Corriere Romagna - Il Cesena passa col giallo
La Voce - Il gol è fantasma ma questo Cavalluccio non muore mai
Qui Villa Silvia - Dopo il pareggio tra Cesena e Trapani, la squadra allenata da Pierpaolo Bisoli ha goduto del meritato riposo domenicale e tornerà a sudare sui campi di Villa Silvia lunedì 3 alle ore 15. Sabato prossimo i romagnoli giocheranno allo Stadio Adriatico di Pescara. Sicuro assente Cascione, espulso per doppia ammonizione. Da valutare le condizioni di Belingheri (risentimento all'adduttore destro) e di Agliardi (risentimento al retto femorale sinistro), per entrambi seguiranno accertamenti medici a breve giro. Con Campagnolo e Coser ai box toccherà a Rossini scaldare i guanti in vista dei prossimi impegni.

Il commento del post partita
Cesena - Trapani è stata davvero una bella partita. Bisognerebbe essere imparziali per godere ottimamente delle prestazioni di entrambe le squadre e dei singoli, pazienza se da lassù ci hanno "condannato" a seguire il cavalluccio! Decisioni dell'Altissimo a parte, i romagnoli ottengono un pareggio che ad inizio ripresa appariva tutto fuorché semplice da conquistare. Siciliani all'assalto anche dopo la seconda rete ma Bisoli, tolte le cinture di sicurezza a Defrel e Succi e risvegliato Rodriguez, autore della doppietta decisiva (siamo sinceri, meglio dire che ha segnato una rete e mezza), regala un punto importantissimo al Cesena. Partita non dominata dal punto di vista tattico - dice bene il mister avversario Boscaglia - dai bianconeri che sfruttano il calore del Manuzzi ed uno dei rari jolly stagionali perdendo soltanto un posto in classifica e scalando in quarta piazza davanti allo stesso Trapani. Ora sotto con le trasferte di Pescara e Siena, tutt'altro che semplici. In Abruzzo mancherà lo squalificato Cascione e probabilmente anche Agliardi, uscito malconcio dal campo. Bisolone dovrà fare i conti con l'infermeria prima di buttare giù il piano d'assalto per le prossime partite ma può affidarsi all'entusiasmo ritrovato di una piazza che vuole tornare a sognare.

Il triplice fischio
Un rigore, un gol fantasma e un'espulsione, non mancano gli episodi per valutare l'operato dell'arbitro Ostinelli e dei suoi assistenti. Il penalty per il Trapani viene concesso ad inizio ripresa (52'): Iunco supera Volta in velocità al limite dell'area, il difensore bianconero rincorre la punta che viene stesa in maniera evidente. Decisione giusta e sacrosanta. All'82' avviene il fattaccio: Rodriguez entra in area, destro a giro che supera Nordi, pallone che sbatte sulla traversa e rimbalza sulla riga di porta. Difficile valutare l'accaduto a velocità normale dalla tribuna ma le immagini televisive parlano chiaro, la sfera non entra! Ostinelli pare titubante e attende il parere del guardalinee Carbone che conferma la rete del pareggio. Buona notizia per il Cesena ma tirata d'orecchi garantita da parte dell'AIA. Nello stesso momento viene espulso il tecnico Boscaglia per reiterate proteste (tutto sommato giuste anche se eccessive nella forma). 84', espulsione per Cascione per un duro intervento in scivolata a 20 metri dalla porta bianconera, giusto il secondo giallo comminato dal fischietto di Como.
Ostinelli 5
Vicinanza 6 Carbone 4,5

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha