REGGINA CESENA 1-2 (Lucioni 13', Cascione 45', Rodriguez 54')

RISULTATO FINALE:  REGGINA CESENA 1-2
Reggina CESENA 1-2. In un Granillo deserto il CESENA cerca altri punti promozione che metterebbero pressione enorme a Latina ma soprattutto Empoli. I calabresi sono già retrocessi, nonostante la Corte Disciplinare abbia restituito i due punti di penalità tolti qualche settimana fa. Dunque non hanno più nulla di dire in questa giornata di sole quasi estivo. Primo sussulto al 9' di Di Michele, cerca di saltare sia Capelli che Krajnc, ma poi spara a lato. Gioco sereno della Reggina, fase di studio da parte del CESENA. Quel che non ti aspetti accade. Grande azione di Di Michele che impegna Coser in angolo. Sugli sviluppi Camporese allontana male e Lucioni insacca l'1-0! Sorpresa al Granillo con la Reggina in vantaggio al 13'. Qualche minuto di difficoltà per i bianconeri che cercano di impostare una reazione senza però molto successo.
Sull'asse Defrel – Succi, il Cigno si incunea a destra dell'area di rigore e calcia però fuori la sfera. Ancora troppo poco per i romagnoli fino ad ora. La Reggina si chiude tutta dietro e non lascia spazi, Bisoli opta al 27' l'innesto di Rodriguez per Gagliardini. Primi effetti al 33': Renzetti appoggia internamente per Garritano, alza la testa e di sinistro pennella sul primo palo per Rodriguez. La spizzata non è compiuta e Pigliacelli agguanta a terra. Insiste il CESENA: Garritano sfonda a sinistra, palla lunga sul secondo palo dove Cascione rimette in mezzo per Rodriguez, incornata debole e Pigliacelli salva tutto al 36'!
Molti passaggi in orizzontale per i bianconeri con la Reggina che si difende in nove uomini dietro la linea della palla. L'assalto più convicente arriva però al 45': Renzetti dalla trequarti scodella in mezzo, Rodriguez non ci arriva, invece Cascione anticipa un avversario ed insacca nell'angolino basso! Pareggio del CESENA sul finire del primo tempo! Nessun minuto di recupero e squadre negli spogliatoi! Grande reazione dei romagnoli che chiudono ottimamente permettendo di avere più calma nella seconda frazione.
Parte subito bene il CESENA e ribalta il risultato su corner: Camporese al 54' fa da sponda di testa a Rodriguez che da pochi passi insacca il 2-1!!! E' bolgia al Granillo! Esce però Succi al 56' e dentro il baby Moncini. Anche Gagliardi corre ai ripari: Condemi rileva Di Lorenzo per l'esordio tra i professionisti. Occasionissima per la Reggina che non ci sta ad accettare il risultato capovolto, Barillà salta due avversari e lascia partire un sinistro terribile dalla distanza che impatta sul palo! CESENA anche fortunato al 67', ma di nuovo il legno ci pensa a salvare Coser Di Michele.
Fantastico il suo tiro a giro sul secondo palo. Veramente jellati i calabresi che meriterebbero ora il pareggio. Ultima mossa per la Reggina: Barillà lascia il campo per Sbaffo. Molto meglio i pradroni di casa che stanno assediando il fortino bianconero ma in contropiede si mangia la chiusura dei conti davanti a Pigliacelli! Che errore per lo spagnolo! Ultimo cambio anche per Bisoli che pensa a coprirsi: Defrel viene sostituito per Alhassan al miuto 84'. I minuti passano ed il CESENA ha allentato la morsa, tanto che nel conteggio speciale dei pali ci finisce pure De Feudis, con Cascione che ribatte però in rete in fuorigioco all'87'. Si finisce così nel recupero, in cui nei 4 minuti il risultato non muta. Tre punti preziosissimi per il CESENA che tiene la scia dell'Empoli, vincente nel suo impegno!

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Coser 6: paratona ad inizio partita su Di Michele e poi i tre legni colpiti dai calabresi. Con Coser tra i pali il Cesena è in una botte di ferro, oggi il portiere ha avuto tre botte di culo. GRAZIATO
Camporese 5,5: pronti, via e cicca lo stop/rilancio di piede che consente a Lucioni di aprire le marcature. Il secondo assist di giornata, questa volta di testa, arriva a Rodriguez che segna il gol vittoria. Nella propria metà campo tanta sofferenza nel contenere il sempre giovane Di Michele. AMBO LE PARTI
Krajnc 6: lo sloveno ritorna dopo molte settimane di stop e prende il comando della retroguardia assieme a Capelli. Pochi fronzoli, tanta sostanza. Non ci stanchiamo di ripreterlo, se non si monta la testa questo viene buono davvero. PRONTO
Capelli 6: in assenza di Volta trova in Krajnc un ottimo compagno di avventure. Fischnaller fa meno paura di Tavano e Maccarone, altra gara sufficientissima per il difensore bergamasco. SICUREZZA
Renzetti 6,5: altro giro, altro assist. Dopo la pennellata per Marilungo di martedì scorso arriva il pallone al bacio per Cascione. Spinge, corre, copre. Il miglior acquisto a costo zero del campionato. MERCATINO DELLE PULCI
De Feudis 6: dimostra di saper giocare anche a testa alta, fondamentale il suo gioco di collegamento tra difesa e centrocampo. Buona prova per il Conte, uomo d'esperienza del Cesena. MATUSA
Gagliardini 5: abbiamo la conferma che gioca molto meglio da interno che da esterno in mediana. Palle perse, tempi e movimenti sbagliati. Bisoli coglie l'antifona e butta in campo Rodriguez, rivedendo lo schieramento e trovando così maggior profondità. Nota positiva, sarà titolare contro il Latina. IMPREPARATO
Cascione 7: la sua rete aiuta i bianconeri a restare agganciati al treno della promozione diretta, ci penserà il Rodri a inizio ripresa a chiudere la pratica. 90' da mediano, regista, interno, trequartista con risultati ottimi. MVP
Defrel 5: non si nasconde mai e questo è un bene. Perde spesso la palla in dribbiling inutili e questo è un male ma non è l'unico difetto. Raramente alza lo sguardo dal prato verde per cercare il compagno libero o il tiro in porta. Da due anni ripetiamo le stesse cose, o migliora o non gioca. RIPETENTE
Garritano 6,5: l'odore di naftalina sta sparendo, ormai è un punto fisso del Cesena. Imprendibile palla al piede, impensierisce la difesa della Reggina con le sue giocate. CAMBIO DI STAGIONE
Succi 6: Bisoli dice che quest'anno sta giocando meglio. Il totale dei gol segnati non danno ragione al tecnico, la classifica invece sorride ai romagnoli. Il Cigno, nel dubbio, non la butta dentro nemmeno oggi. Sponde e movimenti davanti a Garritano (prima) e dietro a Rodrigu ez (dopo). EFFICACE
Rodriguez 6,5: decisiva la marcatura dello spagnolo, bravo a prendere posizione spalle alla porta e a segnare. Può mettere il match in cassaforte con la seconda rete ma trova Pigliacelli prontissimo. ¡DALE RODRI!
Moncini 6: altra presenza per la punta della Primavera che entra subito dopo la rete di Rodriguez. Pochi palloni toccati ma comunque giocati con raziocinio e attenzione. DILIGENTE
Alhassan sv

Bisoli 6,5: le immagini a bordo campo parlano chiaro: il mister ha conservato tre le mani per tutta la partita una piccola icona di San Montante, protettore dei portieri e delle squadre in vantaggio di un gol. Quarto successo consecutivo, altro match giocato in emergenza con un elenco di assenti lungo quanto lo Stretto di Messina. Gagliardini esterno a centrocampo è improponibile, rimette le cose a posto inserendo Rodriguez. Cambio vincente, così come accaduto nell'ultimo incontro con Marilungo.

Curva Sud Reggina sv: pochissimi spettatori sugli spalti del Granillo, la retrocessione in terza serie ha tolto qualsiasi interesse ai sostenitori calabresi. La curva degli amaranto, caldissima nei primi anni in A, non è degna di nota in un match che non conta più nulla.

Curva ospiti Cesena 6,5: immancabili le pezze 0547 e Snoopy Capanni assieme a quelle di altri gruppi del coordinamento. Una delle trasferte più lunghe da affrontare per i tifosi del cavalluccio che possono comunque tornare in Romagna con tre punti nello zainetto.

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"Giocare senza obiettivi è molto più semplice che farlo con qualche obiettivo. Noi eravamo contratti, siamo venuti a Reggio Calabria con diversi calciatori Primavera, avevo sei assenze pesanti. Sono contento dei miei ragazzi per la grande reazione, anche la Reggina ha disputato una buona prova. Faccio mea culpa perché ho scelto un assetto tattico non recepito bene dai miei ragazzi, una volta modificato l'assetto siamo tornati in carreggiata."

Franco Gagliardi
"Abbiamo subito gol su calcio d'angolo per ingenuità su cui dobbiamo riflettere in settimana per il futuro di questi ragazzi. Meritavamo certamente di più oggi, il calcio dà e toglie. Abbiamo fatto esordire Condemi, la Reggina continuerà a lanciare i giovani per il proprio sostentamento economico ma bisogna che questi ragazzi capiscano cosa voglia dire questa maglia. Un caso Di Michele? Mai esistito, lui è un insegnamento per tutti anche in allenamento, per noi è un esempio durante la settimana, dobbiamo gestirlo meglio nel corso dei 90'."

Fabio Lucioni
"Ci impegniamo giorno dopo giorno, sotto questo punto di vista non ci si può rimproverare nulla. Siamo retrocessi e purtroppo c'è del rammarico perché facendo qualcosina in più avremmo parlato sicuramente d'altro. Ce la siamo giocata a viso aperto con tutti, forse con un pizzico di presunzione alle volte. La prossima stagione la serie C sarà un inferno: se si vuol vincere bisognerà investire bene con un mix di gente giovane ed esperta che possa fare la differenza perché ogni campo sarà infuocato."

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha