BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

sabato 30 novembre 2013

Avellino - Cesena 0-0 16° giornata Serie B 2013-2014

AVELLINO - CESENA 0-0

RISULTATO FINALE: AVELLINO - CESENA 0-0
Avellino CESENA 0-0. Il CESENA va in Irpinia per la seconda trasferta in sette giorni, i romagnoli sono reduci dal pareggio a reti bianche in casa del Brescia. L'Avellino è al terzo posto, 27 punti ed una sola sconfitta al Partenio subita dal Palermo. Coppola squalificato, centrocampo a 4 con Tabanelli e De Feudis, in difesa si vede Camporese che toglie il posto a Volta. 5', punizione per l'Avellino dalla fascia destra, Succi spazza via la palla. Contatto e trattenute tra Succi e Pisacane in area campana al 9', l'arbitro vede il fallo della punta cesenate. Continua il CESENA, D'Alessandro passa a Tabanelli che viene steso da Arini, punizione pericoosa per il CESENA. Batte il Taba, pallone sopra la porta difesa da Seculin. Arriva anche la prima occasione per i padroni di casa, Arini colpisce di testa e palla bloccata da Coser.
Il CESENA però prende quota, scatto di D'Alessandro che salta un difensore ed entra in area, Pisacane lo mette a terra ma l'arbitro Gavilucci non segnala alcun fallo. Subito dopo è lo stesso giocatore ex Verona a rendersi protagonista, pallone per De Feudis che spara trovando la respinta della difesa irpina. Insiste il Cavalluccio Tabanelli fa uno-due con D'Alessandro, cross dalla sinistra, la difesa dell'Avellino allontana ma sulla ribattuta arriva ancora il numero 7 del CESENA che tira, Seculin ci mette una pezza e salva in corner. D'Alessandro scatenato, recupera palla e tira dal limite, il portiere locale para nuovamente. Primo giallo del match al 23', Peccarisi finisce sul taccuino dei cattivi. Defrel parte in dribbling, scarica a D'Alessandro ma il passaggio non è dei migliori. Al 32' si rifà vivo l'Avellino, Castaldo calcia col destro in area, Coser interviene facilmente. Risposta del CESENA, D'Alessandro serve Succi in area, la palla ritorna in mezzo e Seculin argina il pericolo. Palla gol per l'Avellino. Galabinov sfiora di testa, Krajnc va a vuoto e Castaldo può sparare in porta ma controlla male il pallone che viene bloccato da Coser.
Grossa occasione al 41', Avellino ancora avanti con Arini che prova la botta dalla distanza trovando comunque la risposta di Coser. Continua l'attacco, cross di Millesi che trova la testa di Zappacosta non lesto ad inquadrare la porta. Un minuto di recupero e Gavillucci decreta il riposo di metà partità. CESENA dominatore nei primi minuti, un ritrovato D'Alessandro ha mandato in bambola i difensori locali; meglio l'Avellino sul finire del tempo che hanno trovato Coser sempre attento. Nessun cambio per le due squadre all'intervallo. Primo episodio della ripresa al 55', Togni batte una punizione, stacca Galabinov e Coser respinge in angolo. L'arbitro aveva comunque fermato l'azione per un fallo in attacco. Ancora Avellino pericoloso, tonnara in area romagnola, Galabinov colpisce di testa ma Coser c'è. Punizione per il CESENA al 60', Renzetti manda il pallone a lato. Rispondono i ragazzi di Bisoli, Tabanelli ci prova ma calcia lontano dallo specchio della porta. Ancora in avanti i Lupi, Castaldo ad un passo dal gol: l'attaccante in maglia verde prova il diagonale, pallone a fil di palo. Il primo cambio è giocato dall'Avellino al 65', fuori l'ex Pescara Togni che lascia il posto a D'Angelo. Un minuto dopo nuova prodezza di Coser: Schiavon tira e il portiere del CESENA respinge in angolo.
Al 74' primo avvicendamento tra i romagnoli, dentro Garritano per D'Alessandro. Insiste l'Avellino, Zappacosta dalla destra calcia, Coser si piega e ferma il tiro. Nuova sostituzione per il CESENA all'80', esce Succi ed entra il mediano Alhassan. Anche Rastelli fa entrare forze fresche, nell'Avellino entra Herrera che prende il posto di Galabinov. Poche emozioni nel finale di partita, l'arbitro concede 4 minuti di recupero. Al 91', traversone di Millesi sventato da Coser ed ultimo cambio nelle file del CESENA, Capellini sostituisce De Feudis. Il CESENA porta a casa lo stesso risultato della settimana scorsa, 0-0 in casa dell'Avellino. Terzo pari consecutivo, il quinto nelle ultime sei partite. L'Avellino raramente concede punti in casa e, guardando il bicchiere mezzo pieno, è un gran risultato. Bisoli deve ancora lavorare per garantire ai romagnoli un gioco che permetta di buttare il pallone in rete, non basta mantenere la propria porta inviolata. Gli irpini hanno fatto un buon match, partenza diesel ma non hanno trovato la zampata vincente anche a causa del buon lavoro compiuto dai difensori ospiti.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Coser 7,5: quattro interventi straordinarisu su Galabinov, Castaldo, Arini e Schiavon. Il man of the match è lui ed è tutto un dire. SARACINESCA
Camporese 6,5: si dimostra molto solido ed efficace in tutti gli interventi. Se Galabinov e company non pungono è merito anche suo. RITROVATO
Capelli 7: roccioso e granitico, nessuna distrazione. Imbriglia come può anche Castaldo e lo neutralizza a suo modo. In rare occasioni se ne va. MURO
Krajnc 6: rischia grosso al 35', non interviene in maniera adeguata e Castaldo per poco non ne approfitta. Il suo livello di concentrazione però rimane alto nel resto della gara. OCCHIO
Tabanelli 6: prova su calcio da fermo, duetta bene con D'Alessandro. Da fuori non trova il jolly. Nella ripresa cala enormemente, insieme al resto della squadra. META'
De Feudis 5,5: soffre un po' troppo Togni e Schiavon. Alla lunga abbassa il baricentro. CALO
Consolini 6: porta a casa la pagnotta, Millesi è tenuto a bada ma non spinge sulla corsia come forse potrebbe fare. OPERAIO
Renzetti 6,5: sbatte addosso a Zappacosta, duello non facile. Ritorna ai suoi livelli con corsa e soprattutto tanta sostanza nelle chisure e nelle ripartenze. TITANO
Defrel 5: forse il peggiore in campo, Rastelli lo chiude in una gabbia formata dai suoi uomini. Lavorare tra le linee non è facile, oggi complicatissimo. Mai pericoloso, si fa notare solo nel primo tempo per il possibile assist, errato, a D'Alessandro che gli avrebbe spalacato la porta. LEGATO
Succi 5: non sfrutta la vera palla gol davanti a Seculin. E' anche ammonito per un tocco di mano. Gara difficile, esce al minuto 80 per Alhassan. GIORNATACCIA
D'Alessandro 7: i pericoli maggiori vengono da lui, già al 12' ci prova ma Seculin dice no. Riedizione anche al 20'. Il suo operato prosegue anche in versione assist man. Gli viene negato anche un rigore per atterramento in area. SPAURACCHIO
Garritano 6: ultimo quarto per lui al posto dello scatenato D'Alessandro, prova a sostituirlo e ce la fa bene, facendo vedere qualche guizzo e mettendo in difficoltà gli avversari. RISCATTO
Alhassan sv
Capellini sv

Bisoli 5,5: il primo tempo è quasi vinto ai punti, ma la ripresa è ancora calante per la squadra. L'Avellino costruisce tanto e solo Coser ci mette il veto per inchiodare lo 0-0. La difesa tuttavia si comporta bene, sono rari gli errori individuali. D'Alessandro e Tabanelli si comportanto bene ma alla lunga calano. Con le defezioni in mediana si imbarca acqua, Defrel è una delusione. Qualche tratto di buon gioco si è visto m ancora è poco. Un punto che smuove la classifica.

Curva Sud Avellino 6: il calore c'è sempre per i Lupi e si fa sentire, anche quando c'è da fischiare.

Curva Mare 6: presenti come al solito i gruppi del Coordinamento con il loro bandierone e le pezze appese. Si fanno sentire come possono.

INTERVISTE POST PARTITA

Massimo Rastelli
"Non lo concepisco, è assurdo fischiare questi ragazzi che stanno facendo un qualcosa di straordinario. Prendetevela con me, insultate me, ma alla mia squadra va solo fatta una statua. Il nostro obiettivo è la salvezza e quello rimane. Non dobbiamo montarci la testa altrimenti si retrocede. Non dimenticate che l’Avellino negli anni precedenti a questo punto della stagione era già retrocessa. Il mio appello è quello di far lavorare in pace i miei uomini, altrimenti, lo ribadisco, si retrocede".

Pierpaolo Bisoli
"Al Partenio non è per niente facile fare risultato, ma noi ci siamo riusciti. I miei ragazzi vanno elogiati, siamo una compagine molto giovane e sono contento di quanto visto questo pomeriggio. Ovviamente merito anche all’Avellino che non ci ha concesso molto. Questo è un campionato equilibrato e io sono contento ".
 
Marco D'Alessandro
"Potevamo vincere, nel primo tempo abbiamo giocato molto bene, poi nella ripresa gli avversari sono venuti fuori e ci hanno messo in difficoltà. Avevamo preparato la gara al meglio e oggi siamo riusciti a mettere in pratica tutto ciò che abbiamo provato. Faccio i complimenti a Succi che a noi esterni ha permesso di esprimerci al meglio. Il cambio? Ho subito una botta e mi provocava dolore".

9 commenti:

  1. Basta con questa scusa della squadra giovane.I giocatori giovani del 1993/94 che dice bisoli a quell'età giocano già in serie A a grandi livelli.Ora poi si mette a commentare anche le sostituzioni che fa come per giustificare le scelte in certe situazioni della partita.QUESTO È SINTOMO DI DEBOLEZZA, PAURA E LIMITI PROPRI.Anche oggi abbiamo buttato via punti.E non lo diciamo noi tifosi , lo dicono gli addetti ai lavori del calcio , vedi Somma che ha commentato in tv Vedi SKY e MEDIASET che mettono in discussione l'operato di Bisoli.Basta Basta e Basta societa' datevi una svegliata.Non lo vogliamo più questo allenatore.

    RispondiElimina
  2. È normale che un allenatore debba giustificare delle scelte, noi riportiamo soltanto le risposte e non le domande che vengono poste agli intervistati. Detto questo, gli addetti ai lavori hanno ragione: il Cesena ha perso punti per strada. Certamente non servono esperti per farlo capire ai tifosi e al mister. Pongo una domanda: Somma e gli altri allenatori a spasso che parlano e sparlano in tv farebbero meglio di Bisoli? Ho forti dubbi su questo aspetto.

    RispondiElimina
  3. calma e sangue freddo..vietato farsi influenzare da commenti esterni..lasciamo lavorare il mister

    RispondiElimina
  4. Anche Millesi ha sminuito Bisoli.Finalmente che c'è qualcuno che gliele dice in faccia.

    RispondiElimina
  5. Hanno ragione a dare le colpe a Bisoli , perché non lo può più vedere e sopportare nessuno.Basta difenderlo.Bianconeri in festa.......

    RispondiElimina
  6. Benissimo, venerdì tifiamo per la vittoria del Padova e poi tutti a chiedere la testa di Bisoli sotto la tribuna. Evviva.

    RispondiElimina
  7. venerdi' si vince...del tutto inutile tifare contro..aspettiamo la riapertura del mercato subito dopo si possono fare commenti negativi ma al momento tutto come da aspettative anke se il gioco latita non poco ma le cause si possono trovare sul discorso attaccanti...saluti

    RispondiElimina
  8. Notizia fresca di stampa letta sul Corriere: Foschi "non ho la bacchetta magica in chiave mercato. Proveremo a rafforzarci ma non voglio illudere nessuno". in sintesi: non può fare i miracoli

    RispondiElimina
  9. Bravo Giunco venerdi andiamo a contestare Bisoli sotto la panchina così se ci risponde come ha fatto ultimamente con qualche tifoso sarà la volta buona che qualcuno gliela fa pagare.Grande!

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti