BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

lunedì 23 gennaio 2017

Perugia - Cesena 3-3 22° giornata Serie B 16/17

PERUGIA CESENA 3-3 (10' Kone aut., 46' Ciano, 51' Ricci, 59' Kone, 69' Cocco, 75' Forte)

IL RACCONTO DELLA GARA
Big match nel posticipo della prima giornata di ritorno al Curi tra Perugia e Cesena. Confermato il 3-5-2 di Camplone con due novità: Agazzi parte dal primo minuto e Rodriguez prende il posto di Cocco rispetto alla Coppa Italia. Squadra profondamente cambiata invece per il Perugia che ha comunque tante assenze.
Primo tiro verso la porta di Schiavone al 2', piattone a giro che finisce sugli spalti del Curi. Risponde al 7' il neo arrivato Terrani, rasoterra bloccato da Agazzi. Al 10' si sblocca la gara, punizione dalla sinistra di Di Chiara, Kone impatta di testa nella propria porta anzichè via e insacca alle spalle di Agazzi per il vantaggio dei padroni di casa! Mani in faccia per Kone per il suo erroraccio! Il Cesena pressa ma è il Perugia a confezionare la seconda palla gol: Laribi perde palla sui venti metri, Guberti riceve palla e mira il sette ma sbaglia di poco la mira! Erroraccio di Laribi!
Assedio del Perugia, al 25' sugli sviluppo di un corner dal limite Belmonte scocca in porta, Agazzi si salva di piede!!! Il Cesena ci prova ma i tanti lanci lunghi e il pressing apportato sugli esterni del Perugia tarpa le ali al Cavalluccio. Nuovo pericolo al 41' sempre da calcio da fermo, palla che dalla destra carambola dopo una torre su Volta, si gira m spara alto sopra la traversa. Cesena non pervenuto fino ad ora, solo al 42' capocciata sbilenca di Perticone che finisce sul fondo da corner. Abbaglio del Cesena, azione offensiva con Belmonte in copertura in scivolata spara su Brignoli e per poco Laribi non ne approfitta! Squadre negli spogliatoi e Camplone dovrà farsi sentire per dare la sveglia.
Doppio cambio per il Cesena: Cocco e Garritano rilevano Rodriguez e Schiavone. Dopo appena un minuto, proprio l'ex Inter fa una percussione, serve Cocco, in girata la palla sporcata finisce a Ciano che di destro batte Brignoli e pareggia! Il Perugia però non si scompone, Guberti a sinistra mette dentro per Di Chiara che arretra per Ricci, collo pieno e botta sul primo palo per il suo primo gol in Serie B. Il Cesena però non ci sta, bella azione imbastita dalla destra da Garritano-Balzano, Cocco apre per Kone d'esterno sulla sinistra, il centrocampista elude Belmonte e scocca un bel rasoterra in rete, 2-2 al 59'. Bucchi toglie Ricci per Zebli al 61'.
Si passa al 65' Acampora dalla distanza scocca un tiro che improvvisamente si abbassa, Agazzi non si fa sorpredendere. E accade quel che non ti aspetti: azione di Cocco dalla destra per Kone, in mezzo Garritano allarga per Balzano, rasoterra e Cocco sul primo palo insacca agilmente! Primo gol al 69' per il neo arrivato su una azione tutta di prima! Bucchi mischia le carte: Dezi rileva Acampora. Al 75' Guberti dalla destra mette dentro, Agazzi non trattiene e Forte da terra infila il 3-3! Che match pazzesco, ma di nuovo che errore di Agazzi. Ultimo cambio: dentro Buonaiuto per Forte al 79', infortunatosi durante i festeggiamenti del gol. Proprio il neo entrato scodella una buona punizione a giro in porto, ma Agazzi c'è al 84'. Camplone rileva Schiavone che aveva preso una pallonata in testa, per Cinelli al 88'. Non accade più nulla e finisce al 93' il match con un Cesena che regala ancora un tempo e una rete e poi sfiora l'impresa. Almeno rimane la continuità dei risultati anche se la classifica rimane durissima da mandare giù.

PAGELLONE
Agazzi 5: osserva autorete di Kone e rete di Ricci, tiri inaspettati e inaffrontabili. Sul 3-3 non è fallo di Forte: i portieri bravi a ginocchio alto sanno bene cosa fare con le mani. NOVARA - PERUGIA, L'INCUBO INFINITO
Perticone 6,5: Guberti e compagni lo puntano e lo provocano, il buon Romano sa il fatto e non si scompone. Bravo nello sganciarsi per portare palla sulla seconda lonea. KAISER
Rigione 5,5: non benissimo al centro della difesa. Il piglio è quello buono ma va in bestia nella marcatura diretta su Forte. AFFANNO
Ligi 6: soffre l'attacco perugino nei primi minuti. Prende le misure e colma - almeno parzialmente - le amnesie di Rigione. PRESENZA FISSA
Balzano 6,5: qualche amnesia difensiva e un buon apporto in avanti, assist per Cocco compreso. Passatore pregevole, oro colato per la B. MA CHI SEI, JOHN STOCKTON?
Kone 6,5: apre le danze con un'autorete, prosegue con giocate tremende nella propria trequarti. La pozione magica dell'intervallo lo porta a segnare il 2-2 e ad entrare nel vivo della partita. MAI BANALE
Schiavone 5: non è regista, non è interditore, non è un mediano. Eppure viene preferito a Cascione. VOGLIAMO IL TELEVOTO
Laribi 4,5: un susseguirsi di palle perse, una manna dal cielo per i centrocampisti perugini. In 45 minuti spreca il 'bonus simpatia' del gol in Coppa. CARITAS
Renzetti 5,5: perde la verve vista a Reggio Emilia. Siamo certi comunque che, grazie anche al cambio modulo, tornerà a correre in fascia come ai bei tempi. ULTIMI ROMANTICI
Ciano 6,5: si risveglia al 46' dopo un primo tempo passato a fare il servo di Rodriguez. Lesto sulla rete del primo pareggio, diventa più svelto di gamba e di piede. L'esultanza con palla sotto alla maglietta ci porta a fargli i migliori auguri. SANCHO PANZA
Rodriguez 5: perde malamente l'unica palla buona che tocca davanti alla porta. Non accorcia mai per agevolare la manovra. Un corpo estraneo nel non-gioco del primo tempo. SOLITARIO NELLA NOTTE VA
Cocco 7,5: protagonista nei primi due gol bianconeri, sul terzo ci mette timbro e firma. Al posto giusto nel momento giusto, ha i numeri dell'attaccante di spessore. LASCIAMO AD ALTRI I GIOCHI DI PAROLE SU COCCO
Garritano 7: entra sul rettangolo verde e infiamma la partita. Maturato, la salvezza del Cesena passa anche da lui. FIAMMA VIVA
Cinelli sv

Camplone 6: sbaglia a fare la formazione titolare o lascia Cocco e Garritano in panchina per giocarseli come jolly nella ripresa? Vale la seconda opzione, certi che nemmeno il mister si attendeva di andare sotto all'intervallo per un autogol. I due cambi rompono il pressing perugino e per un soffio non portano i tre punti al Cesena. Vediamo il bicchiere mezzo pieno in vista del match con l'Ascoli.

Curva Perugia 6,5: gradoni non gremiti ma sempre caldi come d'abitudine al Curi. Bandieroni e sciarpate a volontà per una delle tifoserie più importanti della categoria. Bolgia assoluta, peccato per i distinti mezzi vuoti. Brigata Ultrà 1978, Ingrifati i due maxi striscioni.

Settore Ospiti Cesena 6,5: circa 200 i tifosi a blocco compatto ed unito. Presenti WSB, Viking, Sant'Egidio, Coordinamento, Tartari, San Mauro Mare.

INTERVISTE POST PARTITA
Andrea Camplone
"Il primo tempo è stato vergognoso, nel secondo tempo abbiamo giocato molto meglio grazie all'ingresso in campo di forze fresche che hanno cambiato la partita e che mi fanno sentire un po' più contento.
Siamo una squadra esperta e il mio sfogo all'intervallo ha risvegliato l'animo dei ragazzi ma il problema è sempre quello: in casa e in trasferta mostriamo due volti differenti. Dobbiamo salvarci e quindi è necessario eliminare la presunzione in favore del sacrificio e della fatica.
Stasera siamo stati aggressivi per una buona parte della ripresa, purtroppo dobbiamo imparare a chiudere ogni speranza di rimonta avversaria.
Ciano? Camillo è un calciatore importante e non partirà per rinforzare un'avversaria, ci saluterà solo in caso di un'offerta dalla A."

Cristian Bucchi
"La nostra gestione del risultato non mi ha soddisfatto: il sogno playoff non può diventare realtà se ti fai rimontare due volte nell'arco di una partita. Sono rammaricato per aver subito tre reti su altrettanti tiri verso Brignoli.
Per l'immediato futuro sono invece felice, abbiamo acquistato Terrani e Forte che tra l'altro ha già segnato. Bene anche Mustacchio, non posso che essere contento di questo rinforzo importante.
Bianchi sarà ceduto, non so se anche Drolè ci abbandonerà, al momento ci sono trattative in corso e non è stato convocato di comune accordo con la dirigenza.

2 commenti:

  1. 3 gol...2 autogol!!...speriamo bene!!....almeno non abbiamo perso come di solito succede fuori casa!.

    RispondiElimina
  2. Cocco è entrato in tutti e 3 i gol - un giocatore di calcio
    Rodriguez 4: vero che la squadra nel primo tempo era vergognosa, ma sta passeggiando sul campo con scioltezza come se giocasse la partitella a calcetto del dopo cena, non va bene
    Laribi è un vero peccato, perché si vede che ha i mezzi tecnici, speriamo che vi sia un risveglio della squadra che lo faccia uscire da questa situazione
    A me Schiavone non è poi così dispiaciuto
    Qualche mese fa ero ottimista, resto tale, perché il problema non è nei piedi ma nella testa e nella squadra come insieme e vedo possibile riprendere il filo della matassa

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti