La Gazzetta dello Sport - Modena non passa ma sogna Trezeguet
La Voce - Cesena, il cammino si fa meno Marilungo
Qui Villa Silvia - E' terminato il campionato regolare con il raggiungimento del 4° posto in classifica grazie allo 0-0 maturato ieri sera al Braglia contro il Modena. Il Cesena affronterà in semifinale la vincente tra Spezia e proprio il Modena domenica 8 giugno in trasferta. Mister Pierpaolo Bisoli ha concesso sabato e domenica liberi alla sua truppa per staccare un po' la spina dallo stress e fatica degli ultimi mesi.
In infermeria rimangono sempre i soliti noti, a cui si aggiunge però Luca Garritano, uscito anzitempo dalla gara con i Canarini per una brutta botta rimediata alla caviglia. Chi dovrà tornare in condizione è Luca Belingheri, mentre Roberto Gagliardini sembra recuperato. Sotto osservazione quindi rimangono Campagnolo, Consolini, Yabrè, Succi, Ingegneri e Camporese. Per Marco D'Alessandro la forma non è ottimale, ma in questi giorni potrebbe migliorare la sua tenuta atletica.

Il commento del post partita
...e alla fine arrivò il quarto posto, al termine dei 42 turni di stagione regolare il Cesena può dirsi soddisfatto. Merito anche delle penalizzazioni di Siena e Bari, non si può negarlo. Quello che conta è che i romagnoli possano giocarsi un posto per la massima serie, un bel passo in avanti rispetto ai momenti drammatici vissuti nel campionato precedente. Dall'incubo di una possibile retrocessione - sul campo o per cause economiche - al sogno della serie A. Questi playoff potrebbero coincidere con l'epilogo della carriera di Bisoli alla guida del cavalluccio. Una parte della tifoseria è rimasta delusa dal gioco espresso dai bianconeri, l'altra ancora riconosce i meriti passati e attuale del tecnico. Ora le critiche vanno messe da parte, il Cesena ha bisogno dell'affetto dei suoi sostenitori.

Il triplice fischio
Modena - Cesena è una gara trnquilla. Le sanzioni per larghissima parte tutte nel primo tempo anche se su Di Bello ci sono l'ombra di due rigori non concessi ai Canarini. Tutto sommato la prestazione delle squadre è piuttosto debole, nel senso che si sono equivalse.
12' angolo, Cionek di testa fa sbattere la palla sul volto di Cascione poi sulla mano. La distanza è minima, giusto non fischiare il penalty.
26' GIALLO Coppola per aver calciato via la palla dopo il fischio di un flalo di Krajnc su Granoche
31' GIALLO Renzetti per fallo su Rizzo
32' GIALLO Salifu per aver steso Defrel
46' GIALLO Cionek atterra D'Alessandro appena entrato dopo che lo aveva superato
71' spalla dubbia di Cascione in area. Il centrocampista sembra però porgere la spalla in maniera intenzionale. Molto difficile valutare.
89' GIALLO Stanco non si capisce bene per cosa
I minuti di recupero sono stati forse esagerati nella ripresa, priva di grosse perdite di tempo se non per i cambi e l'infortunio di Garritano. L'extra time ammonta a 2' e 4' per primo e secondo tempo.
Di Bello 6
Segna 6 - Peretti 6

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha