In vista della sfida con la Fiorentina di sabato alle ore 18.00, valida per la 12° giornata di serie A, Sinisa Mihajlovic rischia il posto se non dovesse far risultato pieno contro il Cesena. Nella seduta defatigante di ieri il Mister ha annunciato ampio turn over: in difesa torneranno Comotto, Kroldrup e Gulan. A centrocampo invece dubbio per l'unico posto vacante, l'esterno, tra Cerci, Marchionni o Vargas. In avanti Muto e Gilardino.
Invece Ficcadenti, dopo il breve allenamento di ieri di scarico, quetsa mattina ha effettuato l'ultimo allenamento di rifinitura al Manuzzi. Non destano particolari preoccupazioni le condizioni di Lauro (contusione contro la Lazio) ma dovrebbe partire titolare Ceccarelli al suo posto. Al centro della difesa invece Pellegrino rileverà Benalouane A centrocampo invece irremovibili Parolo e Colucci, mentre per Appiah (se verrà ammonito sarà diffidato per il prossimo turno) potrebbe scattare il turn over. Davanti invece Bogdani, che ieri ha confermato di rinunciare alla Nazionale albanese, supportato dai soliti Jimenez a destra e Giaccherini a sinistra. malonga dovrebbe essere convocato per la panchina.
Scoppia il caso Malonga: dopo 3 partite, ancora il giocatore non è stato convocato. Se fosse una bocciatura definitiva il giocatore a gennaio potrebbe andarsene. La motivazione apparentemente è tecnica, in quanto Ficcadenti dice che il giocatore non si impegna a sufficienza in allenamento nemmeno per rimediare una convocazione in panchina e tantomeno in tribuna. E' vero che bisogna mostrare il giusto spirito competitivo e impegno in allenamento ma andare a Firenze con un solo attaccante in panchina e giovane come Rogriguez, forse è davvero troppo!

Luis Jimenez
"Siamo pronti per questa sfida ora che ci siamo sbloccati vogliamo continuare così. Andremo in Toscana per fare la nostra partita, come sempre, senza fare calcoli. Loro hanno ottimi giocatori come Mutu e Gilardino che possono colpire in ogni istante e in più saranno tutti arrabbiati per la sconfitta contro la Roma. Sono stato molto bene a Firenze (19 partite, 3 gol nel 2005-2006) ma se segno esulto, ho troppa voglia di fare gol. Voglio anche ringraziare tutti i tifosi bianconeri che mercoledi erano allo stadio: che spettacolo, loro ci sono sempre stati vicini, hanno capito che per centrare la salvezza dobbiamo stare tutti uniti. Noi come squadra siamo un gruppo molto unito, veramente, e siamo tutti con Ficcadenti, le critiche esagerate arrivate negli ultimi tempi ci hanno toccato profondamente".

Giuseppe Colucci
"E' una vittoria importante, dovuta a tanta grinta e determinazione. Sapevamo che non sarebbe stato semplice, ma dovevamo provare a portare a casa i tre punti. Avevamo perso delle partite in malo modo, ci si teneva a fare bene. La sconfitta con la Samp al 94esimo pesava".

E' stata una partita per il mister?
"Abbiamo dimostrato che questa squadra è formata da uomini e non solo da giocatori, e che questi uomini sono legati al tecnico".

Sabato vi tocca la Fiorentina?
"Non è una gara semplice, i viola vivono un momento particolare ma noi non andiamo lì a fare una passeggiata. La vittoria ci ha dato morale, dimostrando che il Cesena può dire la propria. Abbiamo messo in difficoltà squadre come Milan, Lazio e Roma".

Dal punto di vista personale, che campionato è?
"Sto giocando bene, mi sento addosso delle responsabilità importanti e sono contento di averle. Spero arrivi presto un mio gol, ieri ci sono andato molto vicino".

Massimo Bulbi, Presidente della Provincia, ha scritto una lettera al designatore degli arbitri Stefano Braschi.
"Dopo la parttia con la Juve ho scritto a Stefano Braschi, il designatore arbitrale per la serie A ero fuori di testa e ho elencato tutti gli episodi a nostro sfavore. Non era possibile vedersi assegnare contro rigori di quel tipo. La tessera del tifoso? Non ha dato le risposte che Maroni voleva. O la rendi obbligatoria per tutti o non ha senso. In questo modo metti a contattto i tifosi più calorosi con quelli di casa. Per la sicurezza al Manuzzi dobbiamo ringraziare le nostre forze dell'ordine, sempre brave nell'allestire tutto al meglio. Per il resto c'è poco da fare, come ho già detto o la tessera diventa obbligatoria per tutti oppure non ha senso".

Igor Campedelli, Presidente del Cesena Calcio, dedica la vittoria maturata mercoledì per 1-0 contro la Lazio ad Edmeo Lugaresi, recentemente scomparso.
"Con infinito orgoglio voglio dedicare la vittoria al presidentissimo Edmeo Lugaresi. Sono sicuro che, da lassù, vedendo i dispetti della sorte, ci avrà messo una buona parola. Dopo una serie di sconfitte immeritate, finalmente è arrivata la vittoria che tutti attendevamo. Un successo impreziosito dal blasone dell'avversario che, prima della partita del Manuzzi - non dimentichiamolo - guardava tutta la serie A dall'alto verso il basso. Sono tre punti pesanti per tre ragioni: perchè ci rilanciano in classifica, perché strappati ad una rivale quotata e perché il successo è giunto dopo una prestazione convincente".

Massimo Ficcadenti
"Per la partita di domani ho ancora qualche dubbio, ma la squadra sta bene, molti hanno fatto solo un tempo domenica scorsa a Torino, quindi abbiamo più soluzioni a disposizione.La Fiorentina è una squadra molto forte, sono in un momento particolare, non hanno ancora trovato continuità ma restano una squadra da alta classifica.La vittoria di mercoledì deve servire a darci convinzione, il goal di Parolo ci ha dimostrato che la fortuna può girare, poi ovviamente non abbiamo vinto solo per fortuna, ma quell'episodio è stato fondamentale.Nei minuti finali c'è stato un calcio d'angolo a favore della Lazio e lì ho visto una grande determinazione; nei novanta minuti ce la siamo meritata.Giaccherini e Jimenez sono in forma, in particolare Jimenez è in un periodo in cui più gioca e meglio è. Fisicamente ripeto stiamo bene, non ci saranno grosse novità. Da mercoledì abbiamo solo qualche certezza in più e una maggior consapevolezza di quello che possiamo fare, a Firenze di sicuro troveremo un ambiente difficile, saranno aggressivi dall'inizio e dovremo essere pronti subito".

Sinisa Mihajlovic
"L’atteggiamento della squadra? Io mi faccio capire e loro sanno benissimo cosa devono fare. C’è un problema psicologico, loro preferiscono difendere bassi ma è sbagliatissimo. D’Agostino? Non ha i 90 minuti e non può giocare dall’inizio; entrerà a partita in corso. Vargas? Io sono contento di Pasqual e Vargas non può fare il terzino; preferisco mettere Felipe o Gulan. Il Cesena? Eì una squadra che corre molto, è un avversario molto difficile. Zanetti? Non sta ancora bene ma spero che rientri presto".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha