Continua il lavoro in preparazione alla sfida cruciale di domenica al Via del Mare di Lecce. Ieri al Centro Sportivo di Villa Silvia Ficcadenti ha fatto visionare dei tape delle ultime partite del Lecce alla squadra per capirne le tattiche e i movimenti sui calci da fermo. Come contromisure ha lavorato sulla tattica difensiva, simulando l’attacco salentino visto nelle ultime partite: un fantasista dietro la due punte.
Assenti Ivan Fatic ancora deve smaltire la brutta influenza (avrà preso l'australiana??) ed anche Luigi Piangerelli. Invece stop precauzionale per Emanuele Giaccherini onde evitare una possibile influenza. Lavoro a parte differenziato per Ezequiel Matias Schelotto dovuto ad un problema alla schiena che lo ha colpito nelle ultime ore.
Secondo giorno di prova per il cugino di Messi, Emanuel Biancucchi. Anche ieri si è messo in evidenza giocando in tutte le partitelle ed è stato autore di un altro bel gol e di qualche buon spunto. Oggi però il giovane è stato richiamato alla base del Monaco 1860, titolare del cartellino. Il giocatore sarà utilizzato con più continuità e quindi non verrà ceduto.

Ufficiale - Alessandro Rosina lascia lo Zenit San Pietroburgo per giugnere in Romagna in prestito all'Ac Cesena. Oggi l'attaccante arriverà negli uffici di Corso Sozzi per la firma del contratto.

Ufficiale - Un altro baby si aggrega al Cesena calcio di Igor Campedelli. Infatti Manuel Luzietti (Bellaria Virtus Rimini) sarà prestato agli Allievi regionali bianconeri.

Ufficiale - La Ternana si aggiudica a titolo definitivo le prestazioni dell'attaccante Davide Sinigaglia.

Notizie calciomercato. Dopo l'ingaggio col prestito secco per Alessandro Rosina (Zenit San Pietroburgo), si sta ancora valutando la condizione fisica di Nicola Pozzi (Sampdoria), dovrebbe essere bloccato per circa un mese e mezzo. Se ci fosse un responso medico migliore il Cesena calcio strapperebbe il prestito dell'ex bianconero. L'ex granata arriverà oggi a Cesena per la firma del contratto.
Ieri intanto è sfumato Ardemagni che si è accasato al Padova.
Mancini aveva messo gli occhi anche su una grande punta che gioca in Bundesliga: Demba Ba (Hoffenheim) ma la punta ha scelto di trasferisi in Premier League al West Ham.
Anche la pista che porterebbe a Francesco Tavano (Livorno) è impercorribile. Spinelli non cederà il giocatore e a quanto pare a Ficcadenti non servirebbe. Rimane quindi Zè Eduardo (Santos) col problema dei decumenti comunitari, se il Genoa lo lasciasse partire vista la difficoltà che ha in attacco dopo le numerose cessioni nel reparto avanzato.
Nel reparto arretrato a Nicola Legrottaglie (Juventus) è stato proposto un biennale con opzione per il terzo anno. Il giocatore potrebbe firmare anche nella giornata di oggi siccome non è stato convocato per il match di questa sera in Coppa Italia. Su di lui anche Bari e Brescia più svantaggiate. Nel caso non arrivasse c'è pronto Christian Terlizzi (Catania).
Sulla mediana invece piace il giovane 18enne Jusu Karvonen (Taranto), su di lui ha gli occhi anche il Brescia.
In uscita Martin Petras, che in questa stagione praticamente non ha trovato spazio, in Serie B ,ha numerosi estimatori come Vicenza e Pescara, ma in vantaggio su tutti c'è il Grosseto. In serata si è fatto sotto il Frosinone prepotentemente.
Il Milan di Silvio Berlusconi mette sul piatto 1,5milioni € per il prestito di Yuto Nagatomo, ora impegnato in Coppa d'Asia insieme ad Alberto Zaccheroni nella finale di sabato contro l'Australia. Il Cesena ribatte invece per 10milioni € con la clausola di 4milioni € come bonus. Anche la Juventus e l'Arsenal rimangono alla finestra. Nella serata di oggi incredibile news: il Cesena riscatterà nelle prossime ore il cartellino del giapponese e sarà girato in prestito oneroso al Milan con clausola per il termine della stagione a giugno. Incredibile colpo del Milan, dopo Van Bommel ed Emanuelson piazza anche Nagatomo sulla difesa. In agguato però si è intromesso il Barcellona, sorprendente questo interessamento nascosto sino ad ora dei blaugrana.

Adrian Mutu in conferenza stampa chiede perdono per la situazione alla società viola.
"Chiedere scusa è troppo poco, sono qui per metterci la faccia, come sempre. Ho sbagliato ad andarmene prima della gara di Bologna ma fui mal consigliato dal mio ex procuratore e mi dissocio anche dalle cose dure che lui ha detto sui Della Valle e la società. Mi sono già scusato due settimane fa con Mihajlovic e i compagni di squadra, con loro ho un buon rapporto, so di non essere stato un buon esempio ma in campo ho sempre detto tutto. E otto giorni fa ho parlato e ho chiesto scusa al presidente Andrea Della Valle, sono legato a lui. Se mi aspetto un intervento del patron Diego? Con lui è più dura comunque non mi aspetto nulla. In questa mia decisione di venire a parlare non c'è nulla di concordato, sono qui perchè so di aver sbagliato e perchè ho sentito l'affetto della gente, non sono più un bambino. Non so cosa accadrà ma almeno ho la coscienza a posto. E posso promettere di fare bene fuori dal campo. Mi sento in debito con tutti, città, società, squadra e allenatore e vorrei sdebitarmi. Voglio tornare a giocare, a segnare, sarei un pazzo se non lo pensassi. E voglio farlo qui, con tutto il rispetto il Cesena non è la Fiorentina. Sono a Firenze da 5 anni e mezzo, non è facile andarsene e io qui sto ancora bene."

Fabio Caserta nel pomeriggio di oggi dopo la presentazione di Roski, ha parlato alla stampa per la sfida contro il Lecce di domenica al Via del Mare.
"Sono contento perché dopo un avvio non felicissimo a causa di qualche infortunio, ora ho trovato continuità e sono sicuro di poter dare un contributo per la salvezza del Cesena. Questo è un ambiente molto stimolante, qui mi trovo veramente bene e voglio dare il massimo per convincere la società a tenermi. Spero il prima possibile di dare il mio contributo anche in fase realizzativa anche se prima di tutto viene il risultato della squadra. Affrontiamo due partite con due dirette concorrenti, saranno due gare importanti per il prosieguo del nostro campionato.  Di Lecce ho un ricordo molto positivo, una stagione in cui sono riuscito a segnare cinque goal anche se poi siamo retrocessi alla penultima giornata. A Lecce sarà importante non perdere, poi è certo che non andremo lì per difenderci per tutti i novanta minuti anche perché bisogna ricordare che affrontiamo una nostra pari livello."

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha