CESENA TRAPANI 2-2 (Mancosu 13', Mancosu 52', Rodriguez 69', Rodriguez 79')

RISULTATO FINALE:  CESENA TRAPANI 2-2
CESENA Trapani 2-2. Novità di formazione, con l'inserimento negli ultimi minuti nel CESENA di Rodriguez per il favorito Garritano, in settimana l'ex Inter era stato provato a destra. Per il Trapani la striscia positiva è sorprendente, dunque al Manuzzi viene per fare punti pesanti. Dopo le prime fasi di studio sono i romagnoli a farsi male da soli: Volta va a vuoto in un disimpengo, Mancuso non deve fare altro che metterla alla spalle di Agliardi. Trapani in vantaggio col 18° gol del bomber! I bianconeri accusano il colpo e per un po' di tempo lasciano giocare gli avversari, solo al 26' in uno scambio tra D'Alessandro e Rodriguez arriva la stoccata dell'ex Roma che passa sopra di poco la traversa. Il secondo tentativo, con lo stesso schema, è provato da Belingheri, ma l'esito è il medesimo. Al 30' CESENA sempre più vicino al pareggio.
Belingheri mette in mezzo da destra su calcio di punizione, la palla si impenna, Cascione rimette sul secondo palo dove Rodriguez, da due passi, non riesce a battere Nordi in avvitamento di testa. La miglior palla gol del primo tempo però capita sui piedi di Mancosu che da due passi spara alto, dopo che il compagno Nizzetto si era trovato di fronte a Agliardi sbucando da dietro Consolini. Rischia grosso il CESENA ma il bomber sbaglia tra lo stupore. Prima del doppio fischio che fa terminare il primo tempo, i bianconeri steccano sulla traversa: D'Alessandro scodella in mezzo, Marilungo impatta benissimo ma il legno gli nega la gioia della rete al Manuzzi!
Riparte fortissimo il Trapani al 46' con una botta ravvicinata di Mancosu, ma Agliardi a mano aperta devìa! Grande intervento che annulla l'ottimo spunto di Iunco dalla fascia. Giornata da incubo per Massimo Volta: il difensore in equilibrio precario atterra Iunco in area. Nessun dubbio, penalty che viene trasformato da Mancosu, per la sua doppietta della giornata. Al 52' il CESENA è sotto 2-0 nel suo stadio, cosa mai successa in stagione!!!
Bisoli prova a dare la scossa: fuori Gagliardini, oggi spento, al suo posto Defrel. Invece è Belingheri che ci prova nuovamente tentando il colpo balistico dalla distanza, ma Nordi si rifugia in corner. Spinge il CESENA, D'Alessandro imbecca Rodriguez, ma lo spagnolo non inquadra la porta. Bisoli non ci sta e dunque fuori Marilungo per Succi, al rientro in campionato (65'). Nell'azione seguente Belingheri incorna male sulla pennalleta della punizione di Renzetti, anche sfortuna per il CESENA, ma proprio Succi da corner impegna Nordi, palla non trattenuta a Peter Pan Rodriguez accorcia! Trapani alle corde, al 70' vicinissimo il pareggio per i ragazzi di Bisoli: ancora corner dove Cascione imita Succi, ma Volta appostato sul secondo palo non insacca da due passi!!!
Incredibile giornata no del bresciano. Terzo angolo consecutivo, la spinta bianconera è fortissima: Renzetti spedisce in mezzo ma la capocciata di Belingheri non impensierisce Nordi. Il Trapani non ce la fa più e arriva il meritato pareggio ma rocambolesco al 79'! Rodriguez salta il marcatore, destro a giro che si stampa sulla traversa, poi la palla colpisce la riga e successivamente il palo, ma dalle immagini non sarebbe gol, invece il direttore di gara convalida! 2-2 al Manuzzi e la Curva Mare esplode, anche se è una rete fantasma. Nonostante il CESENA giochi in dieci per l'espulsione di Cascione per doppio giallo (84'), la spinta è ancora forte, invece il Trapani ha l'acqua alla gola. Nonostante il super forcing finale, dopo ben 6 minuti di recupero finisce 2-2 il match d'altissima classifica al Manuzzi.
Se non fosse stato per il gol fantasma segnato da Rodriguez, ora staremmo parlando di un'altra partita. Le regole però sono chiare e senza moviola è arrivato un pareggio forse immeritato, almeno per il primo tempo piuttosto deficitario. Un punto a testa che accorcia la classifica, il Lanciano ora si è instaurato al terzo posto, proprio sopra alle due contendenti del Manuzzi. Mani nei capelli per il Trapani che sul 2-0 avrebbe potuto fare il colpaccio del sorpasso, ma forse paga d'esperienza.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Agliardi 5,5: due reti subìte ma non per colpa sua in maniera diretta. Provvidenziale nel primo tempo su Nizzetto e nell'avvio a freddo su Mancosu. Paga però il passaggio rischioso su Cascione che ne deriva l'errore di Volta per il penalty. Nel finale di gara accusa uno stiramento, fuori un mese anche lui. SI' E NO
Consolini 5: per due occasioni Nizzetto lo brucia e rischia grosso nell'arco della partita. SURCLASSATO
Volta 4,5: grazie al suo liscio al 13', Mancosu porta in vantaggio i siciliani. Replica su Iunco e rigore, mentre al 70' si mangia da due passi il possibile pareggio. ASINELLO
Camporese 6: parte dal primo minuto e cerca di limitare Iunco a volte riuscendoci bene. OK
Renzetti 7: il migliore nella retroguardia, per lo meno dalla sua parte Garufo non passa. DIGA
Gagliardini 5: giornata anonima del giovane che dopo belle prestazioni, viene messo alle corde. Per lui solo 53 minuti. SOPPRESSO
Cascione 5,5: espulso a 6 dalla fine, si gioca la sufficienza, comunque in una gara ben condotta. ROSSO MOLESTO
Belingheri 6: scodella bene i palloni in mezzo e nei corner risulta decisivo per diverse inzuccate propiziatorie ad azioni pericolose. Da fuori ha il piede caldo, ma la mira non è perfetta. SCACCO
D'Alessandro 6,5: ormai è cosa nota, nessuno è in grado di fermarlo e nemmeno Garufo e Nizzetto lo limitano. Straripante a tratti, salta sempre lì'uomo e scodella in mezzo palloni pericolosi. SQUADRA SPECIALE
Rodriguez 7: gol e non gol però convalidato, si conferma un leone d'area. Grazie a lui il Cesena rimonta contro un avversario al top della forma e sul piano del gioco migliore. RE LEONE
Marilungo 6: tanto movimento ma Pagliarulo e Terlizzi lo soffocano. Cala di intensità, nonostante la traversa beccata sul più bello e Bisoli lo fa rifiatare. LEGNO
Defrel 5,5: parte dalla panca ma al 53' il modulo si fa più aggressivo, serve la sua dinamicità per scardinare sul 2-0 la difesa avversaria e non fare una pessima figura, già ormai comunque fatta. Non brilla però il francese e non incide come dovrebbe. SPERDUTO
Succi 6: entra al 65' per dare vigore all'attacco in maniera fisica e ce la fa. E' suo lo stacco che impegna Nordi per l'accorcio di Rodriguez. Sgomita e fa del suo nei calcio da fermo a seguire. RITORNO
Garritano sv

Bisoli 6: paga la tattica inziale contro un Trapani tonico che approfitta degli errori dei suoi. A metà campo si decide la gara, con Marilungo che là davanti non punge. Scelta giusta confidare su Rodriguez, basti guardare il risultato. Ancora nebbiolina per Garritano che non trova spazio. Se Volta lo abbandona, Renzetti e Camporese salgono in cattedra.

Curva Mare 6,5: il risultato influisce un po' sull'operato. La rimonta bianconera nella ripresa consente ai settori più caldi di alzare la voce e farsi sentire forte.

Curva Ferrovia Trapani 6,5: circa 200 tifosi siciliani in Ferrovia, discreto numero per una tifoseria lontana centinaia di chilometri dalla Romagna. Erano 2.500 a San Siro contro l'Inter qualche mese fa, sono abituati agli esodi in massa. Alcuni stendardi "a difesa del territorio" e buoni cori.

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
“Ho visto un grande Cesena, abbiamo giocato al calcio e dimostrato che non è vero che giochiamo solo di fisico e di tattica. Nel secondo tempo abbiamo messo sotto il Trapani, una squadra che quando ha a disposizione il campo aperto. Siamo stati bravi a rimane compatti ed andare alla ricerca del pareggio e poi della vittoria, che avremmo potuto raggiungere se non fossimo rimasti con un uomo in meno. Questa è la mentalità giusta, abbiamo un grande gruppo con cuore, organizzazione e anima. Rodriguez meritava di giocare, si è conquistato il posto e il campo mi ha dato ragione. Più di due gol cosa poteva fare?"

Roberto Boscaglia
“Abbiamo dominato il Cesena a Cesena e se c’era una sola squadra che meritava di vincere, questa era il Trapani. Sul piano del gioco la gara non ha avuto storia, lì abbiamo messi sotto sin dall’inizio. Nel secondo tempo il Cesena ha fatto uno sterile palleggio a centrocampo, gli abbiamo concesso campo per avere spazio alle loro spalle e ripartire meglio, come in effetti abbiamo fatto senza però riuscire a triplicare e chiudere la partita. Grande è il nostro rammarico, avremmo dovuto vincere con almeno due gol di scarto, perché era una partita sotto controllo. Noi abbiamo fatto due gol, loro uno, ma alla fine abbiamo preso un punto per uno. L’arbitro Ostinelli non avrebbe dovuto ascoltare il suo collaboratore, il quale se non era sicuro al 100% che la palla fosse entrata non avrebbe dovuto dare il gol. Altrimenti significa che ha un problema di vista e questo sarebbe un problema. Rispetto a Siena questa volta è peggio perché allora ci tolse un punto, oggi due.”

Francesco Renzetti
“Nel primo tempo siamo partiti bene poi dopo il gol di Mancosu abbiamo accusato il colpo. Nel secondo tempo è scattato qualcosa e abbiamo ribaltato la gara. Il Trapani ha giocato meglio nella gara di andata. Noi non ci siamo tirati mai indietro. Nelle ultime partite la mia condizione fisica non era al top, dopo tanto lavoro spero di essere tornato alla grande. Questo è un pareggio che aumenta la consapevolezza dei nostri mezzi, le prossime due gare in trasferta saranno molto difficili”.

Alejandro Rodriguez
"Quando entro in campo do il 100% per la squadra e penso anche a fare gol. Abbiamo sbagliato qualcosa sia in attacco che in difesa. Senza l'espulsone di Cascione avremmo vinto sicuramente e lo stadio si era gasato. Ora penso alla prossima partita, il mister dice sempre che devo lavorare di più ma ne sono consapevole."

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha