domenica 9 dicembre 2012

Cesena - Empoli 1-3 18° giornata Serie B 2012-2013

CESENA EMPOLI 1-3 (Croce 3', Valdifiori 7', Tavano 13', Rodriguez 48')

RISULTATO FINALE: CESENA EMPOLI 1-3
CESENA Empoli 1-3. Dopo il rinvio per neve di ieri, il sole splende sul Manuzzi. Inizia subito in salita però la partita del CESENA col gol di un ex: Saponara al 3' mette in mezzo e trova l'incornata vincente di Croce. CESENA già in difficoltà. Djokovic risponde con un tiro blando da fuori, ma non appena l'Empoli si affaccia in avanti c'è ancora il crollo bianconero. Valdifiori, anche lui ex bianconero, da calcio d'angolo la infila in rete  come raramente accade. Se sul primo gol c'erano responsabilità della difesa schierata, questa volta Belardi compie un erroraccio di valutazione al 7'. Il tris potrebbe arrivare neanche qualche minuto dopo quando Maccarone, fischiatissimo per la nota vicenda in Serie A ai tempi della Sampdoria, si trova a tu per tu con il portiere bianconero, ma questa volta ci mette una pezza con il piede. Il primo episodio dubbio capita al 12' quando Defrel crolla in area e Manganiello, già discusso il rinvio per la neve, non concede il netto penalty. Ci sarà da recriminare molto nel dopo partita. L'Empoli però non perde tempo e affossa il CESENA col 3-0 al 13' firmato da un tiro di Tavano sul primo palo. Il pochissimo pubblico rumoreggia e fischia. Bisoli si sgola ma il CESENA viene fuori di nuovo per mezzo di un misero pallonetto mal calibrato ancora da Djokovic al 19'. Quando l'Empoli riparte fa a fette la difesa bianconera e Maccarone ha ancora la possibilità di trafiggere Belardi, ma la sua incornata è imprecisa di un soffio. Il Cavalluccio è in bambola totale, frastornato e rinunciatario dopo le tre pere prese in nemmeno quindici minuti. Bisoli cambia Favalli al 35' per Gessa. Non matura nulla in casa e gli ospiti potrebbero addirittura passare ancora nei due minuti di recupero, prima con Tavano e poi con Saponara, ma le mire non sono delle migliori. C'è da aggiungere che la Curva Mare ha smesso di cantare.
Cambio clamoroso ancora tra le fila dei romagnoli: dentro Ravaglia per Belardi. Chissà cosa ha detto Bisoli ai suoi ma ora sembra un CESENA vispo. Il gol della bandiera arriva con Rodriguez, abile nel tapin su tiro di Succi e Bassi è battuto per la prima volta. Al 56' ancora Rodriguez in spaccata sfiora il 2-3!!! Poi Iori ci prova su respinta di punizione di Bassi firmata da Djokovic, ma il tiro è da dimenticare. L'Empoli si sta chiudendo in maniera ordinata e respinge gli assalti dei bianconeri che non riescono a trovare uno schema di gioco per scardinare il catenaccio toscano. Ad un quarto dalla fine arriva l'ultimo cambio, l'esausto Defrel lascia il terreno di gioco per Rossi. Il fortino Empoli pare molto ben realizzato e consapevole del grosso vantaggio accomulato fin qui. Maccarone prima di essere sostituito prova un pallonetto ma Ravaglia la mette in angolo al 78'! La fiammata del CESENA pare essersi esaurita, Succi però trova una grande coordinazione il suo tiro al volo viene respinto da Bassi, miracolo del portiere toscano all'83'! Le speranze bianconere si chiudono all'espulsione di Iori per seconda ammonizione all'88'. E' decisamente una giornata nera per il CESENA, ancora una grossa delusione per i tifosi si sta materializzando. L'Empoli passeggia sul velluto e Tavano sfiora il poker con un rasoterra che fa la barba al palo. I minuti di recupero sono tre ma la partita si conclude qui, ancora con una sconfitta clamorosa e tante reti intascate.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Belardi 4,5: altro giro, altri regali. Il morbo di Valerio Fiori colpisce anche lui, c'è ben poco da fare. Sul primo gol esita l'uscita, riesce a farsi infilare direttamente dal corner e si fa beffare sul palo coperto da Ciccio Tavano. In compenso paratona su Maccarone lanciato in contropiede ma tante altre indecisioni ne pregiudicano il giudizio. Per scelta tecnica (o personale?) lascia il sipario a Ravaglia. SAPONETTA
Comotto 6: forse il migliore in campo tra i romagnoli. Non commette errori plateali e resta concentrato, cerca di non prestare il fianco alle imbucate di Tavano e Maccarone. Ce ne fossero come lui in questa squadra. ESEMPLARE
Caldirola 5: male male da centrale, leggermente meglio spostato da terzino sinistro. Mette nei piedi di Maccarone un pallone che concede l'ennesimo uno contro uno ai toscani. Messo in confusione dai continui movimenti delle due punte ospiti, passa in fascia dopo il riassestamento di Bisoli ma ormai la contesa è decisa. PIEDI BUCATI
Brandao 4,5: sofferenza per tutti i novanti minuti per il difensore portoghese. Palloni persi uno dietro l'altro, enormi spazi regalati al Saponara o alle punte di turno. Così non va. CAOS TOTALE
Favalli 4: già in occasione della prima segnatura ospite si fa trovare fuori posizione, dimentica Tavano lasciandolo completamente libero di affondare la lama sull'esanime corpo dei bianconeri. Se ha la palla la calcia addosso agli avversari o in fallo laterale, quando non ce l'ha è sempre spiazzato. Spaesato, intimorito e bloccato. Bisoli, in preda ai forti dolori intestinali causati dall'ex Cremonese, lo toglie prima dell'intervallo per Gessa rivoluzionando il modulo di gioco. FIFONE
Djokovic 5: il numero 8, come già detto in questo luogo in precedenza, ha un sinistro preciso ma ha la tendenza a giocare frettolosamente il pallone. I ragazzini posti sulle gradinate ringraziano, il resto del Manuzzi un po' meno. Una sua conclusione insidiosa sullo 0-1 viene respinta abilmente dal buon Bassi, per il resto la solita minestra. TALENTO SPRECATO
Iori 4,5: mai una strigliata ai compagni, mai un richiamo per una giocata mal compiuta. In campo da un capitano è ovvio pretendere di più. Saponara e compagnia fanno il bello e il cattivo tempo a centrocampo, lui va in bambola e si fa ammonire due volte regalandosi la tribuna per la sfida a Castellammare. Dove è finito il giocatore visto la stagione scorsa a Torino? MUTO E MAZZIATO
Ceccarelli 5: l'attività da imprenditore nel campo dell'abbigliamento sembra procedere a gonfie vele, quella da calciatore sta andando a rotoli. Croce è ancora il signor giocatore visto qualche anno fa su questi schermi, non è in grado di contenerlo e perde l'ennesimo scontro personale in stagione. MAI UNA GIOIA
Defrel 6: è l'unico a disposizione di Bisoli in grado di saltare l'uomo, lui lo sa e prova a fare tutto da solo visto l'esiguo apporto dei compagni. E' dura fare tutto da solo contro undici giocatori ma lotta fino alla fine. BISOLI RULES
Succi 5: facile fare tripletta quando i palloni arrivano sui piedi, è difficile giocare bene quando i colleghi in campo faticano a oltrepassare la trequarti e trovi un portiere in forma. Il suo tiro respinto da Bassi viene ribadito in rete da Rodriguez, a dieci minuti dal termine lo stesso estremo difensore devia in angolo un suo potente destro. OGGI NON VA
Rodriguez 6: rapporto minuti giocati - gol impressionante, la zampata odierna si rivela tuttavia inutile ai fini del risultato. Nemmeno il tourbillon offensivo (esterno in attacco, punta e poi ancora esterno) imposto da Bisoli gli consente di entrare nel vivo del match, in ogni caso è uno dei pochi a meritare davvero la sufficienza. CECCHINO
Gessa 6: i sacchettini per i conati vengono riposti al suo ingresso in campo, messo sulla destra non delude e si rende protagonista con qualche lancio che avrebbe meritato maggior fortuna. TRAVELGUM
Ravaglia 6: l'Empoli aveva già la pancia piena e consumato la grappa 903, praticamente inoperoso nella ripresa. SUPPLENTE

Bisoli 5: voto riferito alla gestione del match ma questa volta è doveroso descrivere quanto avvenuto al termine ovvero da quando il mister si è recato sotto la Mare per sentire le ragioni dei tifosi. Il succo del confronto tra le parti è la seguente: "Io ho questi 18 giocatori, fare meglio è praticamente impossibile. La grinta la sento dentro e cerco di trasmetterla alla squadra. Ho sbagliato l'impostazione della partita ma allo stesso tempo abbiamo preso tre reti per colpa di errori individuali. Fate bene a lamentarvi, sono venuto qua per questo". Bisoli sarà un coglione, certamente è l'unico tra giocatori, staff tecnico e dirigenti ad avere il fegato di dire quello che pensa davanti a tutti.

Curva Mare 5: piccola premessa, il voto è una media dei voti delle due giornate, sabato 10 / domenica 0. Nella giornata di sabato i più temerari riescono a arrivare lo stesso allo stadio, la circolazione sulle strade non era facilissima e quindi è normale che la curva non sia piena, nonostante il numero ridotto e la partita rinviata la Curva Mare sembra essere tornata ai tempi d'oro, cori amarcord e un gran entusiasmo, evidentemente la neve fa bene a tutti. UN DELIRIO!
Domenica la Curva si presenta ancora una volta poco piena ma questa volta non ci sono attenuanti, evidentemente gli assenti erano a casa a guardare la serie A dal loro divano; nonostante la bella prestazione di sabato la Curva non riesce a scaldarsi e ne uscirà una prestazione INDEGNA, della serie "non canta nessuno"; diciamo che anche il risultato non ha aiutato. Prima della fine della partita i gruppi ultras abbandonano gli spalti mentre all'interno dello stadio la fine della partita è salutata con una bordata di fischi incredibile.

Curva Ferrovia Empoli 7: i Desperados (unico gruppo ultras rimasto a Empoli dopo lo scioglimento dei Rangers) si presentano sia sabato che domenica e riescono ad aggirare il divieto di entrata per i non tesserati. In entrambe le occasioni sono circa una trentina e cantano per tutto il tempo; domenica (oggi) riescono anche a farsi sentire dalla Curva Mare in svariate occasioni, promossi!

INTERVISTE POST PARTITA
Pierpaolo Bisoli
"Qualcosa ci disturba o una palla filtrante, o un pallone lungo, uno dentro. Avevo detto che il primo obbiettivo era essere fuori dai playout, oggi ci siamo dentro forse sì o forse no, al 30 dicembre vedremo se siamo dentro ma penso di no. Vedremo cosa si potrà fare se intervenire sul mercato o no e arriverò alla fine con questi sino all'ultima giornata a maggio per la salvezza senza passare da qualche cosa. Sono venuto per questo e quando sono arrivato i giocatori erano molto fragili come è successo oggi, ma le altre volte non erano così. A Padova e Verona eravamo andati bene, l'unica cosa che mi dispiace sono i punti persi contro la Reggina e Lanciano, altrimenti oggi si sarebbe classificata come debacle e non ci pensavamo. Siamo lì tutti e ci sarà da lottare."

Francesco Calzona
"Siamo consapevoli che possiamo vincere da tutte le parti e anche oggi lo abbiamo confermato. Eravamo concentrati e abbiamo creato tantissime occasioni nel primo quarto poi sono arrivati i tre e gol e diciamo che abbiamo gestito la partita. Io penso che il Cesena abbia qualità e da parte nostra siamo arrivati concentrati, ma anche noi possiamo disporre di tanta qualità davanti e non è facile giocare contro di noi. Quando riusciamo a giocare a palla a terra mettiamo in difficoltà chiunque." 

Luca Caldirola
"Avevamo preparato la partita in tutt'altro modo, ma iniziare prendendo tre gol uno dopo l'altro ha stroncato ogni nostra possibilità di vittoria. Dispiace lavorare tutta la settimana e poi nel giro di quindici minuti vedere andare in fumo tutto. Non è stato un problema il cambio di data perchè il tempo lo abbiamo avuto per prepararci. Ci sono stati errori individuali. C'è stato un problema di testa, ma non voglio appellarmi alle vicende societarie, ma se subiamo così tanto in avvio non è normale. La partita di oggi non l'ha vinta l'Empoli ma l'ha persa il Cesena. A Castellamare non possiamo ripere una prestazione del genere, abbiamo toccato il fondo. La mentalità va migliorare e compattarci per raggiungere lo stesso obbiettivo."  

Alejandro Rodriguez
"Fino al mattino non sapevo nemmeno io che sarei sceso in campo, peccato per la sconfitta. Il gruppo funziona: i più vecchi aiutano noi giovani, Succi e Graffiedi sono dei grandi. Putroppo il mio gol è servito a poco, però i miei compagni mi avevano detto che in quella zona del campo si scivolava di più ed allora mi buttavo su tutti i palloni.
Prendere quei tre gol subito è un colpo da ko, poi per noi attaccanti è ancora peggio.

5 commenti:

  1. Bisoli vai a casa.SCHIFO!

    RispondiElimina
  2. Oggi non era prevista la contestazione a Bisoli?

    RispondiElimina
  3. Se diamo retta a gente come te andiamo dritti in c.Bravo continua x la tua strada......Te l'avevo detto 2mesi FA che con bisoli era un disastro.Sei ancora convinto Dei Conti salvezza che faceva il tuo bravo allenatore?Di calcio bisogna capirci te mi sa che ne capisci quanto bisoli.Cioe' niente x non dire qualcos'altro......comunque belle le parole dette a fine partita scaricando I giocatori facendo sembrare Loro delle m.... ma Lui e lo stesso .basta scuse e'3 mesi e mezzo che allena questa squadra Basta cazzate e basta tifosi come te......

    RispondiElimina
  4. Io non ne capisco di calcio, infatti pratico un altro sport e mi diletto a scrivere e a raccontare le prestazioni del Cesena. Non sono bravo con i piedi e probabilmente anche a parole me la cavo davvero male. Caro Anonimo, sono diverse settimane che discutiamo e abbiamo convenuto avere opinioni differenti ma in una cosa sono fermamente convinto di avere piena ragione: io mi firmo, tu ti nascondi. Scrivo assieme ad alcuni amici in questo sito piccolo, ci piace raccogliere le opinioni e i commenti dei tifosi, siano essi positivi o negativi. Sarebbe fantastico raccogliere il pensiero di tutto il popolo bianconero ma ci riusciamo in una minima parte. Ti va di venirci incontro? Firmati, lascia il tuo nome o un nickname, se vuoi puoi lasciare la tua mail. Nessuno ti vuole del male, in fondo abbiamo la stessa passione e non avremmo motivo per odiarci. Voglio solo avere la possibilità di confrontarmi con te pacificamente, come sto facendo ora mi sembra di litigare con il mio pc e non con un essere umano. Mi fai questo favore? Grazie.
    Luca

    RispondiElimina
  5. Signori, la situazione è disperata. Il materiale umano è questo, Campedelli o Bisoli contano fino ad un certo punto. Le cagate sul campo possono farle entrambi come allenatori ma certamente un miglioramento sul piano del gioco c'è stato, anche se è a intermittenza. Calcoliamo che l'Empoli è una squadra in forma, come detto anche dal vice dei toscani in conferenza.

    RispondiElimina

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti