sabato 16 febbraio 2013

Cittadella - Cesena 1-1 26° giornata Serie B 2012-2013

 CITTADELLA CESENA 1-1 (Djokovic 14', Coly 57')

RISULTATO FINALE CITTADELLA CESENA 1-1
Cittadella CESENA 1-1. A sorpresa al Tombolato di Cittadella Bisoli è costretto a rinunciare all'ultimo sia a Defrel, già in dubbio ma soprattutto a Tonucci. Per il primo c'è il problema al ginocchio, al suo posto dentro Djokovic, mentre il difensore sarà rimpiazzato da Comotto e sulla sinistra ecco quindi Consolini ancora partire titolare. Non si sanno i motivi del suo forfait, probabilmente un malanno di stagione.
Le prime fasi non sono di studio, le squadre cercano subito l'affondo, ma il CESENA si presenta con più incisione dalle parte di Cordaz. Infatti al 5' Succi lancia Granoche ma dal limite ne esce solo un tiro debole che non impensierisce il portiere del Cittadella.
All'8' però dai venticinque metri il destro di Dumitru mette brutti pensieri a Bisoli: Campagnolo in tuffo devìa la palla sul palo alla sua destra!! Cittadella vicinissimo al vantaggio ed ora che imposta la manovra con più convinzione! Angolo per i padroni di casa all'11': nella mischia creatasi i giocatori granata protestano per un tocco di mano di Comotto, ci sarà tempo per affrontare la questione nel dopo partita. A sorpresa arriva il vantaggio bianconero! D'Alessandro se ne va sulla destra, cross in mezzo, stacco possente di Djokovic che la insacca nel palo lungo!! Esplode di gioia la panchina dei romagnoli. La risposta del Cittadella non si fa attende (21'): Di Carmine gira le spalle a Comotto, verticalizzazione per Dumitru in area ed il suo destro a giro finisce poco lontano dal palo lungo! Campagnolo però era sulla traiettoria. Insiste il Cittadella da calcio da fermo, Coppola stende un avversario e si becca il giallo. Dal limite ci prova Di Roberto, ma il tiro è centrale e Campagnolo agguanta senza grattacapi.
Brutto infortunio proprio per Djokovic che riceve una gomitata da Sosa e si fa male ad una spalla. Si sospetta la lussazione dell'osso, dentro quindi Giandonato al 32'. Continua la pressione del Cittadella, ma il CESENA è quadrato e ne approfitta in contropiede con le sgaloppate di D'Alessandro. Proprio al 42' è lui a saltare un paio di avversari e ad arrivare davanti a Cordaz, ma l'uscita del portiere gli nega la possibilità della conclusione. Solo Dumitru può impensierire i romagnoli, ma non è ben servito. Il fortino del CESENA tiene, anche quando nel primo minuto di recupero dei tre concessi da Pairetto, Paolucci sfodera una frustata di destro di poco alta sopra la porta difesa da Campagnolo. Si va così a prendere un the caldo col risultato di 0-1 per il CESENA.
La ripresa riparte con ancora il Cittadella impegnato alla ricerca del pari, Coppola e Consolini sono un po' in apnea, ma Parfait sembra un gigante. Al 51' pericolo in area bianconera: angolo dalla destra di Biraghi, la palla attraversa tutta l'area e Coly è pronto ad impattare sul secondo palo ma un uomo del CESENA gli mura la conclusione e avvia l'azione di D'Alessandro che compie in corsa tutto il campo, saltando addirittura l'ultimo avversario che però riesce a mettere in angolo! Nel mezzo c'era tutto solo Granoche, D'Alessandro si scusa (51'). Dal corner di Giandonato, la difesa granata libera ma al limite dell'area raccoglie Parfait: il suo destro è sbilenco. Momento buono del CESENA: Giandonato ci prova direttamente da corner, ma Cordaz non si fa sorprendere. Il Cittadella però colpisce proprio con un grandissimo gol di Coly: il neo entrato Vitofrancesco da corner sinistro la mette in mezzo, palla che carambola in area e la bicicletta di Coly si insacca nell'angolino basso alla destra di Campagnolo! Pareggio sudato per i padroni di casa al 57', tutti ad abbracciare il giocatore di colore per il grandissimo gesto tecnico. E' botta e risposta, Granoche la mette alta di testa, mentre Dumitru dall'altra parte fa la barba al sette! Gara scoppiettante! Cambio per Bisoli: fuori l'acciaccato Comotto e dentro Brandao. Flash del CESENA: punizione insidiosa di Gaindonato e Cordaz risponde mettendo la palla in angolo! Ancora Cittadella: al 65' Di Carmine ci prova dalla distanza e il suo tiro è di poco impreciso! Ci si avvia negli ultimi venti minuti, le squadre ora sono lunghe e meno fresche.
L'occasione del nuovo vantaggio bianconero capita a Succi, per tutto il match è rimasto un po' in ombra. Proprio lui in mezzo all'area ospite stacca più in alto di Coly dal cross di Ceccarelli, ma la coordinazione è da dimenticare. Mani nei capelli ad quarto dalla conclusione! Sempre Succi (84') si incarica di battere una punizione, fallo di Coly, dai venticinque metri, ma la sfera finisce molto lontana dalla porta.
Occasinissima del CESENA all'89'!! Consolini su punizione la butta dentro, batti e ribatti in area, Defrel la spizzica di testa per un attaccante improvvisato come Volta che elude l'off-side. Destro del difensore strozzato, ma Cordaz agguanta facilmente! Bianconeri vicini al vantaggio! Tre minuti di recupero concessi dal quarto uomo che non cambiano la situazione dal punto di vista del risultato e rimangono davvero vicini in classifica.

PAGELLE - Diamo i numeri! 
Campagnolo 6: non ha grossi grattacapi nella prima frazione, rischia grosso però col tiro di Dumitru dopo pochi minuti. E' abile a stendersi alla sua destra e mettere la sfera sul palo. Nel secondo tempo cambia la musica ed è quasi un tiro al bersaglio, Dumitru pericolo numero uno in assoluto. Sulla rovesciata di Coly non può nulla. Si rilassa nel finale. WEEKEND
Ceccarelli 6,5: chiude e garantisce sicurezza sulla destra, chiedere a Biraghi che gira a vuoto come una trottola. Offre qualche spunto offensivo interessante. RITROVATO
Comotto 6: rientro mezzo traumatico per l'ex viola. Inizialmente schierato a sinistra deve però tappare la falla creata dal malanno di Tonucci e torna così centrale. Il primo tempo è glorioso ma nel pareggio di Coly ha qualche responsabilità con i compagni di reparto. Esce in anticipo non ancora al pieno delle forze. QUARANTENA
Volta 6: solido in difesa, Dumitru e Di Roberto sono ossi duri. Nel finale offre uno spunto offensivo e potrebbe anche infilzare Cordaz, ma la sua classe è in fase difensiva e spreca tutto. JOLLY
Consolini 5: gioca titolare a sorpresa per l'influenza che ha colpito nella notte Tonucci. Non è a suo agio, spesso soffre le sfuriate avversarie, Coppola non lo aiuta spesso. PIEGATO
Coppola 5: sempre sotto pressione, è difficile l'impostazione di gioco. Segno di difficoltà è l'ammonizione già al 24'. La manovra avversaria si fa sempre più pensate ed arriva il gol del pari. Nel finale riesce a trovare ossigeno. CALO
Parfait 6,5: continua il trend positivo mettendo in campo una prestazione solida e non troppo ricca di sbavature. SOLIDO
D'Alessandro 6,5: incontenibile come al solito sulla sua corsia tutto sembra facile, come nei sogni. Parte a razzo, offre spunti interessanti sulla fascia e compie un coast to coast che rischia quasi di concretizzare. F16
Succi 5: in questa partita vede la palla con un telescopio, non è servito e non può quindi rendersi pericoloso. Le poche occasioni le spreca, come il colpo di testa su cross di Ceccarelli e nel finale ci prova su punizione ma oggi la mira non è delle migliori, vedi con la Ternana. SECCO
Djokovic 6,5: gioca contro ogni pronostico e segna alla prima occasione, circondato da quattro avversari la spara dentro di testa. Costretto ad uscire solo al 32', pure in barella, per un problema grave alla spalla non può nemmeno finire il primo tempo. CROCE ROSSA
Granoche 5,5: vedi Succi, ha qualche spunto in più, i due duettano in quelle poche occasioni che capitano, ma non può fare di più. Buono però il lavoro in fase di copertura. BALLERINO
Giandonato 5,5: si alza dalla panchina troppo presto per risolvere la tegola Djokovic, si posiziona al fianco di Parfait. In fase di copertura pecca in qualche occasione, meglio in quella di costruzione. Offre spunti però in avanti: suo è il corner che impegna Cordaz. SVOGLIATO
Brandao 6: rileva il riesumato Comotto dall'infermeria. Non sfigura e non commette errori grossolani nel finale che potrebbero pregiudicare il match. SOSTITUTO
Defrel 5: ha poco più di venti minuti per mettersi in mostra rimpiazzando Granoche e Bisoli ridisegna la squadra con Succi perno avanzato. Non incide come richiesto. OPACO

Tribuna Est Cittadella 5: non moltissime presenze per i tifosi di casa. Gara non troppo prestigiosa contro un avversario di pari classifica come il Cesena. Il supporto offerto non è dei migliori, insufficiente.

Curva Mare 6: disposta nell'unica Curva presente al Tombolato, quella Nord, si registrano tra i circa 200 presenti il Club Coordinamento, Club Capanni, Kick Off, Club Tartari. Sulla striscia delle tre vittorie i tifosi ci credono al gol del vantaggio e si fanno sentire. Il colpo d'occhio non è male con le pezze bianconere esposte.

Bisoli 6: dopo tre vittorie ci si aspettava in maniera esagerata la quarta. Per oltre quaranta minuti il risultato tiene con la capocciata vincente di Djokovic, poi però la difesa si fa un po' sorprendere dal gesto tenico di Coly in mezzo all'area. Scelta ottima di inserire Djokovic per Defrel, che entrerà solo nel finale, ma il croato si infortunia in maniera seria. L'apporto di Giandonato è piuttosto scarso, Coppola non sembra molto in forma. Comotto invece stringe i denti ma anche lui è costretto ad uscire anzitempo. La squadra rimane comunque quadrata e concede solo qualche tiro dalla distanza, senza troppi pericoli. Punticino che fa morale e continua la striscia positiva.

INTERVISTE POST PARTITA

Claudio Foscarini
"Accettiamo il pari, il Cesena non ha rubato nulla. Però fa male subìre la rete attraverso l'unico tiro nello specchio. In ogni caso voglio fare gli applausi alla mia squadra, mi è piaciuto l'atteggiamento dei miei ragazzi in campo. Solo nel finale quando eravamo stanchi e sfilacciati abbiamo concesso qualcosa, però dall'inizio alla fine abbiamo lottato e ci abbiamo creduto.
Il gol di Coly? E' stato bravissimo, un gol pesante e bellissimo. Non è la prima volta che la butta dentro, sono contento per lui."

Damjan Djokovic
"Il mister mi ha messo come esterno e mi sono applicato. Non è il mio ruolo ma sono a disposizione del mister, è lui a metterci in campo.
L'azione del gol è una cosa che proviamo in allenamento: so che quando D'Alessandro si invola sulla destra lancia in mezzo e io, come vuole il mister, mi inserisco per sfruttare le mie doti di saltatore. Fino al mio infortunio mi sentivo bene, le cose giravano bene e il Cittadella non creava troppi problemi.
L'infortunio alla spalla? Spero non sia nulla di grave, per ora non ho male."

2 commenti:

  1. L'F16 mi piace! In attacco, effettivamente, è mancato qualcosa... Buona Domenica a tutti i BWS! By Walter

    RispondiElimina
  2. sempre puntuali ed attenti.
    bravi

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti