Qui Villa Silvia - La ripresa degli allenamenti è avvenuta oggi pomeriggio dopo la domenica di riposo concessa da mister Camplone. L'attenzione ora è puntata verso il prossimo match che si disputerà sabato 18 sul campo della Salernitana. Sul sintetico centrale di Villa Silvia la rosa bianconera si è suddivisa in due tronconi, da una parte quelli che hanno giocato due giorni fa contro il Bari hanno svolto una seduta di scarico, dall'altra si sono disputate partitelle a campo ridotto e alcuni esercizi di potenza. Erano assenti Panico e Vitale, entrambi impegnati con la nazionale under 20 in vista dell'amichevole con la selezione B Italia. Schiavone si sottoporrà ad esami strumentali per comprendere l'entità dell'infortunio all'adduttore che lo ha fermato sabato scorso a metà ripresa. Out anche Cascione e Gasperi, programma di recupero per Capelli. Martedì di 'doppio' lavoro per Ciano e compagni che si alleneranno al Rognoni a partire dalle ore 10:30 e 15:00.

Moussa Kone è stato ospite a Teleromagna.
“Col Bari nei primi 25 minuti abbiamo fatto molta fatica, eretto messi bene in campo. Nel secondo tempo abbiamo iniziato a giocare di più e li abbiamo messi in difficoltà. All'intervallo Camplone ci ha detto come cambiare la gara e abbiamo messo in pratica i suoi consigli.
Sono rimasto a Cesena perchè non ci sono state le condizioni che soddisfavano la società per far si che io partissi verso l'estero al Nizza. Poi comunque mancano 4 mesi alla prossima finestra di mercato, quindi cambia poco, anche se io rimango legato al Cesena. Amo questa piazza e sono felice di essere rimasto per dare il mio contributo. Non mollo mai, anche se lo scorso anno ho avuto problemi alla schiena e ho faticato molto.
Ho il contratto per tre anni, sto bene in questa piazza.
Tante volte ci siamo chiesti le nostre difficoltà delle prima parte di stagione. Era un momento strano, non troviamo delle cause, per fortuna ci siamo rialzati, soprattutto in trasferta. Drago? Paga sempre l'allenatore, siamo stati colpevoli anche noi. Ora voltiamo pagina.
Io credo che possiamo arrivare ai play-off e poi ce la giochiamo. La classifica è molto corta e servono due tre risultati utili. Non siamo stati molto fortunati perchè nel 2017 abbiamo lasciato tanti punti per strada.
Camplone è un allenatore a cui piace fare gol, ma anche prenderne pochi. Col 3-5-2 i centrocampisti fanno più inserimenti e ci sono possibilità di segnare considerando che siamo più protetti con un difensore in più. Io spero di fare 5-6 gol ma è difficile.
Zeman? E' una persona molto genuina, brava. Dalla tv sembra burbero ma invece si ride e scherza, ma si lavora tanto. E' un grande maestro, lo ringrazio e lo saluto".

1 commento:

  1. Pensiamo a salvarci prima di tutto. Se vinciamo a Salerno possiamo iniziare a fare certi discorsi. Per ora no.

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha