Le altre interviste.

Igor Campedelli
"Non si può nascondere, che il rigore assegnato ieri alla Juventus non c’era, il fallo semmai era di Bonucci che per prendere posizione ha trattenuto Pellegrino ma aldilà dell’episodio, quello che chiedo è che si riconoscano gli errori e non si faccia finta di niente solamente perché non siamo una grande squadra ma una piccola realtà che lotta per salvarsi, ecco questo proprio non lo posso accettare.
In questo modo si corre il rischio che le responsabilità non siano mai di nessuno ma a pagare sia sempre il Cesena.
Voglio anche sottolineare la mia piena fiducia nella classe arbitrale e non credo che le ultime scelte arbitrali che ci hanno visti penalizzati siano frutto di un disegno volto a danneggiare la classifica del Cesena ma credo anche che i sacrifici che questa società sta facendo e i sacrifici che i nostri tifosi fanno ogni domenica per seguirci in casa e in trasferta  meritino rispetto".

Maximiliano Pellegrino
"Il fallo era di Bonucci, non mio. L'ammonizione mi ha condizionato, anche se il secondo giallo ci stava. Siamo arrabbiati perchè non è la prima volta che capita. Siamo in crisi? La gente ha visto la partita, sa come è andata, giocavamo bene poi siamo stati penalizzati".

Vincenzo Iaquinta
"Sono contento, perché è davvero un periodo un po’ sfortunato per noi, visti gli infortuni. Io stesso ho avuto dei problemi, spero che questa sia la volta buona, di aver recuperato definitivamente. Quella di oggi è stata una vittoria importante soprattutto per il carattere perché la partita si era messa in salita, ma noi siamo riusciti a riprenderla e a conquistare la vittoria".
Alberto Aquilani
"Il Cesena è partito molto forte, andando in vantaggio, ma dopo il loro gol si è vista un’altra Juve. Abbiamo ribaltato il risultato e nel secondo tempo siamo stati bravi a gestire il risultato. Sono contento di fare parte di un gruppo composto da giocatori importanti. Io cerco di mettere a disposizione le mie caratteristiche e tra queste c’è l’impostazione del gioco. Sono felice per la vittoria. Abbiamo centrato tre punti importanti che ci permettono di rimanere nelle zone alte della classifica. È lì che deve stare la Juve, visto il nome che porta. Per ora ci siamo e vogliamo rimanerci, perché siamo consapevoli di dover lottare per il primo posto".

Claudio Marchisio
"Stiamo dimostrando di essere migliorati rispetto agli ultimi due anni. Gare del genere in passato le avremmo perse. Questo è molto positivo, perché si vede più convinzione e più carattere".

Giuseppe Marotta
"Abbiamo subito un gol, ma abbiamo avuto la forza di reagire e abbiamo fatto una buona prestazione che ha legittimato la vittoria. Oggi eravamo un po’ incerottati, ma abbiamo fatto bene, anzi colgo l’occasione per fare i complimenti a coloro che non avevano ancora giocato e hanno dato il loro contributo".

Anche Ivan Zazzaroni da il suo commentoalla moviola delle grandi e di Juventus - Cesena
"Reduci da una giornata di ordinaria sudditanza: da partite nelle quali gli arbitri hanno dato una mano alle big - reali e anche presunte - penalizzando le piccole e le medie. Mi riferisco - l’ordine è puramente casuale - al rigore che ha favorito la rimonta della Juve sul Cesena (più evidente il fallo di Bonucci che quello di Pellegrino, prima ammonito e in seguito espulso per doppio giallo). Ma anche al penalty non concesso al Bari (Barreto steso da Abbiati). Oppure alla trattenuta di Riise su Mauri non punita da Morganti sull’1 a 0 (anche se Dias era in fuorigioco). Aggiungo, infine, il generoso rigore assegnato sabato sera all’Inter che stava perdendo in casa col Brescia ed era già priva di Samuel, Sneijder e Maicon".

Luciano Moggi nel suo programma tv commenta così il rigore scandaloso dato alla Juventus domenica pomeriggio.
“La Juventus contro il Cesena, ultimo in classifica, ha stentato e non poco. Sotto di un goal ha pareggiato solo grazie ad un rigore inesistente e per vincere poi ha avuto bisogno di giocare in superiorità numerica per più di un’ora".

Il Genoa esonera Gasperini e ingaggia Davide Ballardini. In settimana il tecnico ravennate era stato molto vicino alla società bianconera.

Oltre a Pellegrino, squalificato contro la Lazio per la doppia ammonizione nel match di Torino, anche Campedelli ha ricevuto una diffida per ben due turni. Il Presidente è reo di aver rivolto espressioni ingiuriose nel pos gara all'arbitro.

Oggi, lunedì 8 novembre, sono ripresi gli allenamenti al centro sportivo di Villa Silvia in vista della sfida di mercoledì sera al Manuzzi contro la Lazio. I giocatori scesi in campo nella partita di domenica contro la Juventus hanno svolto lavoro differenziato per il defatiacamento. Invece il resto della squadra si è allenato regolarmente. Ighalo si è riunito al gruppo mentre Budan continua il lavoro differenziato a parte.
Problemi invece per Emanuele Giaccherini: dopo il colpo subito al volto, si è sottoposto ad accertamenti clinici che hanno evidenziato una frattura composta delle ossa nasali. L'attaccante di Talla potrà allenarsi già da domani ma indosserà una speciale mascherina protettiva in carbonio.
Domani l'allenamento sarà a porte aperte a partire dalle 15.30.

Condividi
 

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha