Corriere Romagna - Cesena, ripartenze intelligenti
Il Resto del Carlino - Cesena, gruppo vincente
La Voce - Bisoli insegue Benedetti e se stesso
Qui Villa Silvia - Lunedì di ripresa dei lavori per Succi e compagni. I due giorni di riposo han fatto bene al fisico ed alla mente della squadra, ma è già tempo di pensare alla sfida in notturna di venerdì contro lo Spezia. Nella doppia seduta di ieri, al mattino solo palesta a Villa Silvia, mentre al pomeriggio tattica a San Vittore, ha tenuto banco il caso Nadarevic. Il suo infortunio (uno strappo?), sarà valutato in questi giorni ma i tempi di recupero potrebbero anche essere di un mese, è riconducibile al tentativo di andare a  rete contro la Ternana quando ha colpito l'incrocio dei pali. A parte hanno lavorato i soliti Campagnolo, Consolini, Rodriguez e Cascione (dovrebbe rientrare davanti la difesa). Assente Granoche per una tonsillite che lo ha colpito, sono stati aggregati i Primavera: Gabrielli, Gaiani, Iglio e Moncini. Oggi appuntamento al pomeriggio ancora al Centro Sportivo Benedetti di San Vittore.

Notizie calciomercato - Renzetti non si muove da Cesena, o quasi. Il giocatore è cercato con insistenza dal Livorno (scambio con Belingheri e Gemiti?), ma lui stesso ha affermato di non essere a conoscenza di trattative.
In avanti, oltre ai soliti Marilungo ed Ardemagni, con il primo in vantaggio, torna di moda il nome di De Luca. La vera novità è rappresentata però dal bomber Cacia.

Giorgio Lugaresi parla ad Il Resto del Carlino.
"I ragazzi stanno centrando tutti gli obiettivi prefissati, oltre a divertire e riportare gente al Manuzzi, dà il 100% in campo e diversi giovani stanno maturando al suo interno. Ero fiducioso di ciò che lo staff tecnico mi aveva comunicato in estate ma non pensavo che si parlasse di questa posizione in graduatoria. I tifosi fanno bene a guardare il Lanciano, io però tengo a bada la quintultima. 
La situazione finanziaria? E' la parte più preoccupante, abbiamo abbattuto i costi del 40% ma siamo soppressi da un indebitamento soffocante. Inoltre le grandi aziende, eccezion fatta per Technogym ed Orogel, di Cesena si sono dimenticate che devono tanto a questo territorio. A loro non importa che 12mila persone allo stadio gioiscono e soffrono. E' un egoismo che non condivido".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti recenti

Design by NewWpThemes | Blogger Theme by Lasantha