Luis Jimenez parla della sfida di sabato Udinese - Cesena e mette in guardia i suoi compagni.
“Io vicino all’Udinese in estate? erano chiacchiere senza fondamento. Al di là della stima che ho per mister Guidolin posso dire con certezza che non ho avuto proposte, né io né il mio procuratore. Credo comunque che il mister se avesse potuto mi avrebbe portato con se. Mi sorprende che la squadra abbia cominciato così male. Ma il calcio è questo e sono certo che il tempo li ripagherà del lavoro che stanno facendo. Ha ottimi giocatori e la sua classifica non è veritiera. E’ un po’ che sento i miei compagni di Nazionale dell’Udinese. Sono ottimi ragazzi e meritano di essere anche dei punti fermi della nazionale. Non mi scorderei di Orellana, anch’esso di proprietà dell’Udinese, altro giocatore valido a mio parere. Bielsa ha creato un bellissimo gruppo. L’idea della federazione è migliorare ancora partendo dalle basi gettate in Sudafrica. Col Napoli abbiamo disputato una buona gara fino all’1-1, poi i partenopei sono venuti fuori anche grazie al valore di alcuni elementi. Sappiamo che l’Udinese è una squadra pericolosa specie sul suo campo ma veniamo a Udine con spirito di rivalsa e vogliamo dimostrare di aver già messo alle spalle la sconfitta di domenica. Ne verrà fuori una bella gara anche perché i friulani faranno di tutto per vincere ma anche noi non regaleremo nulla. Chi temo? Di Natale, Sanchez, Floro ma dobbiamo rispettare tutta la squadra”.

Sabato alle ore 18.00 il Cesena potrebbe scendere in campo senza Schelotto (ieri non ha partecipato agli allenanamenti). Nagatomo invece ha preso una botta alla gamba sinistra ma dovrebbe farcela. Titolare dovrebbe partire Benalouane in difesa. Jimenez e Caserta paritrebbero dalla panchina per dar spazio a Malonga in attacco.
Invece Guidolin dovrà far a meno di Domizzi, infortunato. Al suo posto Coda. In panchina così ci sarebbe spazio per German Denis, ex di turno ma ancora indietro di forma fisica.

Luigi Turci, ex Udinese e Cesena parla della sfida di sabato e fa il suo pronostico.
"Il Cesena è partito fortissimo, la vittoria sul Milan e il primo posto mi hanno emozionato, a Catania invece i ragazzi sono stati poco brillanti, mentre col Napoli si poteva anche pareggiare se non fosse stato per quel rigore. Con l'Udinese, mi spiace dirlo, ma dico che sarà 1-X. L'Udinese ora è una brutta gatta da pelare, è partita malissimo, ma ha una rosa competitiva, è in crescita e ha un potenziale enorme".

La testimonianza nei distinti di domenica contro il Napoli. Qualche parte è stata censurata per il troppo folklore :D Saab
"Un'ora prima dell'inizio della partita e già i distinti inferiori sono tinteggiati di bianco e azzurro..per un momento ho ironicamente pensato di essere finita nella curva ferrovia! ragazzi e famiglie con bambini napoletane che passeggiavano sventolando la bandiera quasi stessero nel lungo mare di napoli..noi tifosi del cesena ci guardiamo ammutuli credendo che sia uno scherzo, la presenza di massa di cosi tanti napoletani tra di noi.. invece è realtà!entrano le squadre..noi applaudiamo la nostra, loro che iniziano a fare i cori per la loro! RISPETTO ZERO, SONO IN TRASFERTA, SONO IN UN SETTORE NON LORO, MA CHI SI CREDONO D'ESSERE? I PADRONI DI CASA evidentemente! la partita inizia e gli animi sono gia bollenti,mi preparo al peggio. Il napoli continuava ad attaccare in campo e i tifosi da noi in gradinata continuavano ad esaltarsi. Termina il primo tempo ed inizia il secondo. Incredibile, rete di Parolo!!! CASINO MADORNALEEEE! Loro ammutuliti e qui noi godevamo e cantavamo. tre napoletani di mezza età erano 4 file sotto la mia, uno si gira a guardarmi. ERO TALMENTE ESALTATA CHE POI HO URLATO: siete dei mafiosiii (quando l'arbitro dava i falli a senso unico per loro) questo signore si è rigirato ovviamente mi avrebbe accoltellato se fosse stato per lui (tanto laggiu si fa cosi, non esiste il dialogo, esistono solo le botte e i coltelli). PAREGGIANO. famiglie intere che si girano indietro e ci fanno i "gestacci". DAMATO REGALA IL RIGORE, Hamsik segna. Un signore anziano ospite inzia a far suonare una trombetta verso di noi. NON PUOI PERMETTERTI DI ESULTARCI IN FACCIA... poi il terzo gol e il quarto, ma verso il termine della partita vedo arrivare un gruppo di ultras cesenati che passano in gradinata e cercano di venire alle mani con i napoletani nei distinti ma i conigli sono scappati. ovviamente facevano i grossi con le famiglie della gradinata ma quando arrivano gli ultras si cagano sotto e scappano. Delusione ma, non tanto per la squadra perchè alla fine può anche starci questa sconfitta, anche l'arrabbiatura PER COME SI SONO COMPORTATI i tifosi napoletani! La domanda che ci siamo fatti un po' tutti è stata: "SE QUESTE SONO LE CONSEGUENZE DELLA TESSERA DEL TIFOSO SIAMO A POSTO!". Maroni proprio non ha capito un cazzo, gli ultras han ragione!  Purtroppo non verrà cambiata la legge finchè non succederanno fatti molto più gravi, purtroppo. E' TROPPO RISCHIOSO TENERE DUE TIFOSERIE OPPOSTE NELLO STESSO SETTORE. Controlli, celere e Steward sono di aiuto grossi è vero, ma  se con l'arrivo della tessera, gli ultras senza di essa, vogliono arrivare alle mani con gli altri tifosi ce la fanno!".

Dopo l'allenamento odierno di oggi, questo è il bollettino medico della squadra: Chiavarini e Fatic han continuato a svolgere l'allenamento a parte, mentre per Piangerelli proseguono le cure fisioterapiche al centro medico. Anche per Schelotto c'è stato lavoro singolo che ha recuperato dopo il colpo subito nell'ultima partita di campionato.
Tutto il resto del gruppo è a disposizione del Mister Ficcadenti.


Alexis Sanchez dell'Udinese risponde al connazionale Luis Jimenez.
"I romagnoli hanno dimostrato di essere un bel gruppo cercheranno di metterci in difficoltà. Non si tratta di una squadra semplice da affrontare, ma non sono preoccupato, a me piacciono le difficoltà. Siamo concentrati solo sul fare bottino pieno, vogliamo i tre punti con tutte le nostre forze. Li volevamo intensamente anche nelle partite precedenti, ma ora è arrivato il momento di portarli a casa".

Yuto Nagatomo conferma la sua crescita tecnica in Italia.
"Qui a Cesena mi sto ambientando sempre meglio, ho trovato un campionato più fisico e più tecnico rispetto a quello giapponese, ma sto crescendo sotto tutti i profili. In campionato siamo partiti molto bene, le ultime due sconfitte non ci hanno demoralizzato, ci stiamo allenando con intensità e concentrazione. Sappiamo che il campionato è difficile e l'obbiettivo principale per noi resta la salvezza, anche se sono convinto che questa squadra può ottenere anche di più".

Yuto Nagatomo è stato convocato dal ct del Giappone Alberto Zaccheroni per la prossima partita della nazionale del sol levante.

Il Presidente Igor Campedelli e il vice Presidente Adriano Galliani si sono recati oggi a Monza per visionare le nuove maglie per la futura stagione 2011-2012. L'Adidas ha convocato con grande preavviso le uniche due società che fan parte della multinazionale tedesca.

Condividi

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha