Qui Villa Silvia - Lunedì è stato svolto l'aperitivo bianconero, tradizionale appuntamento in cui giocatori, staff, dirigenza e tifosi si sono ritrovati per scambiarsi gli auguri di Natale.
Mattinata di lavoro intensa e dura sotto gli occhi di un Mister Drago molto concentrato e pretenzioso. Come avvenuto negli ultimi giorni, il tecnico bianconero ha preteso molta più serietà e determinazione, non che prima fossero mancata, ma forse il trend di vittorie aveva fatto calare l'attenzione del gruppo. Negli ultimi giorni non si fa altro che parlare della crisi, del calo atletico e di conseguenza dei risultati scarni dovuti a pessime prestazioni. Futili sono i motivi di chi chiede addirittura la testa del tecnico, che onestamente, pare uno dei migliori apparso negli ultimi 20 anni.
Prima di scendere sul sintetico, gli uomini di Drago hanno svolto lavoro fisico in palestra, per poi passare a corsa e ripetute. Poi si è passati alla tattica mista a tecnica con esercizi di pressing in superiorità numerica e in seguito individuale. Sono stati quindi ripassati i movimenti difensivi e offensivi. La partitella finale è terminata 2-0 in favore dei neri sulle pettorine colorate con le reti di Kone e Rosseti. Proprio l'attaccante risulta quindi pienamente recuperato dopo lo spavento di Vercelli.
Out rimangono Improta, Dalmonte, Capelli, Ciano, Mazzotta, Djuric e Succi mentre Ragusa è rimasto a riposo a causa di problemi intestinali. Gomis risulta acciaccato dopo una distorsione al piede sinistro. In pre allarme si candida titolare Agliardi. Dalla squalifica ritorna contro la Ternana Mattia Caldara, panchina quindi prenotata per Magnusson. Sensi dopo le sedute parziali è rientrato regolarmente in gruppo.
Per domani è in programma un allenamento alle ore 15:00. 

Un curioso sondaggio indetto dalla Lega Serie B vuole premiare e penalizzare i migliori e peggiori terreni in erba o rinforzati e sintetico della cadetteria. I voti sono emessi da calciatori, allenatori, arbitri, service tv e un agronomo della Lega Calcio. Per quanto riguarda la fibra naturale il Cagliari è in vetta staccando di poco Como e Spezia. Invece nel sintetico domina il Trapani, seguito da Virtus Entella, Pro Vercelli, Novara e incredibilmente Cesena all'ultimo posto. Ci sembra veramente assurda questa prima considerazione perché appena lo scorso anno il terreno dell'Orogel Stadium Dino Manuzzi veniva catalogato al terzo posto insieme allo Juventus Stadium, il Meazza e l'Atleti Azzurri d'Italia. Quindi tra i migliori 8 d'Italia. E a dire ciò era La Gazzetta dello Sport che in fatto d'inchieste non è proprio l'ultima arrivata tra le società editrici.
Il sondaggio fa riferimento a due classifiche distinte, che saranno aggiornate mensilmente e che prenderanno forma in maniera più compiuta dopo il mese di dicembre, quando saranno calcolati i voti di cinque turni. A fine stagione si assegneranno bonus economici ai tre migliori naturali, o rinforzati, e al miglior sintetico. Invece verranno sottratte risorse ai peggiori tre terreni misti e a quello sintetico che risulterà più "scadente", i cui fondi saranno reinvestiti in maniera obbligatoria per sistemare il manto di gioco.

1 commento:

  1. "Panchina quindi prenotata per Magnusson" - vero? Sei scherzando? Lui è stato il miglor difensore nelle scorse partite.

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha