Qui Villa Silvia - Una nuova giornata di lavoro è passata al Centro Sportivo Rognoni. Il buon tempo abbraccia i bianconeri sotto un caldo sole primaverile e in vista della trasferta con la Sampdoria Brienza ha svolto lavoro personalizzato insieme a Renzetti, Tabanelli e Valzania. Pienamente recuperati Volta, Giorgi e Mudingayi. Out i soliti Magnusson, De Feudis, Pulzetti. Dalla Primavera sono stati chiamati Venturini, Fabbri, Mordini, Gasperi, Pierfederici.
Stagione finita e diciamo noi praticamente mai iniziata quella di Guido Marilungo: l'attaccante lunedì si è recato a Barcellona per una visita specialistica ed il 21 aprile si opererà per risolvere il suo infortunio all'adduttore della coscia destra. Dopo circa 20 giorni di soggiorno in clinica il numero 89 effettuerà la riabilitazione con lo staff medico dell'Atalanta.

Nella conferenza stampa settimanale presso la sala stampa di Villa Silvia ha parlato Daniele Capelli.
"Non bisogna mollare, è fuori discussione e prometto che lo faremo. Ci sono anche 8 partite tutte da giocare. Dopo lo scontro diretto di domenica contro il Chievo la percentuale di salvezza si è abbassata. E' vero però non molliamo perchè sappiamo di aver fatto una bella partita.
Leali? Nessuno all'interno dello spogliatoio è sereno perchè se siamo terzultimi a 7 punti, dirlo di essere è una bugia ed è sbagliato. Il ragazzo ha 20-21 anni ed è stato messo davanti a molte critiche che sotto alcuni punti di vista sono vere, ma gli errori li abbiamo fatti tutti. Prendersa con Leali è completamente sbagliato soprattutto per quello che ho letto; ad esempio che i compagni non lo sopportano e non lo vedono più come un portiere affidabile. Questo non lo accetto perchè è una cosa sbagliata. Le critiche le accettiamo tutti però alcune cose è meglio chiarirle. Dentro lo spogliatoio è stravisto.
Della qualità della Sampdoria non parlo neanche perchè sono ai piani alti della classifica e c'è un motivo: ci sono dei giocatori che hanno una storia importante. Noi dovremo fare meglio rispetto al nostro meglio, una partita perfetta. Abbiamo bisogno di fare punti e andremo a Genova per riuscirci, non partiamo già battuti".

1 commento:

  1. Siamo agli sgoccioli. Serve esperienza e mente libera: forse e' l'ora di agliardi.

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha