lunedì 1 dicembre 2014

Il giorno dopo di.. Cesena - Genoa 0-3

La Gazzetta dello Sport - Un Genoa da Champions passeggia sul Cesena
Corriere Romagna - Cesena alla deriva. Con Bisoli
La Voce - Male, male, male. E ora, caro Cesena?
Qui Villa Silvia - Il Cesena, reduce dalla pesante sconfitta inflitta dal Genoa tra le mura amiche (0-3, a segno Matri, Antonelli più un'autorete di Volta), sarà impegnato mercoledì 3 alle ore 21 allo stadio Friuli contro l'Udinese nel quarto turno di Tim Cup. Il prossimo match di campionato si disputerà domenica 7 contro l'Atalanta all'Atleti Azzurri d'Italia. I bianconeri si alleneranno a Villa Silvia alle ore 11.00.

Caldissimo post partita al Manuzzi. Subito dopo la gara Rino Foschi ha dovuto incontrare alcuni rappresentanti dei tifosi, consigliato dalla Digos, per ascoltare le loro parole. Gli ultras stanno con Bisoli e si sono presentati in un centinaio all'uscita principa dell'impianto sotto gli occhi delle forze dell'ordine in tenuta da "scontri". Poi dalle 18 fino alle 19.30 circa il Direttore insieme a Marin e Valentini hanno tenuto un lungo colloquio con l'allenatore. Le prossime due sfide con Udinese e Atalanta saranno decisive.

Il commento del postpartita
Osserviamo quello che è successo durante la partita con il Genoa, non il risultato finale. Lo 0-3 è bugiardissimo, ci sono stati almeno cinque gol di scarto "virtuali" tra gli avversari e i romagnoli. Impariamo a non trovare scuse per giustificare una sconfitta, guardiamo quello che è stato fatto dalla squadra. La classe arbitrale non ha influito sul patatrac. Siamo realisti, non facciamo paragoni con situazioni passate. Il Cesena odierno è in forte crisi. Non arrivano risultati, non si vince da tre mesi esatti. L'aspetto mentale è da prendere in considerazione, non è semplice riprendersi dopo la batosta operata dal team di Gasperini che seguiva il pari della giornata scorsa ottenuto (sic) grazie all'autogol di Nica. Non basta correre all'impazzata o buttare la palla in avanti per vincere. Serve un'idea di gioco, una chiara organizzazione dei compiti, un'identità di squadra. In questo momento il Cesena non ha nulla di tutto questo. Bisoli è probabilmente il colpevole principale ma in questa nave che sta affondando i colpevoli sono molteplici, dentro e fuori dal rettangolo verde. La classifica, al di là delle giustificatissime critiche, concede ancora un timido sorriso ai bianconeri. Cagliari e Atalanta sono al quartultimo posto a soli tre punti. Quelli che il Cesena dovrà conquistare in casa degli stessi orobici domenica prossima. Con o senza Bisoli.

Il triplice fischio
Match forse non troppo corretto, almeno nel primo tempo tra Cesena e Genoa. Russo di Nola fischia praticamente tutto ma qualche falletto gli sfugge. Un po' pendente da una sola parte per i cartellini, tutto sommato non fa danni. Giusti i rigori segnalati anche se quello di Lucchini non è clamoroso, probabilmente ne manca uno al Genoa nel finale ma forse non ha infierito ulteriormente.
11’ fallo non concesso su Cascione in area, doppio corner per il Genoa
12’ Almeida toccato duro, giusto concedere il vantaggio
28’ GIALLO a Lucchini per fallo di mano in area, rigore per il Genoa un po’ generoso forse. Il difensore si stava girando ed il braccio non era troppo largo
32’ GIALLO a Giorgi
33’ GIALLO a Roncaglia, steso Brienza che stava andando in contropiede
50’ GIALLO a Carbonero, fallo e proteste annesse
61’ corretto assegnare il rigore al Cesena per spinta su Rodriguez
67’ Antonelli sgambetta Rodriguez, Russo lascia proseguire davanti al proprio assistente di linea
78’ contatto dubbio tra Rosi e Tabanelli che frana a terra. Sembrava rigore
88’ GIALLO a Burdisso
89’ Volta atterra con una leggera spalla Lestienne partito da solo in contropiede. Russo grazia il Cesena. Sarebbe stato rosso diretto per fallo ad ultimo uomo
I minuti di recupero sono stati 1' e 4' rispettivamente tra primo e secondo tempo.
Gli offside segnalati sono tutti corretti, vince almeno qui il Cesena con 5 a 4.
Russo 6
De Pinto 6 - Dobosz 6

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti