CESENA - MODENA 2-0 (19' Perico, 69' Cascione) 
Highlights 4° giornata Serie B Cesena Modena 2-0
Highlights 4° giornata Serie B Cesena Modena 2-0http://www.blackwhiteskin.com/2015/09/cesena-modena-2-0-4-giornata-serie-b.html
Posted by BLACK WHITE SKIN - Cesena Calcio on Mercoledì 23 settembre 2015

IL RACCONTO DELLA GARA
Prime scaramucce canore tra Cesena e Modena dagli spalti, il derby della Via Emilia inizia così. Nel pre gara c'è anche il ricordo, per entrambe le squadre, a Paolo Ponzo ex delle squadre.
Modena in maglia blu, Cesena con il corredo consueto di casa in bianco e pantaloncini neri. Primi minuti di studio ma sono i gialloblù a rendersi pericolosi per primi con il cross di Giorico e testa di Granoche, Gomis blocca centralmente al 2'. Il Cesena sale in cattedra con una fitta rete di passaggi e gioco sugli esterni. Molto bene Mazzotta e Ragusa fin qui, tanto movimento anche per Molina. Il Modena si riaffaccia in avanti con una conclusione all'11' con cui Gomis deve rispondere presente spedendo la palla in angolo. Sugli svilupppi tentano due conclusioni Sakaj e poi Granoche ma entrambi i palloni sono stati respinti da due difensori. Rischiano molto i bianconeri al 12'! Ritmi caldi anche per Ciano che avvia il motore, ma è sempre il Modena ad affacciarsi negli ultimi 20 metri dove sbatte nel muro bianconero. Il Cesena però passa in vantaggio al 18' da calcio da fermo: corner di Ciano a rientrare e Perico stacca più in alto del portiere Provedel, palla in rete e tutti a festeggiarlo sotto lo spiccio della gradinata in cui sono presenti i Casual.
Esce accompagnato dai medici Granoche al 21' per Luppi. Piuttosto falloso il Cesena ma nulla di grave da segnalare, intanto il Modena alza il baricentro e prova a sfondare dalla parte di Perico. Soffre tanto il Cavalluccio e arriva l'incornata pericolosissima di Stanco, Gomis ci mette la pezza in tuffo e la sfera finisce in corner poi mal sfruttato. Risponde Djuric in girata dall'altezza del rigore, palla deviata in corner. Alla ripresa del gioco schema fuori area per Mazzotta, sinistro abbondantemente a lato al 33'. Ancora Ciano si mette in evidenza dai 25 metri su calcio da fermo, palla bassa a giro ma Provedel si distende in corner, poi risolto da Cascione per un fallo in attacco. Modena in avanti al 38' con una capocciata di Nizzetto, alta sopra la traversa abbondantemente. Squadre negli spogliatoi dopo 2' minuti di recupero.
Rientrano in campo gli stessi 22 interpreti schierati da Drago e Crespo. Primo cambio per Drago: dentro Rosseti per Djuric al 55'. Si sono abbassati i ritmi ma il Cesena cerca di rimanere nella metà campo del Modena. L'ingresso di Rosseti offre maggior dinamismo e la squadra stazione più costantemente in avanti facendo respirare i difensori. Occasionissima sui piedi di Ragusa: punizone di Ciano dalla sinistra, pinball in area e l'ex Genoa spara di collo destro, palla deviata in corner, poi respinto da Provedel di pugni. Rischia il colpo del ko il Modena al 66'. Seconda sostituzione per Crespo, detro Mazzarani per Sakaj. Nell'aria era il gol ed arriva la rete del 2-0: punizione dalla sinistra di Ciano, palla sul secondo palo e volèe di Cascione che perfora Provedel!
Gran gol che porta quasi in ghiacciaia la gara al 69'. Drago gioca la carta Valzania per Ciano al 73'. Il Modena si spinge in avanti in maniera fumosa, ultimo cambio per Crespo con l'uscita di Nizzetto per l'ex Belingheri al 77'. Il Cesena in contropiede rischia di segnare il tris con Perico, sarebbe stato clamoroso, il suo destro dal limite, Provedel si fa sfuggire la palla in corner. Tocca anche a Garritano tornare in campo, da ex, al suo posto rifiata Molina all'86'. La festa inzia a partire sugli spalti nel frattempo ed esplode al 93'. Seconda vittoria consecutiva per il Cavalluccio!

PAGELLONE
Gomis 6,5: sa parare, esce bene dalla porta e parla con la difesa. Riserva tanto per dire, ora si gode il momento(ne) di gloria. NUMERO 1-12
Perico 6,5: una stagione a spuntare sentenze al limite della querela poi bastano due partite sufficienti e un gol a far cambiare (quasi) opinione. Qualche errore iniziale ma è di sicuro meno pasticcione in confronto a Mazzotta. APPERICO!
Caldara 6: comincia male, la gara di strattonate con Stanco lo vede rientrare abbacchiato negli spogliatoi. Va molto meglio nella ripresa, riduce gli spazi agli avversari e portando a casa un'altra sufficienza. BOTTE DI FERRO
Lucchini 6: il fratellone di Caldara non pare al top fisicamente. Due bestemmie, gomiti messi al punto giusto e urlacci per 90'. Voce sul campo del Manuzzi incazzato nel primo tempo per l'arbitraggio rivedibile. RUSTICO
Mazzotta 6: terzino e ala, non bene giù e pericoloso su. Vederlo giocare con Molina e Ragusa è un piacere, purtroppo lascia campo e palloni ai canarini crossatori. TAPPETO ELASTICO
Sensi 5,5: per i giornali è una pedina messa alla mezzala destra, in realtà fa il regista a tutto campo. Troppe giocate di prima e poco concreto in verticale. È fortunato a fare tutta la partita. LEZIOSO
Cascione 7: centrale di mediano extralusso, aiutante dei giganti difensivi, si infila con i tempi giusta e realizza la volée del 2-0 finale. Altro passo. AUGURI EMMANUEL
Molina 6: non ai livelli della preseason ma nemmeno come ad Entella. Una giusta via di mezzo, buone trame con Mazzotta compagno di binario. 6+
Ciano 6,5: maggiormente attivo e coinvolto rispetto all'ultima uscita. Nel primo tempo una punizione tremenda, sventata da Provedel, nel secondo pennellata per il 2-0 di Cascione, tutto molto bello. ARTISTA
Djuric 6: dà profondità e si propone come uomo sponda, il solito Djuric. Tolto dalla contesa forse un pelo troppo presto, lascia il posto al più "moderno" Rosseti. BILIARDO
Ragusa 6,5: non segna e vorresti dargli un 5 pieno. Scherzi a parte, è fondamentale per la struttura del cavalluccio. Difende copre aiuta recupera passa scarica attacca punta. Trovatemi uno come lui in B e vi offro da bere fino a Natale. COLONNA
Rosseti 5,5: ha tante possibilità nell'ampia mezzora concessagli da Drago. Movimenti buoni as usual. As usual pure lo score finale, ha un paio di occasioni che spreca malamente e fa mugugnare quelli della prima fila nella Mare. E FALLO 'STO GOL!
Valzania 6: si prende gli ultimi 20 minuti per dare sostanza alla mediana con il doppio vantaggio, azzarda qualcosa anche in avanti. PIZZICO
Garritano sv

Drago 6: gol di Perico e punizione insidiosa di Ciano in 45'. Sta 1-0 ma si soffre, ci sono praterie in fascia e solo conclusioni avversarie non perfette e un po' di fortuna aiutano il Cesena. Secondo tempo in ripresa, meno pericoli dalla metà campo alla difesa, il gol del Cascio e una buona amministrazione del risultato. Si può e si deve fare di più, a Perugia suonerà una musica diversa e Bisoli ha tanta, tantissima voglia di far steccare il Cesena.

Curva Mare 7: settore bello pienotto sia sopra che sotto. Bandieroni in vista e qualche pezza appesa. Voce e cuore dal primo al novantesimo minuto. La battagli sugli spalti è stata ben condotta. In gradinata ci sono non troppi buchi vuoti, gara nel complesso ad alto richiamo.

Curva Sud Modena 7: oltre 450 i tifosi provenienti dalla città emiliana tutti in rigorosa maglietta gialla. Un buon numero. Presenti i gruppi Castel Franco, Contea, Sessione Vignola, 059, Vecchie Brigate, Sassuolo Gialloblù, Belli Carichi, Sassuolo con Voi, Gradinata.

INTERVISTE POST PARTITA
Massimo Drago
"Non ci aspettavamo il Modena con il 4-4-2 e anche per questo motivo l’inizio non è stato brillante. La pressione alta non è stata fatta con i tempi giu- sti, soprattutto con la seconda mezzala, e per questo motivo abbiamo rischiato molto. Nella ripresa, però, la squadra ha legittimato il vantaggio meritando la vittoria, visto che il Modena non ha più tirato in porta".

Hernan Crespo
"Abbiamo perso due punizioni a zero. Nel calcio però contano questi piccoli grandi dettagli. Abbiamo fatto una grande partita ma come al solito concretizziamo poco. Bravi loro a far gol, noi non siamo così cinici. In questo momento creiamo tanto ma non concretizziamo il lavoro fatto e le punte non riescono a sbloccarsi. Alcuni giocatori non sono ancora al top fisicamente e paghiamo tutto questo. Penso che appena tutti saranno al top faremo i risultati. Non dobbiamo dimenticare il nostro obiettivo, una salvezza serena. Spero di salvarmi col bel gioco e le belle idee".

Gabriele Perico
"Sinceramente il Modena ci ha sorpreso. Sapevamo della loro qualità, ma il loro atteggiamento tattico e la loro pressione, non ce l’aspet- tavamo. Inizialmente hanno indirizzato la partita come volevano loro. È stata una gara muscolare e difficile: per fortuna l’abbiamo sbloccata prima noi".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha