mercoledì 26 novembre 2014

Coppola: "Critiche? La riconoscenza è poca nel calcio"

Qui Villa Silvia - Doppia seduta odierna scardinata dalla pioggia e maltempo. Al mattino la squadra è rimasta chiusa in palestra (Pulzetti ha lavorato sempre da solo) per affrontare la parte fisica, solo un accenno di campo per completare il piano atletico. Al pomeriggio invece il menù è stato interamente a base di possessi palla e pressing. Capalli (squalificato), Giorgi, Brienza e Almeida sono tornati in gruppo e col Genoa ci saranno domenica. Infine, Lucchini e Defrel si sono allenati a parte.
Giovedì la squadra scenderà in campo alle ore 15.00 al Rognoni in seduta unica.

Nella conferenza stampa settimanale è stato presente Manuel Coppola.
"Con la Sampdoria la squadra ha fatto secondo me una bellissima prestazione sotto tutti i punti di vista. Meritavamo sicuramente qualcosa in più perchè prendere gol su autorete brucia. Il calcio è così, ci sta e non condanniamo Nica perchè è un errore che succede, è stato solo sfortunato. Ripartiamo questa settimana con tanto entusiasmo e con delle convinzioni ancora maggiori.
Una vittoria è normale che dia fiducia e morale. Si affronta la settimana con più serenità, consapevolezza e convinzione. Manca da tanto, ma dobbiamo affrontarla con maniera serena.
Stiamo preparando la partita contro il Genoa nel modo giusto, come dice il mister che la curando nei minimi particolari. Li affronteremo consapevoli delle nostre capacità rispettando una squadra forte che sul campo sta dimostrando il proprio valore e dobbiamo cercare di essere compatti per fare risultato. Occorrerà mantenere alta la concentrazione fino alla fine
Il Genoa lo porto nel cuore, è il mio primo grande amore. Ho fatto lì quasi tre anni e raccolto due promozioni: dalla C1 alla A. E' una squdra di cui sono diventato tifoso. La gente mi ha voluto bene e mi ha amato quindi ho un bellissimo ricordo. Vincere è sempre bello, come è accaduto a Cesena lo scorso anno. Sono dispiaciuto per le critiche mi sono state rivolte di recente, ma nel nostro mondo la riconoscenza è davvero poca".

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti