CESENA - NOVARA 0-1 (37' Macheda)

IL RACCONTO DELLA GARA
Match a tre dalla fine che potrebbe sancire l'aritmetica permanenza in Serie B. Parte a rilento e sotto la pioggia, la prima preoccupazione la dà il Novara da calcio da fermo: dalla destra lo spiovente è raccolto da Lancini che sul secondo palo impegna Agliardi in corner. Ritmi blandi e bloccati, al 33' Cocco è costretto ad uscire per infortunio, dentro Panico. Dopo 4 minuti la doccia gelata: in contropiede Chicco Macheda segna il vantaggio con una stoccata precisa rasoterra. Il Cesena non si scompone e al 42' la punizione di Laribi trova la capoccia di Rodriguez sulla quale Montipò salva il vantaggio. Nel secondo dei due minuti di recupero il tirocross di Renzetti costringe ai pugni ancora il numero 25 ospite. Squadre negli spogliatoi. 
Si riparte e al 50' Panico serve Renzetti in area, Montipò respinge. Lo stesso portiere viene ammonito al 53' per perdita di tempo. 58', giallo a Bolzoni. Doppia occasione per Perticone di testa poco prima del 60' che vanno fuori. 65', Garritano in slalom sulla sinistra, tiro a giro che passa a un centrimetro dall'incrocio dei pali. Giallo anche a Macheda al 67'. Kone entra per Di Roberto al 70'. Doppio giallo per Bolzoni al 72', Novara in dieci: Boscaglia mette Troest per Orlandi e al 75 c'è Nardi per Macheda.80', ammonito Calderoni. All'83' Lukanovic rileva Sansone.
Paratona di Montipò all'88' su Garritano, il corner seguente viene sprecato da Capelli che di testa mette a lato. Sei minuti di recupero. Giallo a Lukanovic al 94', un minuto dopo Rodriguez da cinque metri si fa respingere l'incornata ancora da Montipò. Finisce 0-1 la gara tra Cesena e Novara. I risultati dagli altri campi condannano i romagnoli a lottare per la salvezza anche a Trapani e probabilmente con l'Hellas Verona all'ultima giornata.

PAGELLONE
Agliardi 6: tiene a bada la porta fino alla rete di Macheda che lo vede leggermente in ritardo nel tuffo a terra. Inoperoso nella ripresa. SEI MENO MENO 
Perticone 5,5: si fa saltare nell'azione del gol, grossa pecca sul risultato finale. Un paio di incornate offensive non trovano lo specchio della porta. ERRARE È UMANO 
Capelli 6: regge nonostante forma fisica non proprio smagliante. L'unico davvero sufficiente del pacchetto arretrato. ALMENO TU 
Ligi 5: coperture non perfette e passaggi fuori tempo. Si è rivista la sua parte peggiore. OH DONKOR, SCALDA LA PANCHINA! 
Di Roberto 5,5: mai realmente incisivo contro una squadra tutta catenaccio e perdite di tempo. Attenzione, potrebbe giocare anche a Trapani in caso di assenza di Balzano. OH SETOLA, SCALDA LA PANCHINA! 
Crimi 5,5: ormai vera anima del centrocampo bianconero. Un pizzico di foga in più e uno di precisione in meno gli negano gioie nella trequarti avversaria. FRIZZANTINO 
Laribi 5,5: brioso e concreto in qualità di regista. Anche lui risulta frettoloso in fase offensiva sul finire del match. INSTINTIVO 
Garritano 6,5: tutto molto bene. Mezzala, esterno, ala: è l'uomo oveunque del Cesena. Montipo' gli nega l'hurrà e il tabù del gol continua. GLI MANCA SOLO QUELLO 
Renzetti 5,5: mette corsa ma non scatta, lancia l'esca ma non pesca. Fa quello che può e non sempre basta. CHI ACCONTENTA GODE COSÌ COSÌ 
Rodriguez 5,5: "Bravo il portiere" o "Non si impegna"? Le occasioni odierne lo condannano a non esultare. Il Manuzzi si divide, lo facciamo anche noi con un voto di stima. ALTRO CHE MACRON VS LE PEN! 
Cocco 5,5: nulla di speciale, non pesta i piedi di Rodriguez ma fatica a muoversi con i tempi giusti. Esce zoppicante, i nostri migliori auguri vanno a lui. FORZA COCCO 
Panico 5,5: una partita da "quasi" titolare. Fa da vice Ciano, il pepe c'è però la pasta non è la stessa. MINESTRA SCONDITA 
Kone 6: praticamente Crimi con due mattoni al posto dei piedi. Grintoso, un po' confusionario, sempre nei paraggi del pallone quando scotta. CASINISTA ORGANIZZATO 
Vitale sv 

Camplone 5,5: Cesena sciupone, Novara cinico. Il risultato condanna lui e il Cesena ad una sofferenza prolungata. I suoi, pur senza la bellezza e la pulizia di gioco viste contro avversari più "avventurosi", hanno avuto tante (quasi troppe) possibilità di vincere il match, l'inferiorità ospite dal 70' in avanti lasciava infatti viva questa speranza. Ora viaggio a Trapani e poi l'Hellas in casa: poteva andare meglio.

Curva Mare Cesena 6: inferociti verso i riminesi presenti in Ferrovia, solo a tratti riescono a dare la giusta carica ai beniamini bianconeri. Serve di più per creare il fattore Manuzzi.

Curva Ferrovia Novara 5: ultras novaresi decimati dai daspo e aiutati dai fratelli di Rimini (ce ne eravamo quasi dimenticati...) dietro lo striscione RWS. Cinquanta elementi, poco tifo e festa al 90'.

INTERVISTE POST PARTITA
Andrea Camplone
"La squadra ha fatto la prestazione che doveva fare, un solo errore: il gol preso in contropiede su una palla in cui siamo andati in più uomini. Nel secondo tempo specialmente la squadra ha corso tanto. Di fronte a noi Montipò ha parato tutto, noi siamo stati poco incisivi e cattivi. 
Oggi avremmo potuto festeggiare la salvezza, ora sono rimaste due partite importanti con Trapani e Verona, dovremo stare attenti e sul pezzo. Nei primi trenta minuti non ci siamo sacrificati, loro facevano girare la palla molto bene. Nel secondo tempo abbiamo rialzato la testa. 
Chi vince è sempre il più bravo, complimenti a loro. Col senno di poi è facile dire che le due punte non andavano bene. Non è arrivato un pallone giocabile, ci siamo fossilizzati con i lanci lunghi. Dovevamo fare come nel secondo tempo con palla a terra e farla girare. Cocco? Panico è diverso da lui. Ha avuto un problema al ginocchio, vedremo".

Roberto Boscaglia 
"È stata la vittoria della squadra, la vittoria dell’unione, dopo tre sconfitte. Abbiamo giocato su un campo difficilissimo, siamo molto contenti, abbiamo giocato con un ’96 e due ’98 in campo. Anche chi non è sceso in campo ha seguito la squadra, dal capitano a Scognamiglio. Tutti insieme.
Nello scorso anno il Novara ha fatto un grande campionato con tanti giocatori che oggi giocano in Serie A. Noi siamo cresciuti molto a metà stagione e ci siamo un pò spenti nel finale ma siamo sempre pronti a tirarci su e oggi lo abbiamo dimostrato. Con l’uscita di Cocco hanno giocato molto in velocità e tra le linee. Montipò ha fatto molto bene ma è merito di tutta la squadra". 

2 commenti:

  1. Era nell'aria. In settimana c'era un clima da 'siamo da salvi', che bravi, impresa fatta. Invece. Ora e' proprio dura.

    RispondiElimina
  2. Capelli è stato il peggio in campo ....non capisco perchè ci si ostini a dargli sempre un voto in piu e a farlo passare per un buon difensore...non ne prende una di testa , lento impacciato....tutti a prendersela con Rodriguez , ma il goal che ha sbagliato lui da un cm dalla porta era quasi impossibile non buttarla dentro da da una parte meno male che ha recuperato se no si sarebbe detto che senza di lui la retroguardia scricchiola. Rigione è molto meglio...ma non di poco!!!!

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha