Comunicato WSB 81 dopo Catania-Cesena.
 
La foto che vedete qui sopra è stata scattata mercoledì sera a Catania nelle tribune di casa dove 11 di noi sono riusciti ad entrare dopo lunghe peripezie. Ma andiamo per ordine.

Domenica scorsa con il Lecce apprendiamo che l’agenzia viaggi Manuzzi di Cesena, mette in vendita a chiunque un pacchetto viaggio che comprende trasferimento e ingresso allo stadio di Catania, senza tessera del tifoso, come accredito. All’inizio rimaniamo sorpresi...poi ci viene un’idea. Ci informiamo e decidiamo, il lunedì pomeriggio, di provare a “violare il divieto”, infiltrandoci nel charter, che trasporta la squadra, riuscire ad entrare e mostrare i nostri simboli (WSB e Sconvolts) alla faccia di chi vuole eliminarci. L’obiettivo della nostra azione era in primis, riuscire a battere il divieto, violando l’assurdità del provvedimento che permetteva ai soli tesserati di scendere a Catania. Obiettivo secondario quello di mettere in “crisi” il loro sistema, che permette ai tanti tifosi da tribuna, amici e “vip” di entrare senza tessera allo stadio. Infiltrandoci volevamo mettere in crisi il loro sistema di privilegiati. Quando agenzia, questore di Catania e società capiscono che sull’aereo saliremo anche noi... la questione diventa un caso. La nostra iniziativa manda in tilt il sistema. Il questore, fa di tutto per impedirci di partire... in quanto ultras, e alcuni addirittura ex daspati. La situazione è surreale... tutti gli altri non tesserati sull’aereo possono andare senza problemi e NOI NO? Mobilitiamo i nostri avvocati perché nonostante la repressione in atto, siamo ancora cittadini come gli altri e non possono impedirci di prendere un aereo. Grande è l’imbarazzo del sistema organizzativo, e grandi sono le pressioni per farci desistere dal nostro intento. Chiediamo che il divieto di prendere l’aereo ci venga comunicato attraverso un documento ufficiale, che ci venga scritto e firmato dal Questore di Catania o chi per lui. Ma sapevamo che non poteva farlo se non violando leggi e costituzione quindi… Noi, tramite i nostri avvocati, rivendichiamo i nostri diritti di cittadini, non molliamo e alla fine partiamo. Non ci piace certo viaggiare con squadra e società, e per questo stiamo sulle nostre, ma vogliamo raggiungere il risultato di entrare e violare, di fatto, il divieto. Viviamo cosi la nostra giornata da OSPITI INDESIDERATI, scomodi al sistema sempre, contenti di esserci infilati nelle falle del sistema repressivo per un giorno e ripagati dei tanti sacrifici per essere presenti comunque. AVANTI BRIGATE

WSB CESENA


Ficcadenti già pensa a domenica per Cesena - Napoli all'ora di pranzo (12.30).
“Non andiamo via da Catania sconfitti nell’animo, abbiamo affrontato un’avversaria molto organizzata che spesso ci ha impediti di sviluppare il nostro gioco, tuttavia pur non realizzando molte occasioni siamo rimasti compatti. Il nostro obiettivo è la salvezza, da domani continueremo a lavorare ,per noi non è cambiato nulla, questa battuta d’arresto ci farà sicuramente reagire, io ho molta fiducia nei miei uomini".

Il match Inter - Cesena è stato posticipato a mercoledì 22 dicembre, causa impegno dell'Inter nella Coppa del Mondo per Club. Il match si sarebbe dovuto giocare il 12 dicembre. Si ritornerà in campo domenica 9 gennaio al Manuzzi contro il Genoa, visto che il match del 6 gennaio a Brescia è stato spostato al 19 gennaio.

De Laurentis sarà al Manuzzi per Cesena - Napoli.
"Seguirò la squadra in trasferta a Cesena, dobbiamo stare attenti, è una partita delicata. Stiamo vicino alla squadra, il nostro è un gruppo giovane e deve maturare".

Domenica ci sarà anche la diretta di "Quelli che il calcio" con Biascardi e Mirko Casadei come inviati. Collegamento ore 13.45 dal Manuzzi.
Ieri Igor Budan ha incontrato il Presidente Igor Campedelli. I tempi di recupero sono fissati per circa metà novembre, il giocatore spera di rientrare in tempo per la gara col Palermo.

Luca Mancini fa il punto sulla classifica e gli obiettivi stagionali.
"Il nostro atteggiamento è quello dell'equilibrio, non demorallizzarsi per una sconfitta e non esaltarsi troppo per una vittoria. Abbiamo fatto 7 punti su 12 disponibili ed è un risultato bellissimo. La quota salvezza resta intorno ai 40/42 punti. Credo sarà un campionato equilibrato e si deciderà tutto alla fine. Domenica sarà durissima, vengono da una sconfitta e vorranno rifarsi, ma noi saremo pronti. In più nel nostro stadio pieno e caloroso avremo una marcia in più".
Riguardo la Curva Ferrovia e gli ammodernamenti annunciati da Campedelli.
"Dopo aver rinnovato tutto il settore della tribuna, per cui dovremmo fare un mutuo di circa due milioni di euro, la scorsa settimana abbiamo presentato le pratiche per la divisione della curva ospiti. Questo per recuperare altri 2500/3000 posti per i nostri tifosi in modo tale da avere un Manuzzi sempre più bianconero. Aspettiamo una risposta a breve e c'è tanto ottimismo: può essere possibile riuscirci anche in questa stagione".

Nagatomo si racconta.
"La vittoria contro il Milan è stato il momento più alto della mia carriera. Credo che sarà o il Milan o l’Inter a vincere lo scudetto. E Pato sarà il capocannoniere. Da ragazzino avevo i poster di Batistuta e Roberto Baggio, oggi metterei Maicon. In che squadra mi piacerebbe giocare? Nel Barcellona di adesso".

Anche Carlo Ancelotti da Londra parla del Cesena.
"Il miglior giovane è senza dubbio Giaccherini. Direi  che è una vera e propria rivelazione visto che è arrivato in serie A a 25 anni. Ho visto il Cesena in tv e mi ha davvero impressionato".

L'agente di Schelotto smentisce l'interessamento della Juventus per il giovane talento.
"Posso dire che siamo a settembre e magari non si sa cosa scrivere  Schelotto non è mai stato richiesto dalla Juve, lui ora è concentrato a fare bene al suo primo anno di serie A e pensa solo al Cesena".

 Condividi

1 commento:

  1. quale tifoso del cesena non sarebbe contento di viaggiare con i calciatori per cui lui ogni domenica perde la voce??...quindi mi domando: gli ultras Wsb per chi cantano allo stadio?? per loro stessi??!! perchè continuano a sentirsi gli unici veri tifosi se poi sono i primi ad attaccare la società?...sono d'accordo con la loro protesta nei confronti di Maroni e della tessera che rimane solo un affare economico...ma francamente non capisco altre loro scelte!!

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha