domenica 12 settembre 2021

Cesena - Imolese 0-0 3° giornata Serie C girone B 2021-2022

CESENA - IMOLESE 0-0

Marcatori: -

Sintesi della gara
Terzo match di campionato e primo derby per il Cavalluccio, al Manuzzi c'è l'Imolese in una sfida ormai diventata un classico. Viali non tocca l'undici titolare di Lucca e lascia in panchina il nuovo arrivato Pogliano. L'avvio è di marca ospite, al 4' e al 9' A. Lombardi e Benedetti (dopo un errore di Mulè) impegnano Nardi che si supera. Il Cesena si affaccia in avanti al 10', il colpo di testa di Mulè è salvato sulla linea da Rossi; Zecca ci prova al 21', il contropiede del bianconero viene però fermato da Rossi che salva tutto. Capitan Caturano al 32' impegna il portiere avversario senza successo. 0-0 all'intervallo, preceduto da una protesta imolese per una trattenuta in area avversaria. Buon gioco per i ragazzi di Viali con pochi rischi presi.
Imolese intenzionata a smuovere il match, dopo la sosta entrano Santopadre e L. Lombardi per Rossi e Padovan. Botte e cartellini ad inizio ripresa, Viali mette ordine con Rigoni e Pierini per Steffè e Ilari al 58'. Caturano al 62' spara alto da fuori area, ancora bianconeri pericolosi al 71': Bortolussi cuce e ricama per Ardizzone il cui tiro viene respinto alla grande da Santopadre. Un minuto dopo l'Imolese resta in inferiorità numerica con la seconda ammonizione di Vona. Viali deve provarci e mette al 78' Tonin per Zecca e al 85' forze giovani con Munari-Berti per Ardizzone-Candela. I cambi portano solo a una vera occasione nel secondo dei cinque minuti di recupero: da destra invenzione di Tonin per Rigoni, Santopadre fa ancora un miracolo e chiude il derby sullo 0 a 0, risultato identico all'esordio con il Gubbio.

Il pagellone
Nardi 6: un paio di interventi e poco altro, ci pensa l'Imolese a farlo addormentare.
Candela 5,5: va a corrente alterna, ancora meglio in avanti e meno bene indietro. Da registrare.
Mulè 6,5: ancora un altro gettone in attesa dei titolari e si fa trovare pronto, anche se qualche amnesia rimane. Le palle alte sono le sue. PIACEVOLE SCOPERTA
Ciofi 6,5: la difesa è impenetrabile, in fase offensiva non trova i tempi giusti. Comunque, ancora nessun gol subito in casa.
Yabre 6,5: altra partita da titolare, oggi migliora. Ancora qualche buco difensivo ma in costante progresso.
Ilari 6: meglio rispetto alle altre partite ma anche lui deve alzare l’asticella. Sufficienza d’incoraggiamento.
Steffè 6: esce con la lingua lunga, un vero combattente. Collante imprescindibile.
Ardizzone 6: fa il suo ma non rischia mai nulla. Ok il compitino ma dal capitano ci si aspetta altro.
Zecca 5,5: veloce e scaltro ma quest’anno è poco preciso. Al 22’ avrebbe l’occasione per colpire ma si divora tutto da pochi passi dopo un contropiede.
Caturano 5: il bomber è bloccato e ha una spanna di ruggine. Ruggisce e poco altro. LEONE SPAESATO
Bortolussi 6: si spazza tanto lavoro e serve un cioccolatino per Pierini per l’ipotetico vantaggio che non arriva. Troppo lontano dalla porta per fare male.
Rigoni 6: entra lui e dà le giuste coordinate per fare male. Pecca però nel colpo del ko, quando al 92’ Santopadre fa il miracolo.
Pierini 5,5: qualche guizzo ma nulla più. Serve altro per entrare nel cuore delle partite e dei tifosi.
Tonin 6: prova a scardinare sulla sinistra nel finale, ma non dà la scossa.
Munari sv
Berti sv

Viali 6: la gara è aperta, i bianconeri non prendono gol, giocano e vanno vicini al gol nel finale. L’ultimo quarto d’ora è sperimentale ma le carte dal mazzo non lo aiutano.

7 commenti:

  1. Tristezza...rassegnamoci ad un altro campionato mediocre...come il nostro allenatore

    RispondiElimina
  2. Viali insiste a schierare il Cesena con il 4-4-2 per far giocare titolare Caturano (da tre anni un ex calciatore). Il suo aziendalismo è commovente. Non gli è bastato evidentemente il girone di ritorno dello scorso anno. Tristezza assicurata.

    RispondiElimina
  3. Caturano sta iniziando ad essere il vero problema della squadra: mi pare che questo assetto non giovi a bortolussi, costretto ad agire troppo lontano dalla porta, e sacrifica centrocampisti come Ardizzone e Ilari (sono delle tipiche mezz'ali, ma vengono impiegate rispettivamente da mediano/regista ed esterno).

    Visto che la punta di scorta non arriva, si potrebbe tornare al 4-3-3 con Bortolussi prima punta e Caturano in panca, soprattutto una volta che sarà in condizione Pierini (lui e Zecca esterni, con Bortolussi centrali).

    Non si può aspettare Caturano in eterno. Da quando è a Cesena ha fatto si e no 3 o 4 partite decenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La punta di scorta non serve. Bortolussi, Caturano, Tonin. Giochi a 3 davanti, Borto titolarissimo e due peperini (Pierini, Zecca, Nannelli...) a ruotargli attorno. 3 centrocampisti buoni da schierare ci sono sempre e comunque. A dirla tutta, ieri sarebbe bastato buttarla dentro e ora avremmo avuto meno da dire alla squadra...

      Elimina
    2. Pensiamo alla Coppa di domani e concentriamoci.

      Elimina
  4. Luca giunchi,sei tu l'allenatore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per utilizzare un termine caro a certa stampa, non sono un aziendalista e quindi non posso allenare.

      Elimina

Più letti di sempre

Seguici su Facebook

Ultimi commenti