domenica 15 dicembre 2019

Arzignano Valchiampo - Cesena 0-1 19° giornata Serie C 2019/2020

ARZIGNANO VALCHIAMPO CESENA 0-1 (17' Franco) 

Sintesi
Ultima giornata del girone d’andata, la 19esima e il Cesena ha il compito di sirollverarsi in casa dell’Arzignano dopo il pesante ko col Fano. Poche emozioni e la prima è il gol che sblocca la gara. Corner per i romagnoli con doppia torre di Ciofi e Maddaloni per Franco che inzucca alle spalle di Tosi al 17’. Riprende il gioco e Marson è prodigioso sul tiro cross proveniente dalla sinistra. Continua l’Arzignano ad attaccare e al 24’ Ferrara è pericoloso dal limite sinistro. Poi sempre il numero 10 si incunea al 42’ e Marson è superlativo a neutralizzare. Al 46’ squadre negli spogliatoi.
La ripresa si apre con l'uscita dal campo di Piccioni per Cais. Padroni di casa, ancora a secco di vittorie, che alzano il tiro dopo che Valeri si divora un gol davanti al portiere. Primo cambio del Cesena: dentro Zerbin per Russini al 61' e Capellini per Zampano. Risponde Colombo con gli innesti di Tazza e Barzaghi per Lo Porto e Balestrero. Si passa al 66' con Cais di testa che spedisce fuori, poi Pattarello centra lo specchio con una botta che Marson alza sopra la traversa. Al 75' fuori Pattarello per Anastasia, poi Modesto dà fiato al minuto 81 con Zecca per Butic. Colombo si gioca invece il tutto per tutto: dentro anche Flores per Ferrara. Al 90' è Cais a mandare tra le braccia di Marson, con l'arrivo del 95' che chiude con il regalo vittorioso per il Cesena il girone d'andata. Bianconeri che con 13 punti viaggiano più veloci in trasferta che in casa con 11.

Il pagellone
Marson 6,5: interviene alla grande nel primo tempo, Sabato lo salva nel finale. Dà sicurezza dopo le parere con il Fano.
Ciofi 5,5: parte bene ma poi viene superato troppo spesso dalle furie (si fa per dire) venete.
Maddaloni 6,5: i capitomboli di sabato scorso sono dimenticati. Rende ancora più inermi i già sterili gialloazzurri.
Sabato 6,5: ha una marcia in meno, sforzo minimi per l'ex Rende. Nel finale cattura il pallone che sarebbe valso il pari dell'Arzignano.
Capellini 5,5: il neo dottore fatica contro avversari di certo non irresistibili. Occhio a Zampano...
Franco 7: tuttofare e onnipresente, aggressivo sul pallone, spezza le manovre dei locali. Il gol è la ciliegina, tutta la torta è appetitosa. CALIFFO
De Feudis 6: precisione e tempismo gli difettano un poco. Franco fa il diavolo, oggi il Conte si limita ad amministrare.
Valeri 6,5: dice bene chi lo vede come un giocatore da B. Sa come conquistare il pallone, è un treno sulla fascia, gli manca solo la precisione nei traversoni.
Borello 5,5: è dura restare a galla. Cerca il guizzo giusto ma termina sempre nei raddoppi ordinato da mister Colombo.
Butic 5: gira a vuoto, sono rari i palloni buoni tra i suoi piedi. Il ragazzo fatica a trovare quelli da buttare in porta.
Russini 5,5: ne ha. O meglio, ne avrebbe. Poche giocate vere di fronte al copertissimo Arzignano. IMPANTANATO
Zerbin 5,5: prezioso nelle ripartenze della ripresa. Un neo enorme: getta al vento la palla dello 0-2.
Zampano 5,5: più 'pulito' di Capellini. Non pare ancora al top della forma, deve comprendere totalmente il gioco voluto da Modesto.
Zecca 6: pare quasi più a suo agio da vera punta che da esterno/suggeritore. Finalmente una prestazione decente.

Modesto 6: la sua squadra vince con le armi non dichiarate, ovvero gioco di rimessa e palla lunga a Butic. Fatto un gol, i suoi non riescono a trovare il secondo che avrebbe chiuso la contesa. Sofferenza infinita ma quel che conta è la vittoria.

Tifosi Arzignano sv: annoiati pure dal giuramento militare delle squadre giovanili nel prepartita. Solo il settore tribuna aperto, appena 150 abbonati e poco più di 600 spettatori totali. Nulla di che.

Settore Ospiti Cesena 6,5: i 136 tifosi si fanno sentire. I cori rimbombano nel semideserto Romeo Menti. Alla fine è festa grande nonostante il vin brulé da retrocessione diretta del bar dello stadio.

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti