voci dei giorni scorsi di tanti colpi di mercato in uscita, finalmente si parla di qualcuno in entrata per la stagione a venire, qualunque essa sia. Antonio Buscè, laterale destro classe '75, non è utilizzato o valorizzato dal Bologna che in questa stagione ha segnato solo due presenze. Il giocatore forse potrebbe arrivare a giugno a parametro zero, ma anche Brescia e Livorno sono interessate al napoletano di Gragnano.
I piccoli bianconeri crescono! Come si legge dal sito ufficiale del Cesena Calcio, gli Allievi hanno vinto con ben 3 turni d'anticipo il loro campionato di categoria. Dopo il flop della Primavera, almeno i gradini più bassi rimangono ad alta competizione.

Oggi saranno riaperte le porte di Villa Silvia per il consueto allenamento della squadra di Mister Ficcadenti. Prima parte atletica con corsa a più riprese scandite da variazioni diverse di ritmo per i giocatori scesi in campo domenica contro la Fiorentina. Invece per chi non ha partecipato, lavoro differenziato con corsa più pesante sui 600 metri. A parte si sono allenati Marco Parolo e Erjon Bogdani a causa di un affaticamento muscolare. Un piccolo acciacco per Felipe Dal Bello si è allenato con una fasciatura alla mano sinistra per sistemare una contusione al dito della mano sinistra dopo uno scontro di gioco in partita domenica.
Questo il programma diramato dalla società del Cesena Calcio: mercoledì doppia seduta mattutina e pomeridiana, giovedì e venerdì allenamento pomeridiano entrambi a porte aperte. Sabato mattina, infine, ritrovo al mattino con regolare seduta a porte chiuse e nel pomeriggio partenza per Palermo.
Dal Giudice Sportivo, in vista della sfida caldissima di domenica al Barbera di Palermo, dopo la delusione del derby perso contro il Catania, i rosanero hanno perso per diffida Pastore, Munoz e Migliaccio, appiedati quindi per un turno. Ilicic invece per un problema muscolare, potrebbe saltare anch'egli la sfida. Delio Rossi, ritornato sulla panchina del Palermo al posto di Cosmi nella serata di domenica, in difesa potrebbe far tornare Carrozzieri al centro.
Clamorosa sentenza sempre del Giudice: Fiorentina multata di 25mila € per lancio di petardo (se non erro sono stati 2 o 3 per i gol segnati dai viola) che ha stordito uno steward a bordo campo. La povera vittima è stata soccorsa dai sanitari ma fortunatamente non ha subìto nulla di grave. Invece per l'Ac Cesena sanzone pecuniaria di 3mila € per il lancio di una bottiglietta d'acqua in campo sotto la Curva Mare, al limite dell'area piccola. 

Oggi la conferenza stampa è stata presieduta da Steve Von Bergen.
"Ora è importante mantenere alta la concentrazione e rimanere calmi, abbiamo bisogno di fare almeno nove punti, ma senza fare troppi programmi, dobbiamo pensare  partita dopo partita, rimanendo concentrati su noi stessi. Parma e Sampdoria le vedo in difficoltà, non sono abituate a lottare come noi. Mi è capitata la stessa cosa con l'Hertha Berlino, eravamo una squadra che lottava per l'Europa e ci siamo trovati a lottare per la salvezza. Invece qua a Cesena sin dal primo giorno ho sempre saputo che bisognava lottare fino alla fine, la differenza è tutta qua. Sul mio bilancio personale dico solo che sarà positivo solo se ci salviamo, si può parlare di bilancio positivo solo in caso di salvezza. In campo sono uno che parla tanto, è il mio ruolo e il mister che lo richiede, è normale. A Cesena mi trovo molto bene, qua c'è un bel gruppo unito, nessuno ha un problema di integrazione, siamo un gruppo coeso è questa la nostra forza. Ho un altro anno di contratto, ma ne parlerò a fine stagione, ora è unitile fare chiacchiere, ora abbiamo bisogno di pensare tutti a queste sette partite che sono tutte fondamentali, poi dopo il 22 maggio ne parleremo. A Palermo ci aspetta una partita difficile, il cambio di allenatore, non è in realtà un cambio ma un ritorno, conosce già tutti i giocatori, noi dobbiamo andare là per vincere e fare la nostra partita, il valore del Palermo è alto, è una squadra che può giocare per l'Europa; a noi non può interessare chi gioca, sono tutti grandi giocatori."

Igor Campedelli dopo il pareggio recuperato quasi in extremis dal suo Cesena contro la Fiorentina, commenta le voci sulle possibili combine di fondo classifica. Il calcio scomesse illegale sta fuoriuscendo con effetti che potrebbero danneggiare una squadra come il Cesena.
"Preferisco non commentare, dobbiamo guardare a noi stessi, fare più punti possibile e arrivare al 22 maggio già salvi o perlomeno ancora con la possibilità di salvarsi. Magari come è successo nelle ultime due stagioni, con l’orecchio attaccato alla radiolina."

Il martedì è EXTRATIME!
Sfodero prepotentemente il riassunto dell'Extratime proposto oggi in edicola dalla Gazzetta dello Sport. Tutte le puntate precedenti saranno rigorosamente postate la più presto!!
Ma veniamo a noi: oggi esclusiva l'intervista a Ferguson, ct storico del Manchester United. Una rapida panoramica della sua carriera con i numerossimi titoli e addirittura il conferimento al merito di SIR. Una cosa allucinante insomma!
L'articolo più interessante, secondo me, riguarda il fair play finanziario, tanto chiesto da Michel Platini e a quanto pare non solo in Italia c'è un deficit enorme nei grandi club in prevalenza (senza contare le piccole squadre delle serie minori) ma anche in Europa. In cima alla lista col saldo in rosso compare il Manchester City seguito poco sotto dal Manchester United. Una città colpita dai debiti insomma. C'è da dire che la squadra di Mancini ha come Presidente un ricchissimo uomo d'affari medio orientale ma il bilancio è in negativo di ben 142milioni €, quasi 30 in più dell'anno 2010. I Red Devils invece sono a -133milioni €, contando che lo scorso anno erano in attivo di 25milioni €. Cifre da far accaponare la pelle!!! In Italia, come si è saputo la settimana scorsa, l'Inter è a -70milioni €, invece l'anno precedente i debiti ammontavano a 154milioni €. La vincita del triplete ha risanato parte dei debiti. Poi c'è il Milan con SOLI 9,8milioni € di debito (la cifra che serve al nostro Cesena di Igor Campedelli per sopravvivere). In positivo l'Arsenal guida con 78milioni € e dietro il Real Madrid con un leggero utile di 24,5milioni € (3 in più dell'anno precedente). In conclusione: il fair play non esiste in campo come proprio non esiste FUORI!
Con una rasegna dei vari campionati esteri, Tevez sale a quota 19gol in Premier League, ad una sola lunghezza del collega in rosso Berbatov. Al Sunderland invece il giovane attaccante Welbeck è indeciso se scegliere come nazionale l'Inghilterra di Capello il Ghana. Al suo posto direi Inghilterra!
Volando in Spagna, casa Barcellona, finalmente Abidal, operato per via del tumore, torna in squadra ed è riabbracciato dai compagni e da Gaurdiola. Queste cose con lo sport non dovrebbero aver niente a che fare: la salute è uguale per tutti ed elemento primario per la sopravvivenza. Come a lui poteva capitare a chiunque, per cui bisogna essere solidali e benauguranti per sua carriera.
Si sa che il pallone attira i miliardari, in questo numero tante le notizie. La Gazprom, società petrolifera russa forse la più importante d'Europa se non del mondo, oltre a sponsorizzare Zenit di Sanpietroburgo di Alessandro Rosina, Schalke 04 (questa sera in champions con l'Inter), Stella Rossa c'è anche il Deportivo tachira in testa al campionato di Serie A venezuelano. Una quota di minoranza al Cesena calcio no?
Passiamo al Sud America: il Colo Colo, squadra cilena unica ad aver vinto la Libertadores nel 1991 per 3- contro l'Olimpia Asunciòn, ritrova il suo tifoso fantasma. Mi spiego meglio: durante la foto di rito, che poi sarà utilizzata nel poster come ricordo della storica vittoria, un tifoso si unisce all'improvviso agli 11 titolari. Il flash immortala tutto e ne giorni a seguire tutti i tifosi si chiedono chi sia quel ragazzino. Solo dopo 20 anni, uno scrittore interessato al caso rintraccia il piccolo paesino del ragazzo e scopre che egli è morto per leucemia in carcere. Non era nuovo a bravate del genere, infatti tutti i suoi concittadini lo sapevano ma essendo  fuori zona nessuno mai era venuto in mente di rendere nota la cosa. Lo scirttore così ha pubblicato il suo libro risolvendo il mistero.
Le ultime notizie sono suddivise nel campionato africano di alcuni paesi in cui operano agenzie italiane di supporto alla popolazione. Parola anche a loro per ciò che fanno.

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti