BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio

martedì 6 marzo 2018

Cesena - Pro Vercelli 2-2 recupero 28° giornata Serie B 17/18

CESENA - PRO VERCELLI 2-2 (19' Di Noia, 22' Kupisz, 67' Castiglia, 72' Berra)

IL RACCONTO DELLA GARA
Ecco il recupero del turno numero 28 tra Cesena e Pro Vercelli. Castori conferma in blocco l'undici di La Spezia ad eccezione di Esposito che lascia il posto a Scognamiglio. Dopo una fase di piccoli sussulti, i romagnoli bussano con Scognamiglio all'11', colpo di testa alto. 18', Jallow davanti al portiere spara e trova l'angolo. Di Noia rompe il ghiaccio al 19', 1-0 Cesena! Corner di Schiavone, il compagno scatta e insacca di testa. Giallo a 20' per Vita, fallo in attacco. Al 22' è raddoppio bianconero! Jallow-Dalmonte, triangolo perfetto per Kupisz che tutto solo insacca il 2-0. Di Noia
cerca la botta da fuori al 25', Pigliacelli blocca a terra. Cavalluccio in controllo del match, gli ospiti tentano qualche sortita offensiva ma si limitano a una girata debole di Reginaldo che va a lato. Dalmonte pericoloso al 42', il suo tiro cross dal fondo viene respinto sulla linea dal portiere vercellese. Nessun minuto di recupero. Il Cesena arriva all'intervallo avanti di due reti e sempre con il pallino del gioco in mano; la Pro invece pare davvero in difficoltà, un'altra squadra rispetto a quella vista all'andata. 
Ad inizio ripresa entra Alcibiade al posto di Konaté. I padroni di casa lasciano qualche spazio agli ospiti che però non riescono ad incidere. La partita si risveglia con Schiavone che al 59' manda alto calciando dai 25 metri; ci prova anche Jallow al 61' ma il tiro non preoccupa Pigliacelli che para facilmente. Un minuto dopo Da Silva prende il posto di Altobelli. Castiglia riapre i giochi al 67': cross di Mammarella, palla ribattuta in area e poi raccolta dal numero 10 che incrocia e mette in rete. 70', Alcibiade getta la spugna ed esce per Berra. Al 71' ritorna il Cesena, azione manovrata e tiro dalla destra di Schiavone che manda fuori. Pochi attimi dopo il pari della Pro Vercelli: corner dalla destra, incornata di Berra in rete. Castori si ricorda di avere altri giocatori in rosa e al 76'  toglie Dalmonte per Chiricò. Proprio l'ex Foggia accende subito il gioco, serpentina centrale e sfera a Di Noia che tira addosso a Pigliacelli; ancora il ragazzo pugliese calcia dai 30 metri, il portiere ospite smanaccia sul fondo. 85', escono il dolorante Donkor e Vita per Esposito e Cacia. È la stessa punta a tentare una conclusione all'88', tiro bloccato. Si gioca per altri quattro minuti dopo il 90'. Il team ospite prova a pungere nel finale, Chiffi ferma le ostilità. Per il Cesena è una mezza sconfitta: una vittoria quasi certa all'intervallo si trasforma in un pareggio che fa comodo solo alla Pro Vercelli.

PAGELLONE
Fulignati 5,5: non sempre attivo sulle palle alte, oggi migliora ma forse poteva fare qualcosa sul 2-2 finale. ALTEZZA 
Donkor 6: parte forte poi si spegne finché non si fa male. Lotta sempre. PUGILE 
Suagher 5,5: sul primo gol di Castiglia poteva fare meglio. MACCHIA 
Scognamiglio 5: gladiatore e sempre presente, tranne che sul 2-2 di Berra, dove perde l'uomo. Le punte avversarie dormono ma dorme nei momenti cruciali. CAPPOTTATO 
Perticone 6: corsa e grinta in un ruolo non suo. OPERAIO 
Kupisz 6,5: due reti in due gare, come sempre  mette tanta gamba, nella ripresa cala insieme alla squadra. MENO PEGGIO 
Schiavone 6: faro nel primo tempo diventa poi lanterna, ma cerca almeno la botta da fuori. RAMPA MISSILISTICA 
Di Noia 6: fa legna ma il gol non basta. BOSCAIOLO 
Vita 5,5: double face, finché ha energia tiene, poi è troppo stanco per lottare. BATTERY LOW
Dalmonte 5,5: vice Laribi non sfigura, il voto sarebbe stato più alto se non fosse sparito totalmente nella ripresa. NASCONDINO 
Jallow 6: mette lo zampino nel secondo gol e fa dei bei numeri, poi viene tagliato fuori dal gioco, spesso tiene troppo la palla. TESTARDO 
Chiricò 6: entra in campo per quasi venti minuti, ci prova da subito ma non dà la zampata decisiva. SPUNTATO 
Cacia sv 
Esposito sv 
 
Castori 5: la prima parte di gara perfetta, il Cesena non rischia nulla e anzi va in doppio vantaggio, un sogno. Poi nella ripresa si ritorna a fare barricate e si subisce un cocente pareggio che sa di sconfitta nello scontro diretto. Colpevole sui cambi tardivi senza attenuanti. 

Curva Mare Cesena 5,5: la gara si era messa bene, l'orario non aiuta, ma già si pregustava una vittoria. Poi nella ripresa è dura vedere uno scempio del genere e il tono cala. 

Curva Ferrovia Pro Vercelli 5: otto tifosi, passi il recupero per neve, passi l'orario e la distanza ma proprio non va.

2 commenti:

  1. Non puoi farti recuperare 2 gol in casa da una diretta avversaria in uno scontro chiave per la salvezza. A 3 giorni dallo spezia, con la pro vercelli riposata, ha cambiato solo un titolare e fatto il primo cambio al 75. E poi le solite barricate inutili (quando abbassiamo il baricentro così poi i gol li prendiamo comunque). Una squadra che ha fame di salvarsi non butta via 2 punti così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho visto la partita questa volta, ma dalla descrizione e dal tuo commento, capisco che ci siamo rintanati nel secondo tempo - se così, si rischia veramente tanto, non capisco Castori, all'inizio non era così, penso sia un segno di insicurezza - eppure a me sembra che la squadra non abbia alcun problema a giocare con chiunque e abbia già dimostrato che con l'atteggiamento sbagliato ha già perso parecchi punti

      Elimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti