BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

mercoledì 9 marzo 2011

News Ac Cesena 09-03-11

Nella conferenza stampa di ieri ha parlato Steve Von Bergen.
"Prima della partita contro il Chievo la situazione era molto diversa, dopo il pareggio di Parma eravamo in difficoltà e credo che la vittoria sui veneti sia stata la chiave della nostra svolta. Le ultime due partite ci hanno dato morale, ora anche la classifica è migliorata molto, siamo in piena corsa per la salvezza e questi punti hanno fatto bene soprattutto alla testa. Sabato affrontiamo la Juve, sappiamo che sono in una situazione particolare e verranno a Cesena per vincere. Noi dovremo scendere in campo con la convinzione di poter fare nostri i tre punti, l'importante sarà partire forte dato che avremo dalla nostra uno stadio pieno che ci darà la carica. Siamo però consci che nonostante la situazione difficile che sta vivendo la Juventus è una grande squadra, e  noi non potremo permetterci di sbagliare nulla. Per fare risultato sabato dovremmo fare una grande partita senza perdere la concentazione neppure per un istante.
Personalmente sono contento del mio campionato sino ad oggi; ho sempre giocato ed ho saltato solo una partita per squalifica. Mi integro bene con gli altri centrali in rosa che sono tutti alti e riescono a completarsi bene con me per quanto riguarda il gioco aereo."

Oggi doppio allenamento al Centro Sportivo Alberto Rognoni di Villa Silvia. Quindi una seduta al mattino e una seduta pomeridiana. Domani invece è in programma un solo allenamento al pomeriggio.

Fabio Caserta oggi pomeriggio in conferenza stampa.
"Sabato per noi sarà una partita molto difficile, la Juventus viene da tre sconfitte consecutive e verrà qua sicuramente per vincere. Le ultime due vittorie con Chievo e Sampdoria ci hanno dato morale e abbiamo costretto una squadra come la Sampdoria a dover lottare come noi per salvarsi. Ora però dobbiamo pensare a sabato e continuare così.  Personalmente mi sento molto bene, ora voglio continuare così e dare tutto il mio contributo per la squadra.  Quello che mi è mancato fino ad ora è solo il goal, qui a Cesena però ho trovato un ambiente ideale. Sono tornato a giocare da mezz'ala nel centrocampo a tre,  un ruolo in cui mi trovo molto bene. Sui compagni di squadra dico che qua c'è davvero un bel gruppo, in particolare dai giovani che non conoscevo fino a quest'anno  sono rimasto positivamente colpito da Parolo e Giaccherini, di cui in particolare mi ha impressionato la sua costanza in allenamento. La Juve non so come giocherà ma per noi cambia poco, ha giocatori di grande livello in tutti i ruoli; noi dovremo fare una grande partita e sono sicuro che il Manuzzi stracolmo ci darà una spinta enorme."

Igor Campedelli parla della Juventus.
"Cosa manca alla Juve?Convinzione e autostima. Quella Juve, come anche quel­la più recente di Vialli e Rava­nelli, sapeva di essere la più forte e lo faceva capire agli av­versari. Non va però sottovalu­tato il peso della retrocessione in B: ricostruire un grande club è complicato. Quanto tempo serve? Non lo so, ma di sicuro Agnel­li presto vincerà. Ora è faci­le dire che è tutto sbagliato, ma non penso sia così. A volte ci sono annate strane: infortu­ni e sfortuna hanno tolto fidu­cia. Per sabato un po’ di paura c’è, è difficile che la Juve ne perda quattro di fila… Però negli ultimi match sono parsi un po’ intimoriti e sotto pressione. Comunque noi ci concentriamo su noi stessi, non sulle loro sventure."

Il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi ha il cuore diviso tra Cesena e Juventus. Quindi suppongo, almeno dalle sue parole, che sia il solito tifoso di convenienza che ha iniziato a seguire la squadra solo quest'anno.
"Io juventino? E' vero ma da quando il Cesena è in A non ci sono dubbi, tutto il mio sostegno è solo per la squadra della mia città. In Romagna comunque si sa che sono tanti i tifosi della Juventus, anche se negli ultimi anni si sono un po’ diradati, visti i risultati non eccezionali della squadra. Sabato sarà una gara che manca da tempo, ho ancora in mente il 2-2 con doppietta di Schachner. Fu una sfida bellissima e non a caso la foto del secondo gol bianconero, con l’attaccante che fugge verso la porta difesa da Zoff è una delle gigantografie che capeggia nelle pareti degli spogliatoi dello stadio. Il Cesena può sicuramente fare bene, a patto che scenda in campo con la stessa determinazione che ha messo nelle ultime due gare, a parte questo credo fermamente nella salvezza. 
Voglio fare un appello ai tifosi che sabato sera verranno allo stadio perché arrivino un po’ prima del solito e magari parcheggino più lontano. Meglio fare due passi in più e non intasare le vie del centro, anche per non creare troppi disagi a chi abita vicino al Manuzzi."

Come annunciato lunedì, tutto esaurito per sabato sera al Manuzzi per Cesena - Juventus. Le uniche possibilità per i tifosi GOBBI della Romagna è sperare che i tagliandi invenduti in Piemonte siano utilizzati qui a Cesena.

Fabrizio Castori, ex allenatore del Cesena mai dimenticato, commenta così la sfida che tutti aspettano da tempo.
"A ripensarsi quella Juve che stravinse la serie B era molto più forte di questa. Riuscimmo anche a strappare un indimenticabile 2-2, giocando molto bene, contro una squadra che attaccava con Camoranesi, Del Piero, Trezeguet e Nedved. Oggi la Juventus è più debole e ha tantissimi problemi. Mi auguro che quello stadio faccia la differenza, perché un giocatore o un allenatore non abituato a queste partite, in serate così si esalta. La Juventus è imprevedibile, ma il Cesena è più forte di testa e la condizione mentale, anche se di fronte ci sono dei campioni, è fondamentale."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti