BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

sabato 19 settembre 2015

Ascoli - Cesena 1-3 3° giornata Serie B 15/16

ASCOLI - CESENA 1-3 (59' Ciano, 68' e 80' Ragusa, 92' Petagna) 

Highlights 3° giornata Serie B Ascoli Cesena 1-3http://www.blackwhiteskin.com/2015/09/ascoli-cesena-1-3-3-giornata-serie-b.html
Posted by BLACK WHITE SKIN - Cesena Calcio on Sabato 19 settembre 2015

IL RACCONTO DELLA GARA
Terza giornata caldissima al Del Duca di Ascoli. Temperatura altissima per metà settembre e potrebbe minare la fisicità delle due formazioni. Minuto di silenzio per il tifoso deceduto della Ternana.
Prima avvisaglia per il Cesena, in maglia gialla, con Ragusa che al 1' scaglia un bolide verso Lanni, in pugni finisce in corner poi mal sfruttato. Al 5' Addae prova un gollonzo da oltre 35 metri, il suo destro però è sbilenco e Gomis lascia sfilare a lato. Un brutto scontro tra Altobelli e Lucchini ha la peggio l'ex doriano che viene soccorso in barella ma poi esce dal campo con le sue gambe. Si riprende e torna in campo. Da un pallone sbagliato i Sensi, l'Ascoli con Jankto chiude il triangolo con Cacia, palla a Petagna che di sinistro infila Gomis. La palla si infila sotto le gambe ma si ferma clamorosamente sotto il corpo del portiere. Palla gol all'11 per l'Ascoli!
Risponde il Cesena con Ragusa: Rosseti lancia l'ex genoano che si beve Cinaglia, il suo sinistro però è preciso di un soffio. Il diagonale al 12' sfiora il palo. Continua il forcing romagnolo, Sensi dai 25 metri carica il destro che finisce di poco alto sopra la traversa della porta di Lanni fuori posizione. Di nuovo Ciano su calcio da fermo, sinistro di poco alto. Risponde al 27' Jankto, sfila sul primo palo la sua conclusione con Gomis sulla traiettoria. Di nuovo l'Ascoli si fa pericoloso con un corner: l'ex Almici dalla destra scodella dentro per Altobelli, capocciata sbilenca. Finisce dopo tre minuti il primo tempo, con un tiro-cross di Cacia mandato in corner da Renzetti. 
Squadre in campo con gli stessi 22 interpreti. Fatica il gioco a prendere vigore, partita a ritmi blandi quasi da amichevole estiva. Al 52' un bel traversone arriva a Rosseti ma la sua maglia viene nettamente trattenuta. Di Paolo di Avezzano non concede un rigore solare!!! Scalda i motori Ragusa con uno stop e tiro a seguire al 56', Lanni col piede sul primo palo spedisce in corner. Due i tiri dalla bandierina non portano ad occasioni. Insiste il Cesena e trova un gol confuso su calcio da fermo: Ciano di sinistro pennella al 59' e Lanni ribatte sulla traversa ma la palla colpisce prima il legno e poi la riga. Invece viene assegnato il gol al Cesena. Fuori Altobelli per Carpani al 63', primo cambio per Petrone. Insiste il Cesena che per poco non trova il colpo del ko: Rosseti non batte a rete il cross perfetto di Ciano dalla destra, spunta Ragusa dal secondo palo ma da due metri dalla porta da solo spara altissimo di destro!
Mani in faccia per il 2-0 mancato! Risponde Petagna di sinistro dal limite al 67', Gomis blocca. Si rifà l'ex genoano e questa volta arriva il raddoppio: contropiede 4 contro 3 di Ragusa e dribbla Cinaglia poi in diagonale batte Lanni. Il Cesena mette un po' al sicuro il risultato. Secondo cambio per Petrone: dentro Berrettoni per Almici con Pecorini che passa a destra scalando a sinistra Antonini passando al 4-3-1-2. Anche Drago mischia le carte: Kessie fa il suo esordio con la maglia bianconera e subentra a Lucchini al 73'. Ultimo cambio per l'Ascoli: Caturano prende il posto di Cacia indietro di condizione. Ingresso in campo anche per Djuric, out Rosseti al 78'.
Sfiora il tris Ragusa, ma poi rimedia con la doppietta personale all'80'. Ciano innesca Valzania che si incunea in area da destra, palla per Ragusa che infila il 3-0. Bolgia sugli spalti per gli oltre 250 tifosi del Cesena! Ascoli sulle gambe, Carpani prova un tiro velleitario dalla distanza e Gomis agguanta tra le gambe. Ultimo cambio per il Cavalluccio: esce tra gli applausi Ragusa, in campo Molina. Arrivati nel recupero ci pensa Petagna a pochi istanti dal termine di testa per segnare il gol della bandiera.
Finisce così con una vittoria che fa storia, mai il Cesena si era imposto con i tre punti al Del Duca. Sono 6 ora i punti in tre partite.

PAGELLONE
Gomis 6: mai realmente coinvolto da Cacia e compagni, sporca i guanti con qualche uscita e parata centrale. In avvio di gioco brividi sugli acuti ascolani ma roba di poco conto. La rete nel finale conta ben poco. GUARDIA ALTA
Perico 6: soffre al pari della squadra nei primi minuti, interventi non precisissimi e movimenti rivedibili. Si riprende poco alla volta giocando di esperienza e non lasciando mai scoperta la fascia. SVEGLIATO
Caldara 6: sempre in mezzo mentre cambiano i compagni al fianco, è più preciso rispetto a Lucchini. Unica pecca nel finale, sorpreso da Petagna sulla rete della bandiera. Inamovibile nel ruolo, promette bene. FIDUCIA
Lucchini 5,5: là dietro si balla nel primo tempo, in affanno dal primo pallone giocato che si trasforma in un assist per Petagna fermato da Gomis. Non è in forma e si vede, prima del 75' cede la fascia di capitano e alza bandiera bianca. AUTONOMIA LIMITATA
Renzetti 6: ormai si sa, il trenino della mancina ha rallentato il passo e dà il meglio giocando qualche metro più indietro. Tiene bene sforzandosi quanto basta. PACATO
Valzania 6: primi 45' in leggero affanno dove soffre i rudi mediani locali. Migliora dopo il Gatorade negli spogliatoi, crea scompiglio e passa bene a Ragusa per la terza rete. STEP BY STEP
Sensi 5,5: parte bassissimo, fin troppo. Gli manca un cagnaccio al fianco, un centrocampista medio/scarso di B se lo mangia. Il piede c'è ma resta la carenza fisica e la compagnia giusta. IN CERCA DI AMICI
Kone 5,5: dovrebbe essere il Gattuso della mediana, pesca un giallo che lo condizione per l'intero match. La testa viene prima della grinta. FUORI GIRI
Ciano 6,5: si sta integrando nel gruppo giorno dopo giorno. Un paio di conclusioni non eccezionali, utilizza il jolly con il gol-fantasma e poi un assist. PEDINA IMPORTANTE
Rosseti 6: tanto, tanto movimento negli ultimi 30 metri. Non vede la porta ma crea spazio per la squadra. Brinderemo in suo onore quando guarderà in faccia il portiere avversario. TIMIDINO
Ragusa 7: segna due gol, sbaglia altrettanti occasioni. Vuole la palla ovunque e comunque, se sbaglia rimedia all'errore in un attimo. Siamo a quota 4/11, avanti così. CANNIBALE
Kessie 6: alza la muraglia con l'uscita di Lucchini, fisicone al servizio di Drago. ORARIO DI CHIUSURA
Djuric sv
Molina sv

Drago 6,5: lo 0-0 al 45' non lascia molto di buono, l'Ascoli pronto a sfruttare gli errori del Cesena che allo stesso tempo non pungeva a dovere in avanti. Nella ripresa aumenta il ritmo trovando in Ragusa un terminale tremendo. Il mister rompe il tabù Ascoli, è già qualcosa.

Curva Sud Ascoli 6,5: gradinata vuota e curvone bello pieno. Consueto calore dei tifosi bianconeri, galvanizzato a maggior ragione dal recente ripescaggio. Bandieroni, battimani e cori per i 90'.

Curva ospiti Cesena 6,5: circa 300 romagnoli scesi in terra marchigiana, finalmente si vince ad Ascoli ed è festa. Coordinamento e ultras uniti nel settore, la gioia è tutta per loro al triplice fischio.

INTERVISTE POST PARTITA
Massimo Drago
"Sono contento, abbiamo reagito alla grande nel momento di difficoltà. Nel secondo tempo sono uscite le nostre qualità dominando il gioco e tenendo il possesso della palla.
Il gol di Ciano? Non l'ho visto, avevo Ragusa davanti alla traiettoria della punizione.
Sapevamo che dovevamo mantenere la partita in equilibrio, loro sono indietro di condizione e alla distanza sono venute fuori le armi migliori, giocando sugli esterni abbiamo chiuso il match.
Molina? Ho fatto delle scelte in vista del turno infrasettimanale e l'ho fatto partire dalla panchina.
Sensi sta diventando un giocatore importante, imparerà da Cascione che gioca nello stesso ruolo. Ciano deve aumentare il ritmo gara e migliorerà soltanto giocando".

Andrea Petagna
"Abbiamo fatto un bel primo tempo comportandoci da squadra vera. Dopo la rete subita ci siamo allungati troppo ed è stato bravo il Cesena a farne altre due.
Il mio gol? E' stato davvero bello, ringrazio Berrettoni per l'ottimo assist ma mi dispiace per la prestazione".

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti