RISULTATO FINALE: CESENA 0 - ROMA 1

CESENA Roma 0-1. Un "gollonzo" che decide una partita tutto sommato equilibrata con l'autogol di Pellegrino. Al 2' subito Giaccherini pericoloso che impegna Doni e gli riscalda i guanti. Cassetti risponde con un tiro da fuori ma la palla è a lato (7'). Un minuto dopo e De Rossi dalla sinistra tira da fuori area, Antonioli respinge, Menez becca Totti a centro area che serve un ottimo pallone per Perrotta poco distante ma tira a lato di pochissimo! Il CESENA si salva!CESENA in avanti al 16': corner di Giaccherini dalla sinistra, Budan tenta la deviazione ma la palla va a lato di un soffio. Poco precise le squadre in questi frangenti di finalizzazione. Ancora CESENA al 18': punizione di Caserta, Cassetti salva il risultato deviando in calcio d'angolo anticipando Budan. La Roma si risveglia con Vucinic al 20' che tira una gran botta, Antonioli è costretto a deviare in angolo! Palla del match per Totti: al 42' sullo scadere del primo tempo, si trova a tu per tu con il suo ex compagno Antonioli, ma il portiere è più lesto e gli scippa la palla. Ancora una occasione non sfruttata dalla Roma. Minuto successivo e Vucinic sfodera un diagonale millimetrico dalla sinistra ad incrociare ma fortunatamente la palla va a fondo campo di un soffio! Il secondo tempo si apre con il gol del CESENA annullato per fuorigioco: Giaccherini ribatte a rete con l'uso del braccio. Peccato! Ancora bianconeri in avanti: Parolo prova con il piatto da fuori area e il pallone sfiora la traversa! (47')!! CESENA scatenato in questo inizio di secondo tempo! Al 54' Caserta dalla destra crossa in mezzo all'area di rigore per Budan, in uscita Doni pasticcia ma la difesa allontana. Insiste ancora il CESENA che richiude letteralmente la Roma nella sua metà campo: Giaccherini serve Colucci che dai 20metri prova il tiro dalla distanza, fuori di poco. Si rivede la Roma solo al 66': Menez lavora bene sulla sinistra perforando la difesa bianconera, entra in area defilandosi e sul tiro trova un ottimo Antonioli che riesce a bloccare la sfera. Doni ancora impegnato da Parolo al 76', facile questa volta per il giallorosso. Ed eccoci al finale drammatico all'88' Borriello si gira e colpisce la traversa, Adriano ci prova sulla ribattuta ma Antonioli strepitoso salva tutto, palla che carambola verso il fondo ma Simplicio rimette verso la porta, incredibile liscio di Pellegrino che fa autorete! Antonioli sulla ribattuta rimane a terra, ma clamoroso l'autogol dell'argentino. Roma opaca vince nonostante i pericoli corsi, sconfitta immeritata tutto sommato dal CESENA. Ed ora sotto ad Inter e Milan e che la fortuna ci assista!

Commento (by Giunkolo)

La classica badilata nei denti, cinque parole per riassumere Cesena - Roma: la solita partita giocata alla pari contro una delle grandi del campionato e rovinata a tempo ormai scaduto da una disattenzione. Sarebbe stato un punto importante, l'ottavo nelle ultime quattro giornate; ora c'è il recupero della sfida contro i campioni del mondo, d'Europa e d'Italia e non sarà facile interrompere il periodo positivo dell'Inter. Nonostante la sconfitta il Cesena non ha avuto paura della compagnia guidata da Francesco Totti (apparso sottotono) e si sono viste alcune cose interessanti: Budan si è mosso bene e ha fatto ballare Juan e Burdisso in più di una occasione, Lauro incontenibile sulla sinistra nel secondo tempo, Jimenez abile a muoversi tra le linee. Non era facile fermare la Roma, i bianconeri l'hanno fatto ma purtoppo non hanno avuto dalla loro l'arbitraggio, apparso totalmente a senso unico, e ovviamente la fortuna. Ora ci aspettano le milanesi e i pronostici ci danno già per battuti in partenza ma la truppa di Ficcadenti domenica prossima vuole tornare dalla Lombardia con almeno un punticino in attesa della trasferta di Lecce.

PAGELLONE

Antonioli 6,5: più tranquillo il secondo tempo rispetto al primo, provvidenziale su Totti poco prima dell'intervallo. Ci pensano assistente e Pellegrino a cambiare il risultato. GUARDIANO INERME
Dellafiore 5,5: schierato a destra al posto di Ceccarelli, non convince. Poco proiettato in avanti e incerto in copertura. DA RIVEDERE
Pellegrino 5: contiene più che bene Vucinic e Totti, clamoroso infortunio sulla mozzarella di Simplicio che cambia la giornata. RAG. FANTOZZI UGO
Von Bergen 6,5: buona parte dei cross giallorossi sono suoi, abile come sempre a limitare e a contenere. CHIELLINI ELVETICO
Lauro 7: parte così così e chiude benone. Maurizio diventa un incubo per Cassetti e crea più fastidio sulla destra rispetto al collega Giaccherini. CUOR DI LEONE
Caserta 6,5: sta diventando l'uomo-ovunque del Cesena, ogni passaggio errato dei centrocampisti giallorossi è suo. PIRACCINI 2011
Colucci 6: Menéz non è Zidane e si vede. Poche sbavature e la solita grinta. Una sua conclusione a fil di palo fa rabbrividire la Sensi e il gruppo UniCredit. REGOLARISTA
Parolo 6,5: avvio al limite della sufficienza, si riscatta nella ripresa. Imita l'amico Caserta e in più scalda i guanti al farfallone Doni. SPINA NEL FIANCO
Giaccherini 5,5: corre, salta l'uomo e...o lo scarica (malino) o la perde (spesso). Un turno di riposo potrebbe risvegliarlo. INCATENATO
Budan 6,5: la punta croata è in forma e si vede, buon movimento e numerosi dribbling. Nel primo tempo predica nel deserto, unica pecca l'incisività sotto porta. DALLA CROAZIA CON FURORE
Jimenez 6: cresce col passare dei minuti, meno pericoloso in avanti e più propenso a muovere palle. RICICLATO
Sammarco 6: sostituisce il buon Caserta e non lo fa rimpiangere. COMPLEMENTARE
Bogdani sv: entra per Budan, i compiti richiesti sono gli stessi.
Malonga sv: forse è stata l'ultima apparizione per Mimmo, ha 3 minuti di tempo per provare a cambiare il finale.

Ficcadenti 6: viene fuori l'animus pugnandi ammirato nelle precedenti sfide contro le squadre nobili, unici errori lo schieramento di Dellafiore sulla fascia destra e lo scarso utilizzo di Malonga. Giaccherini è apparso poco convincente e un cambio anticipato non avrebbe fatto arrabbiare nessuno. In attesa del famoso attacante gli ingredienti sono questi. Possibili scusanti sono l'arbitraggio e la classica sfiga: un incontro di chiarimento in Lega e una gita di piacere a Sarsina non farebbero male...

Curva Mare 6,5 Cori presenti e bella l'affluenza di pubblico, anche se con la Roma era il minimo!

Curva Ferrovia Roma 7 Tantissime persone sono affluite sia in curva ospite ma anche in tribuna e non. Spettacolo visivo ad inizio gara ed anche in generale. Nel finale col gol ovviamente c'è stata l'esplosione di gioia.



Le interviste

Massimo Ficcadenti
"Tre falli in un'azione: diciamo che ci dispiace tre volte. Diciamo che l'errore di Pellegrino alla fine completa il tutto: giusto per essere sicuri di non riuscire a dormire stanotte! Il dispiacere più grande è non essere riusciti a fare punti dopo una prestazione di questo tipo. La Roma arrivava qua per vincere e, nonostante tutto, la squadra ha avuto il coraggio e la personalità di giocare alla pari dimostrando anche una certa qualità".

La svista finale si aggiunge al lungo elenco che ha colpito il Cesena fin qui ...
"E' vero, quello che dispiace è che ora possiamo dire quello che vogliamo ma tanto domani tutti parleranno della Roma che torna a vincere e del gol irregolare metteranno al massimo tre righe. Episodi del genere non sono sfortunati ma sono un'ingiustizia: noi possiamo solo sfogarci un po' ora e poi ripartire mettendo da parte l'amarezza. Certo che quando dai l'anima e sbagli poco-niente contro una squadra come la Roma e poi succede che perdi per un gol del genere allo scadere, la rabbia è tanta".

Parliamo della prestazione del Cesena: la squadra ha dimostrato grande condizione.
"Grande condizione ma anche qualità. Era normale aspettarsi che nella ripresa ci mettessero un po' più in difficoltà ma invece è successo esattamente il contrario e noi li abbiamo messi sotto per 15-20 minuti giocando un bel calcio e creando occasioni."

Il problema è sempre quello del finalizzatore.
"E' così: lo dicono i numeri, non c'è bisogno di aggiungere troppe parole. Anche oggi, infatti, abbiamo creato diverse occasioni, soprattutto nel primo tempo".

Budan come lo ha visto?
"In crescita. Oggi ha fatto vedere buone cose ma ancora non ha i 90 minuti nelle gambe e deve ricominciare a sentire la porta un po' di più."

Il debutto di Dellafiore, invece, come lo valuta?
"L'ho visto bene. Ho scelto di far giocare lui al posto di Ceccarelli perché sapevo che Vucinic avrebbe attaccato spesso da quella parte e quindi avevo bisogno di più garanzie in difesa. Abbiamo forse avuto un po' meno spinta ma ci ha pensato Caserta a inserirsi sulla destra tenendo comunque la squadra equilibrata."

Claudio Ranieri
"E' vero forse era fuorigioco. Però era proprio una questione di centimetri: era difficile da vedere. Il Cesena ha giocato un'ottima partita ma non può aggrapparsi a questo singolo episodio. Certamente siamo stati fortunati sulla deviazione di Pellegrino".

Maximiliano Pellegrino
"Abbiamo giocato una grande partita contro una grande squadra, certo portare a casa almeno un punto sarebbe stato molto importante ma conta anche aver fatto una buona prestazione.
Vorrei rivedere l'episodio dell'autogol, perché non solo io ma tutti noi siamo stati condizionati dalla decisione dell'arbitro, pensando che fosse fuorigioco molti miei compagni si sono fermati. Io poi ho sbagliato, volevo respingere la palla".  

Fabio Caserta
"Abbiamo giocato una buona partita contro una grande squadra, ed è un peccato perdere in questo modo. Oggi diciamo che siamo stati sfortunati, ma dobbiamo continuare su questa strada: è vero, abbiamo concesso qualche azione pericolosa alla Roma, ma è normale quando si gioca contro una squadra di questo calibro. L'importante è che dobbiamo continuare a guardare avanti, il Cesena visto oggi è una squadra che esprime sempre il proprio gioco e so che la gente apprezza quando diamo il massimo, anche se è logico che moralmente perdere così non è il massimo".

Luis Antonio Jimenez
"Per quanto ne so io, il fuorigioco non fuorigioco, è fuorigioco! Inoltre perdere negli ultimi minuti di gioco dà sicuramente fastidio, soprattutto dopo una buona prestazione come oggi. Noi abbiamo fatto la nostra partita e dispiace soprattutto aver perso così: il gol era in fuorigioco, e ho paura che se fosse successo nell'altra area sarebbe stato fischiato subito!
Dobbiamo continuare a prepararci come facciamo sempre, affrontando partita dopo partita e a lavorare bene. Giocare contro le grandi ci dà una carica particolare, anche se è ovvio che queste squadre hanno delle potenzialità molto diverse dalle nostre."

Francesco Totti
"Il successo di oggi era necessario, visti i risultati delle altre. Già all'andata il Cesena ci aveva bloccato sul pareggio e anche oggi è sceso in campo in ottima condizione atletica. Dopo lo stop con la Samp riprendiamo a fare punti fondamentali in attesa del derby di Coppa Italia e dell'incontro col Cagliari all'Olimpico. Passo dopo passo sempre con il massimo impegno."

Hernan Dellafiore
"Sono felice del mio debutto e mi sentivo pronto e avevo dato la mia disponibilità all'allenatore. Mi sono trovato bene coi compagni di reparto, dispiace aver preso gol all'ultimo minuto, prendiamo quello di positivo che abbiamo fatto. Ora si deve dimenticare in fretta perchè mercoledi ci aspetta una gara difficile con l'Inter."

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha