CESENA - SAMBENEDETTESE 2-1 (17' Laribi, 55' Vita, 91' Valente)

IL RACCONTO DELLA GARA
Inizia la rumba stagionale con la Coppa Italia, il Cesena ospita la Sambenedettese di Moriero che al primo turno aveva affrontato e superato la Lucchese ai supplementari 2-0. Prima della gara breve acquazzone estivo.
Il Cesena scende bene in campo e al quarto una sgaloppata di Mordini decreta il penalty del direttore di gara che non ha dubbi. Laribi al 16' dal dischetto non fallisce e apre così la gara per i bianconeri alla sinistra del portiere spiazzato. La reazione ospite non si fa attendere e dopo 4 minuti Esposito mette i brividi ad Agliardi con una bordata di poco a lato. Il Cesena insiste e al 28' il calcio da fermo di Laribi di poco non lambisce la traversa, poi Jallow mira il primo palo e il portiere Pegorin vola in corner. Al 34' tocco dubbio di braccio in area di Damonte ma l'arbitro lascia proseguire. Poi al 39' arriva anche il gol di Gliozzi ma annullato per off-side. Un buon Cesena che non rischia nulla, tanto che al 42' Crimi dai 20 metri costringe agli straordinari Pegorin in corner.
Si va nella ripresa con Moriero che innesta Bove per Vallocchia al 53' ma dopo 2 minuti è Vita che con un tiro dal limite fissa il 2-0 per la gioia dei tifosi. La reazione è furiosa, tanto che la Sambenedettese prima con la rovesciata di Torni costringe Agliardi al miracolo, poi raccoglie Miracoli ma da due passi centra la traversa! Cesena che ha rischiato tantisismo, quindi Camplone innesta Sbrissa per Vita, mentre Moriero rileva Troianiello e Gelonese per Valente e Sorrentino aò 65'. Il Cesena gestisce la palla ma gli riesce male perchè avvisaglie al gol del 91' di Valente arrivano ancor prima con il colpo di testa di Miracoli che manda a lato di pochissimo.
Poi dopo l'esordio del baby Militari per Laribi applauditissimo, arriva appunto il 2-1 che per tre minuti mette ansia ai bianconeri che però passano il turno meritatamente e senza soffrire poi così tanto in una gara ben gestista ma con appunti da rivedere. Appuntamento ora a Genova sponda rossoblu per sabato prossimo.

PAGELLONE
Agliardi 6: poco impegnato per lunghi tratti del match, viene messo alla prova solo nel secondo tempo. Poco reattivo nel gol ospite: poco male, ora tocca a Fulignati. CHIOCCIA
Perticone 6,5: non è questo il miglior match per ribadire di essere il miglior difensore (e non solo) di questa squadra. Regge benone, basta così. DOVE ERAVAMO RIMASTI?
Cascione 6,5: centrale difensivo dall'altro ieri, sicurezza da vendere. In attesa del Rigione/Marchizza/difensore random dalla A fa il Rafa Marquez della situazione. TELECOMANDO
Esposito 5,5: esperienza da vendere, gioca a testa alta sul centro sinistra. Tutto in regola fino alla rete della Samb dove non si fa trovare pronto. NON BENISSIMO
Kupisz 6,5: copre centro metri di campo, un vero esempio di giocatore universale di fascia. Già piccolo fenomeno degli ultras over 70 di tribuna e gradinata. METRONOTTE
Vita 6,5: fa l'essenziale da mezzala, copre e si propone con i tempi giusti. Inventa un bel gol con un diagonale perfetto. BUONA LA PRIMA
Laribi 6,5: titolarissimo dopo una manciata di allenamenti con un gruppo totalmente rinnovato. Freddo dal dischetto dove apre le marcature, lo è altrettanto in mezzo al campo. Il regista c'è, facciamogli perdere qualche chilo e mettiamoci comodi fino a maggio. CIAK, SI GIRA
Crimi 6,5: si riprende dopo l'insufficiente prova (eufemismo) contro il Fano. Guadagna un rigore, aiuta Laribi in mediana e si fa notare in avanti. NON VENDETELO, NON VENDETELO, NON VENDETELO
Mordini 5,5: si impegna alla morte, ha buoni spunti in appoggio ai giocatori d'attacco ma risulta impreciso oltre misura in copertura e in avanti. Da rivedere contro squadre di pari livello. RIMANDATO A SETTEMBRE
Gliozzi 5,5: deve ancora entrare nei meccanismi di Camplone. Si muove tanto ma non basta, non si ricordano conclusioni verso lo specchio. IL RAGAZZO SI FARA'
Jallow 6: l'ex Trapani è un calciatore rubato alla pista rossa. Si fa notare "in the box" pur senza andare a segno, cerca spesso l'appoggio con Gliozzi. USAIN BOLT DEL RETTANGOLO VERDE
Sbrissa 6: compitino senza infamia e senza lode, alternativa validissima per Camplone in mezzo al campo. CANDIDATO
Moncini sv
Militari sv

Campone 6: mette Cascione e Laribi dal primo minuto e ne ricava dividendi importanti. L'avversario non è di pari valore, i suoi uomini ottengono un successo che gli consentirà di affrontare un test importante con il Genoa tra una settimana.

Curva Mare Cesena 6,5: il caldo d'agosto non spegne la voce del settore indiavolato del Manuzzi. Da segnalare la folta presenza degli amici di Stoccarda, Mantova e Brescia.

Curva Ferrovia 6,5: serie C sul campo, serie A sugli spalti. 350 (forse più) supporter sul fronte opposto, non si notano riminesi ma appare lo striscione "Schickeria" degli ultras del Bayern Monaco che a fine partita prenderanno i peggiori sfottò dai ragazzi di Stoccarda.

4 commenti:

  1. Io lo dico da tempo di non vendere crimi,grave errore. Controllare commenti qui questa settimana,fa piacere che altri lo dicano.

    RispondiElimina
  2. Sarebbe bello non darlo via, speriamo bene ma i conti non tornano purtroppo caro Italo

    RispondiElimina
  3. I conti in questo Cesena non tornano mai,lo dico da sempre,il presidente se vuole fare il presidente si faccia carico di queste situazioni mettendo mano al portafoglio.altrimenti si retrocede.

    RispondiElimina
  4. I conti in questo Cesena non tornano mai,lo dico da sempre,il presidente se vuole fare il presidente si faccia carico di queste situazioni mettendo mano al portafoglio.altrimenti si retrocede.

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha