BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

domenica 15 giugno 2014

Cesena - Latina 2-1 Play-off Serie B 2013-2014

 CESENA LATINA 2-1 (Volta 48' pt, Marilungo 53', Cisotti 89')

RISULTATO FINALE: CESENA LATINA 2-1
CESENA Latina 2-1. Serata delle grandi occasioni al Manuzzi per l'andata delle finali play-off che decreterà la terza squadra promossa in massima serie. Buona affluenza di pubblico con 12526 paganti e suono della banda della Marina Militare dell'Inno Italiano prima del match. Manuzzi quindi tiraro a lucido per questa grande gara. Dal campo è il Latina a partire in quinta con due occasionissime nei primi 7 minuti: al 5' Jonathas carica il tiro che costringe Coser al miracolo, poi spazza via Volta, mentre al 7' Jefferson va via in velocità a Capelli e poi all'ex Sam, imbeccata per Laribi ma la concluisione è disturbata per la presenza di De Feudis.
Brividi grossi per il CESENA. Proprio i due attaccanti del Latina sono scatenati ed i bianconeri soffrono nei primi venti minuti. Cascione rompe gli schemi però con una conclusione velleitaria dalla distanza, abbondantemente a lato a cui fa eco anche Jonathas al 20', nulla di fatto. Vengono fuori i bianconeri: azione nello stretto tra Renzetti e Coppola, la palla finisce al centro a Defrel che carica il destro e Iacobucci para in due tempi. L'occasione per passare in vantaggio capito ai romagnoli: De Feudis immette un insidiosissimo tiro-cross che si stampa sull'incrocio dei pali a Iacobucci battuto. Latina che rischia grosso, CESENA fortunato nel caso del gol. L'azione è insistita: Cascione ancora dalla distanza aggiusta la mira e la palla sibila il palo alla sinistra dell'estremo difensore del Latina al 25'. Risponde Viviani al 27' su punizione: il suo destro a giro costringe Coser al tuffo basso. Tutto ok. Alla mezzora però Bisoli è costretto al primo cambio: Marco D'Alessandro deve lasciare il campo per un fastidio alla spalla, entra al suo posto Garritano.
L'ex Inter spacca la partita e crea ben tre pericoli. Al 36' rientra dal fondo della corsia di sinistra e pesca la capoccia di Defre da dentro l'area piccola. Palla fuori di un niente! La seconda palla gol creata è un minuto dopo: lancio per Marilungo sporcato da una deviazione, l'ex Atalanta spara alto di sinistro. Si arriva al 44': sempre Garritano porta via due uomini a sinistra, palla al centro per Coppola che di destro tira però debolmente. Si entra nel recupero ed è fondamentale l'affondo dell'ex Siena dopo gli sviluppi di un corner: con Volta appostato ancora in area, è proprio lui a battere Iacobucci di testa senza marcatura. CESENA in vantaggio e si va negli spogliatoi. Mazzata per il Latina!!
Breda corre subito ai ripari con l'ingresso di Ristovski per Milani. Ma la mossa non porta gli effetti sperati ed è Marilungo al 53' a raddoppiare: Coppola batte il corner ravvicinato a Renzetti, palla sul secondo palo, Cascione fa da torre e l'atalantino di testa appoggia in rete! Manuzzi che esplode sotto la Curva Mare per il 2-0!!! Il Latina va in bambola e Breda innesta Cisotti e Morrone rilenvando Laribi e Viviani.
Il neo entrato Ristovski al 65' prova il destro dalla distanza, ma Coser c'è. Poi ancora Jonathas dice la sua dal limite, ma Coser devia in corner, poi infruttuoso. Si giunge all'82': Marilungo lascia il campo stremato per un impalbabile Gagliardini. Infatti all'85' Alhassan lo salta e poi prova la via del gol, la sfera va sopra la porta difesa da Coser. Cisotti scalda i riflessi dell'ex Albinoleffe con una mezza rovesciata da ottima posizione, volo del portiere bianconero. Si arrende solo all'89' quando sempre Cisotti sfrutta un maldestro rinvio di Volta e grazie ad una deviazione millimetrica di Krajnc, riesce ad accorciare sul 2-1 il risultato che non cambia.
Grazie a questa vittoria il CESENA ora ha due risultati utili su tre per l'approdo in Seria A. Al Freancioni mercoledì sera sarà un inferno. L'ora è arrivata, la gloria e l'umiliazione della sconfitta sono alle porte.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Coser 6,5: cavallo di ritorno, non è al top ma dice la sua anche in finale. Alcuni interventi prodigiosi nella ripresa, si fa male in una uscita alta. Non può opporsi al tiro che porta il Latina sull'uno a due. UOMO GARZA
Capelli 6,5: si ricorda agli spettatori che il numero 37 gioca fuori ruolo. Terzino con licenza di difendere, alza la trincea e non fa passare nulla a destra. COPERTA PESANTE
Volta 7,5: le prende, le dà e segna un gol pesantino. Impossibile chiedergli di fare meglio, impossibile non applaudirlo. A o B, questo qua non deve scappare. PRIMA PAGINA
Krajnc 6: raramente sbaglia una partita, questa sera mantiene viva la tradizione. Sicuro e reattivo, Jonathas fa paura al Cesena solo all'inizio. CONTROLLO
Renzetti 6: cross decisivi dai suoi piedi non ne arrivano, resta comunque una prestazione la sua. La sua continuità di corsa avrebbe fatto invidia a tutti i partecipanti della Corsa di S. Giovanni tenutasi ieri. PODISTA
Coppola 7,5: finalmente il suo curriculum vitae è emerso. Assist pregevole per Volta-gol, ci mette tanto di suo pure sul 2-0 di Marilungao merivagliao. Ah, instancabile pure quando deve fare legna in mediana. IMMENSO
Cascione 6,5: bella partita del Cascio, lider máximo del centrocampo bianconero. Partenza lenta, chiusura di match a passo andante. Mantiene la calma per tutti i 90' e la porta a casa con i guanti bianchi. RAGIONIERE
De Feudis 6,5: nei primi minuti soffre la fisicità e le ripartenze dei pontini. Si rimette in sesto, aiutando tantissimo in copertura Volta e compagni. Giocatore fondamentale. IMPRESCINDIBILE
Defrel 6,5: esterno, seconda o prima punta. La sua duttilità tattica, finalmente, si rivela utile. Bravo nel finale a tenere alta la squadra. A pochi attimi dal termine ri media un giallo rincorrendo per 50 metri l'avversario lanciato in contropiede. Applausi di Bisoli, compagni e stadio. DOVE LO METTI STA
Marilungo 7: altro giro, altro gol. Sterile in regular season, macchina da reti nei playoff. Giocatore totalmente cambiato nel giro di un mese. Il sottoscritto ne parlava male, ora lo prega prima di andare a dormire. CONVERSIONE
D'Alessandro 6: la battuta "falli /Sasha Grey", usata nella gara contro il Padova, ritorna prepotentemente di moda. Pronti via, fallo e spalla destra dolorante. Si rialza, fallo. Dopo mezzora chiede pietà ed esce dal campo. Il Latina in quel lasso di tempo se la cava senza ammonizioni. Saranno guai se dovesse marcare visita mercoledì. TUTTO ROTTO
Garritano 6,5: un po' fumoso ma efficace. Il suo ingresso consente al Cesena di trovare nuove soluzioni, non mantiene una posizione fiasa e scombina la difese ospite. SERVIZI SEGRETI
Gagliardini sv

Bisoli 6,5: il 3-5-2 non porta i frutto sperati, il Latina disposto a specchio domina nei primi frangenti di gioco. Passaggio alla difesa a 4 contemporaneo all'uscita di D'Alessandro, la vince sostanzialmente lì. Con un Marilungo così, d'altronde, è dura fare male. Mercoledì potrebbe fare a meno del numero 7, quali sorprese ci regalerà il mister di Porretta Terme?

Curva Mare Cesena 7,5: prova superlativa per la zona calda del tifo bianconero. Presenti delegazioni da Mantova, Brescia e Stoccarda. Nuova coreografia con teloni e palloncini, tanti cori potenti e attimi di delirio in occasione delle reti del cavalluccio.

Curva Ferrovia 6,5: 1.500 spettatori circa provenienti dal Lazio. Buona presenza vocale nel primo tempo, ripresa sottotono con la squadra sotto nel punteggio. Trovano nuova linfa nei minuti finali. Nel prepartita striscione contro Lugaresi, reo di aver criticato il nuovo presidente pontino. 

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"C’è il rammarico per aver preso gol sull’unico tiro. Hanno creato solo qualche problema con le mischie nel secondo tempo. Avevamo detto che bisognava vincere, meritavamo di fare il terzo gol, in una partita dalla posta in gioco così alta non era facile giocare una partita del genere. Ora loro devono fare risultato e siamo consapevoli di avere un piccolo vantaggio. Ora siamo 50 e 50 come possibilità di successo, sarà difficile perché hanno potenzialità".

Roberto Breda
"Al ritorno al Francioni mercoledì prossimo dobbiamo vincere ma ci basta anche solo un gol di scarto. Siamo convinti di avere qualità e valori per ribaltare il risultato. Dobbiamo preparare questa gara al meglio sapendo che non sarà semplice ma per l’obiettivo che abbiamo davanti dobbiamo tirare fuori tutte le energie.
Abbiamo creato tanto nella prima mezz’ora, poi loro hanno cambiato qualcosa e abbiamo subito. Nei due gol siamo stati poco attenti, ma siamo stati bravi a crederci fino alla fine. Il gol di Cisotti è il giusto merito per una squadra che non molla mai e lotta fino alla fine. Abbiamo massimo rispetto del Cesena ma sappiamo che possiamo fare bene. Venderemo cara la pelle". 

Guido Marilungo
"Sto bene sono felice, ho trovato anche il gol. La ciliegina sarebbe la promozione, peccato per la marcatura subita nel finale. Abbiamo ribaltato il piccolo vantaggio che avevano loro ma ora sarà dura mercoledì. I pontini sono partiti meglio, successivamente siamo usciti noi alla lunga. Nei primi 30 eravamo un po’ tesi, poi ci siamo sciolti. Quando sono arrivato ho fatto fatica, piano piano ho preso la condizione proprio adesso che è finito il campionato, peccato poteva accadere prima. Dopo due anni fermo avevo bisogno di giocare, l’Atalanta mi ha lasciato partire a gennaio, va bene così". 

Marcello Cottafava
"Abbiamo fatto un grande primo tempo, abbiamo creato e avuto delle occasioni importanti. Abbiamo lasciato loro qualche occasione su errore nostro, poi questo gol a fine primo tempo ha cambiato tutto. Dopo abbiamo rischiato che la situazione peggiorasse, per un quarto d’ora abbiamo perso le misure. Siamo stati bravi a reagire, abbiamo fatto gol. Il gioco è stato fermo un po’ troppo e il recupero, secondo me, è stato un po’ poco. È ancora tutto aperto, dispiace perchè si poteva fare un po’ meglio.
In finale non conta chi è più forte. Conta vincere, loro l’hanno fatto all’andata e a noi basta farlo a ritorno per coronare quest’annata. Ci basterà qualunque risultato.
Sappiamo che dobbiamo vincere per ottenere il risultato. Non bisogna avere fretta, è una partita difficile perchè è una finale che permette di andare in A. Ci proveremo".

Massimo Volta
"Finalmente si vince col Latina, ci mancava questo risultato. Sono contentissimo per il mio gol, Manuel mi ha messo una gran palla. Quando passi in vantaggio per primo le giocate sono più facili e vengono meglio. Abbiamo iniziato a tre in difesa e poi il modulo è cambiato a quattro. Nonostante ciò abbiamo faticato lo stesso dietro perchè il Latina là davanti ha ottimi giocatori, però il Cesena è questo: soffre ma nel momento giusto sa colpire l'avversario. Il gol a fine primo tempo ci ha caricati e siamo tornati in campo siglando subito il raddoppio. La partita sembrava aver preso una piega ben precisa: spingevamo molto, stavamo bene ed è mancato solo il terzo gol. Dispiace per l'assalto finale che complica un po' le cose ma abbiamo due risultati su tre a disposizione. Al ritorno sarà un'altra battaglia, in traferta stiamo andando bene e dovremo pensare che si ripartirà dallo 0-0".

Yuti Cisotti
"Sul mio primo tentativo Coser aveva fatto una bella parata, il secondo è andato meglio. Volevo mettere la sfera lì e fortunatamente la deviazione di un difensore mi ha aiutato. L'aria di Cesena mi fa bene, anche se non so il perché. Quando sono entrato il mister mi ha detto di usare la mia velocità per puntare l'uomo e sfruttare le palle che rimangono in area. Fortunatamente è andata bene".

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti