CESENA EMPOLI 2-2 (Marilungo 30', Defrel 32', Tavano 54', Rugani 71')

RISULTATO FINALE: CESENA EMPOLI 2-2
CESENA Empoli 2-2. Sono ben 12308 gli abbonati, campagna che si è chiusa questa mattina. In campo dunque pubblico delle grandi occasioni, con i Desperados in Ferrovia forti di circa 100 membri al seguito. Sfida delicatissima tra CESENA ed Empoli che vale già punti salvezza. Primo pericolo al 3’ per i bianconeri: angolo di Valdifiori, Rugani schiaccia da solo ma per fortuna la sfera è centrale e Leali blocca a terra. Buon possesso palla dei toscani, con il CESENA che cerca il pressing alto. E proprio gli ospiti al 13’ vedono la porta: dal limite è Verdi che di sinistro cerca lo specchio, palla fuori di un soffio! Bianconeri in difficoltà, le trame dell’Empoli si infittiscono e portano gli incurosi in area. A centrocampo solo Coppola e Cascione lottano, Capelli, Giorgi e Defrel in difficoltà. Primo tiro dalla distanza anche per il CESENA: Cascione da scoordinato spara a salve al 17’.
Avvio sornione fin qui ed Empoli più in palla. Si fa vedere il CESENA da corner: schema sul secondo palo, Cascione fa da torre per la girata di Lucchini, palla che si alza sopra la traversa (22’). A causa di una palla persa in contropiede di Marilungo, il pubblico inizia a rumoreggiare. Primi fischi stagionali al Manuzzi contro la formazione, ancora con le scorie post Lazio. Si sveglia il CESENA: al 26’ Marilungo a pochi metri dalla porta di testa si mangia un gol già fatto, su invito aereo di Brienza che aveva sventagliato benissimo.
Occasionissima mandata alle ortiche! La seconda chance alla mezzora però non la fallisce: ping-pong in area con Brienza che impegna Sepe dal limite, palla che carambola sull’ex Atalanta che centra prima traversa, poi la ricottura e la insacca! Vantaggio CESENA, con Giorgi che si era infilato dentro la porta per evitare l’offside. Empoli in bambola, e Defrel porta il vantaggio sul 2-0: incredibile destro dai 25 metri e Sepe non ci arriva (32’)! Cosa ha fatto il francese che zittisce il pubblico! CESENA ora padrone del campo e i toscani di Sarri sulla difensiva.
Una palla gol ghiotta però capita anche sui piedi degli azzurri: Pucciarelli su calcio di punizione raccoglie dal limite destro ingresso in area e mira sul secondo palo dove Rugani cerca il tap-in in scivolata, ma la sfera finisce fuori. Incredibilmente il difensore era stato lasciato solo dalla retroguardia bianconera al 44’. Si chiude qui il primo tempo senza recupero con un uno-due micidiale che il CESENA ha inflitto all’Empoli. Pioggia di applausi dalla Curva Mare in grande spolvero oggi. Rientrano le squadre in campo con gli stessi undici.
Gara riaperta: fallo d’ostruzione in area di Lucchini e penalty per l’Empoli. Verdi lanciato a corsa cade, ma il difensore bianconero non poteva certo sparire. Dal dischetto Tavano non sbaglia e accorcia le distanze al 54’. Primo cambio per il CESENA con l’ingresso di Zè Eduardo per Giorgi. L’Empoli spinge forte, Verdi scappa via a Volta, dentro per Pucciarelli che riesce a girarsi e battere quasi a botta sicura in porta dall’area piccola. Per fortuna la palla è sporca e si impenna, Leali la fa sua.
Pericolo Empoli al 65’! Secondo cambio per Bisoli: Djuric rileva lo stanco Brienza, autore di una splendida gara. Risposta del CESENA: sgaloppata a sinistra di Cascione, tirocross che per poco non si insacca! Applausi del Manuzzi che è una bolgia, ammutoliti i Desperados! Seconda palla gol per l’Empoli al 70’: Verdi d’esterno la mette sotto l’incrocio ma Leali spedisce in angolo con una prodezza. Da corner mischia in area sul primo palo e Rugani insacca il pareggio! Incredibile al 71’ l’Empoli trova il 2-2! Esce Croce per Moro, e dopo qualche minuto out Pucciarelli ed al suo posto Zieliski. Il pressing dell’Empoli si fa forte, un po’ come nel primo tempo, CESENA in difficoltà. Ultimo cambio per Sarri: fuori Verdi, forse il migliore dei toscani, per Aguirre all’86’.
Il match point capita all’89’ al CESENA: Renzetti dalla trequarti sinistra da punizione scodella bene in area, Marilungo di testa impegna severamente Sepe che fa un mezzo miracolo, poi Mario Rui a pochi centimetri dalla linea spazza via prima che Volta possa insaccare! Peccato per questa azione ben interpretata dal CESENA! Sono 4 i minuti di recupero e termina il match col risultato di 2-2. Occasione sprecata per gli uomini di Bisoli che si sono fatti rimontare, sarebbe stato un colpaccio! Empoli che invece ci ha creduto fino alla fine e grazie a Verdi ha rialzato una gara compromessa seriamente.

PAGELLE - Diamo i numeri!
Leali 6,5: fondamentale parata su Rugani dopo pochi minuti di gioco. Sicurezza al reparto, pochi fronzoli: un signor portiere. BABY BUFFON
Capelli 5,5: l'Empoli si diverte dalla sue parti e fa quello che può. Non è un terzino, basterebbe uno come Perico - inutilizzato - per coprire il buco. ADATTATO
Volta 6: fa meglio del più esperto Lucchini, riesce a limitare le scorribande di Tavano e i suoi compari. Discreto uomo da ultima linea. CONCRETO
Lucchini 5: perde la sfida tra volponi con Tavano che guadagna un rigore buttandosi su di lui. Assopito sul 2-2 di Rugani. BORN SLEEPY
Renzetti 6: le sue avanzate portano pochi denari, va meglio dietro dove non sfigura e non commette errori. CONSOLINI DI SERIE A
Giorgi 5,5: prova a metter sabbia nel motore Empoli ma il match gli scivola un po' addosso. Ha un tempo nelle gambe, esce dopo il penalty di Tavano. SGAMBATA
Cascione 6,5: quinto difensore, ladro di pallone, creatore di gioco. Questo è il Cascione che serve al Cesena per salvarsi... deve solo fare come l'anno scorso in B, ce la farà? SPERANZA
Coppola 6: non lo si nota ma c'è, in cadetteria come in Paradiso tanta gamba e la solita grinta. ROGNOSO
Defrel 7: è buono per la A. "S-ciupteda" dai 25 metri a infilare Sepe per il 2-0. Approfitta della difesa dell'Empoli, niente lo ferma e aiuta anche in copertura. Bella prova! TORNADO
Brienza 6,5: da una sua giocata sulla sinistra nasca l'1-0. Poche perle preziose, usa la testa e non si nasconde come fatto all'Olimpico. Cala il fiato nella ripresa e Bisoli lo preserva in vista di Juve - Cesena. BUBUSETTETE
Marilungo 6,5: cicca un'occasionissima su cross di Capelli incornando su Sepe, bravo e fortunato sull'uno a zero. Centravanti di movimento pronto a far spazio a Brienza e Defrel. VIA ALLE DANZE
Ze' Eduardo 5,5: non riesce ad entrare nel vivo della partita e delle manovre bianconere. Il ragazzo si farà ma, ad ora, si sono visti pochi lampi. NEBBIOSO
Djuric 6: fa il suo lavoro, fatto di gomiti alti e sponde. I suoi compiti non lo porta raramente vicino al portiere. Il gol non tarderà ad arrivare, fidatevi. KEEP CALM
Perico sv

Bisoli 6: il Cesena parte contratto e fatica a prendere campo, poi prende fiducia, guadagna metri e va al riposo con due gol arrivati in un amen. Nel secondo tempo arriva la replica toscana, giusta e meritata. Gli ospiti hanno fatto la partita, i suoi sono cinici.

Curva Mare Cesena 7: caldi fin da subito, i supporter bianconeri trasformano la loro gioia in cori tonanti. Continui per 90', nulla da invidiare alle grandi tifoserie di A.

Curva Ferrovia Empoli 6: buon gruppetto arrivato dalla Toscana, "solito" striscione dei Desperados, Empoli 1921, 1920, Blue Generation e tanto calore. Piccolo feudo ultras nella massima serie.

INTERVISTE POST PARTITA
Pierpaolo Bisoli
“Tutti dicevano che se avessimo fatto 4-5 punti nelle prime tre giornate saremmo dovuti essere contenti. Ne abbiamo fatti quattro, i punti lasciati all’Empoli ce li andremo a riprendere nelle prossime partite anche se proibitive contro Juventus, Milan, Udinese e Palermo. Se la mia squadra gioca così può creare problemi a tutti. Domenica scorsa contro la Lazio ho avuto una giornata storta io, oggi l’ha avuta l’arbitro su due episodi eclatanti. Nel primo c’era un fallo per noi su Lucchini che era fermo, invece ha concesso il rigore che ha rimesso in gioco l’Empoli. Sul secondo c’era un netto fuorigioco di Tavano e nell’azione seguente è arrivato il corner da cui è nato il pareggio dell’Empoli su un’azione in cui non noi siamo stati ingenui, ma c’era una netta spinta ai danni di Capelli. Abbiamo giocato una calcio propositivo e creato tante occasioni, concretizzandone due. Più di così non potevamo fare, il pubblico ha apprezzato, ma rimane l’amaro in bocca per quei due episodi negativi e per i tre punti che avevamo già fatto".

Maurizio Sarri
"Per 85 minuti siamo stati padroni della partita, a parte quei 5 minuti di black-out in cui ci siamo complicati maledettamente la vita tra la mezzora del primo tempo quando abbiamo preso due gol e nel recupero quando abbiamo rischiato perché invece di continuare a giocare per vincere, come abbiamo fatto per tutta la gara, abbiamo pensato di portare a casa il punto. Sono contento per avere rimontato il risultato, ma non sono soddisfatto per il pareggio per quello che si è visto in campo. Anche prima di passare in svantaggio le 2-3 palle gol sono state le nostre. Cesena ed Empoli sono due squadre completamente diverse. Il Cesena è una squadra più fisica, aggressiva e aggressiva. L’Empoli è superiore a livello tecnico e di palleggio. Sicuramente ci sarà da soffrire e da lottare per tutte e due”.

Ze' Eduardo
"Non basta giocare bene ed essere in vantaggio di due reti, ci vuole più attenzione: abbiamo preso gol su due palle inattive. Abbiamo disputato una buona partita anche se abbiamo ottenuto solo un pareggio. Mi dispiace per il rigore che ci hanno fischiato contro, non mi è apparso molto evidente. Fisicamente non sono ancora al 100% ma sto lavorando sodo per farmi trovare pronto a dare il mio contributo alla squadra. Nel ruolo di mezzala mi trovo a mio agio e sto cercando di dare il massimo anche se all'inizio può essere dura. Ogni partita ha la sua storia, andremo quindi a Torino per fare la nostra gara".

Gregoire Defrel
"Sono molto felice per il gol anche se avrei preferito la vittoria. Ci siamo portati subito sul 2-0 nel primo tempo, poi però è successo qualcosa nella ripresa. Cercheremo di cambiare atteggiamento per le prossime volte. Passando a fare l'esterno ho potuto dare il meglio e sono anche arrivato alla conclusione a rete. Venivo da un periodo in cui fisicamente non ero al top ma credo di essermi ripreso piuttosto bene. Solo alla fine ho avuto un po' i crampi. Ci dispiace tanto per il risultato: queste sono partite che servono tantissimo per la salvezza. Dobbiamo cercare di fare più attenzione. Il rigore concesso all'Empoli? Non l'ho visto bene. Ad ogni modo l'obiettivo di oggi era non perdere".

Federico Barba
"Era importante uscire dal Manuzzi con qualche punto. C'è rammarico, la squadra ha giocato bene, nonostante il primo tempo con cui siamo usciti con due gol presi. Risultato onesto. Il secondo tempo è stato la chiave della partita. Il colpo si è sentito, negli spogliatoi ci siamo guardati negli occhi e ce l'abbiamo fatta.
La fortuna sui gol? Sono gol brutti da prendere, non te li spetti. Bravi e fortunati, ma a volte serve.
L'anno scorso sono subentrato qui a Cesena, io lavoro come sempre. E' un anno e mezzo che sono qui e conosco l'ambiente. Devo migliorare tanto ma dopo così tanto tempo si conoscono gli schemi del mister.
Il Milan? Abbiamo dimostrato di giocarcela con tutti e speriamo che ci prendano sottogamba e fargli uno scherzetto".

Daniele Rugani
"Bella soddisfazione per il primo gol in Serie A ma oggi era importante smuovere la classifica e ce l'abbiamo fatta. Adesso ci siamo tolti questo peso, perchè nelle partite precedenti non erano arrivati punti ma le prestazioni c'erano state. Per il morale è contato tanto questo punticino. Ora continuano per la nostra strada fiduciosi.
A livello di numeri abbiamo fatto qualcosa in più del Cesena ma andando sotto di due gol va bene così. Penso sia un segnale più positivo, dopo Udine e con la Roma".

3 commenti:

  1. Cambio sbagliato brienza-djuric. Cesena che inizia molle e con la paura come a Roma. Difficile essere ottimisti dopo tanta sofferenza in casa con l'Empoli. Speriamo che I vari carbonero, cazzola e pulzetti diano la svolta. Grande defrel, il migliore oggi con brienza.

    RispondiElimina
  2. Brienza doveva uscire, era il più stanco del Cesena. Forse Bisoli avrebbe dovuto puntare più sulla velocità (Garritano?) che sulla fisicità di Djuric. Quest'anno ci sarà da soffrire contro tutti, è cosa normale per una squadra che parte per salvarsi.

    RispondiElimina
  3. Tre punti persi. La prima mezzora è stata indecente...

    RispondiElimina

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha