sabato 24 novembre 2012

Cesena - Spezia 1-1 16° giornata Serie B 2012-2013

CESENA SPEZIA 1-1 (Sansovini 5', Succi 75')

RISULTATO FINALE: CESENA SPEZIA 1-1
CESENA Spezia 1-1. Partenza sprint del CESENA: al 1' Rossi si invola a sinistra ed al limite dell'area il poritere Iacobucci esce da kamizake e lo stende. Il colpo però lo affonda lo Spezia: Bovo allunga a destra per Antenucci che prolunga per Madonna e scodella al centro. Sansovini si beve Comotto e perfora Belardi per l'1-0 ospite al 5'. Risposta del CESENA: Meza Colli batte il corner di sinistra e Djokovic supera di testa il difensore ma la palla sfila di un soffio sul palo lungo. Al 14' ancora CESENA: Defrel va via a sinistra e pesca la botta al volo di Graffiedi ma è sballato. Djokovic si ferma per un presunto fischio ma ciò non accade e lo Spezia recupera palla, Antenucci riceve e scarica una botta dalla distanza che impensierisce Belardi costretto all'uso dei pugni.
Addirittura lo speaker dello stadio interviene chiedendo al pubblico di non usare i fischietti per confondere i giocatori. Bisoli in panchina intanto si sgola ed incita i suoi. Defrel viene lanciato dalle retrovie, supera schiavi e in giravolta palla al piede salta Madonna che intervieni quasi al limite del rosso, fallo e solo giallo per lui dal limite dell'area al 25'. Sulla ribatutta Meza Colli calcia altissimo a giro. Il CESENA perlomeno si fa vedere con spunti interessanti sia con Rossi che Graffiedi e Defrel a far movimento, ma lo Spezia si vede che è di caratura superiore anche se rischia ora qualcosa. Break Spezia al 34' che in contropiede fa davvero paura: Di Gennaro ci prova dal limite ma il rasoterra è molto facile da catturare per Belardi. Porcari al 38' rischia di fare l'eurogol dai 35 metri ma sia Belardi che la traversa dicono di no, mezzo miracolo del portiere bianconero. Meza Colli imposta per Iori che allarga per Rossi e dalla sinistra la mette in mezzo dove trova il tiro al volo di Djokovic abbondantemente a lato. Questo è l'ultimo sussulto della prima frazione terminata senza recupero.
Nei primi minuti della ripresa la Curva Mare espone lo striscione: Se l'onore di questa squadra volete salvare, a gennaio qualche rinforzo deve arrivare. Esce Graffiedi per infortunio ed entra Succi al 52'. Anche Meza Colli esce per far spazio a Rodriguez. Proprio sugli sviluppi di un calcio d'angolo Rodriguez stacca altissimo sul primo palo ma la palla finisce a lato. Il CESENA si riversa nella metà campo dello Spezia che fatica ad uscire, ma la manovra dei romagnoli non è ben finalizzata. Lo Spezia si fa rivere pericolosissimo: Sammarco a sinistra se ne va, carambole in area e Porcari dal limite ne approfitta con un tiro velenoso ma Belardi in due tempi salva protetto da Defrel al 67'. 
Garofalo dalle retrovie cambia tutto lanciando Sansovini ed al volo scarica sull'esterno della rete. Ancora lui al 70' spara altissimo davanti a Belardi in uscita, errore grave il suo. Il sussulto del cuore bianconero arriva al 75': Ceccarelli contrasta Garofalo che cade a terra, Rodriguez triangola e lo stesso gambettolese la tira dentro per il capoccione di Succi appostato come un'aquila al centro della difesa. Pari raggiunto ad un quarto dalla fine e la Mare torna a cantare prepotentemente!!! Sulla ripresa del gioco Sansovini dalla destra la mette dentro e trova Stefano Okaka appena entrato, ma il suo destro è cincischiato durante la caduta.
Lo Spezia viene avanti in campo alzando il baricentro ed effettua qualche cambio così come Bisoli che mette su Tabanelli rilevando incredibilmente Rodriguez. Lo spagnolo appena entrato da venti minuti esce e il suo volto la dice lunga, addirittura calcia una borraccia da bordo campo verso la panchina (80'). Sono ben cinque i minuti di recupero e lo Spezia prova l'assalto finale per i tre punti, mentre il CESENA prova in contropiede. Nessuno dei ha la meglio, tanti i contrasti e nessuna occasione.
Per Bisoli e i suoi arriva un altro punto contro una big, ancora una volta il merito di crederci.

PAGELLE - Diamo i numeri! 

Belardi 6: non troppo sicuro oggi però se la cava con l'esperienza. La rete del vantaggio di Sansovini era troppo anche per lui. PAUSA
Brandao 6: per una volta l'autore di una cattiva prestazione non è lui, non che tutto il reparto sia andato male ma la sua fascia è spesso terrorizzata da Antenucci e Sammarco, ma lui regge fino alla fine. MURETTO
Comotto 5,5: imperdonabile l'errore sul gol del vantaggio di Sansovini che gli costa la sufficienza. Solo per quel motivo, nient'altro. Il resto della gara è ben giocato, forse con qualche protesta di troppo. DISTRATTO
Caldirola 5,5: come per Comotto anche lui ha grosse responsabilità per aver lasciato andare Madonna a fornire l'assist al provvisorio vantaggio. Quando però la manovra si fa debole, lui diventa un punto di riferimento. Copre bene dai buchi lasciati da Rossi in fase di spinta. MEZZO ATTENTO
Ceccarelli 6: prestazione opaca come le recenti però si riscatta in fase offensiva e realizza l'assit alla rete di Succi per il pari. ASSIST MAN
Djokovic 5,5: vedi Iori, fa il suo compitino ma non è ancora nei suoi standard che potrebbe benissimo raggiungere. DISTURBATO
Iori 5,5: ancora non convince, recupera palloni ma neanche troppi. Offre un perenne pressing ma gli errori gravi sono commessi in impostazione di manovra. BUSSOLA ROTTA
Meza Colli 6: il suo lavoretto lo compie nella migliore delle ipotesi. Prova qualche conclusione di punizione ma fallisce. SCOLASTICO
Rossi 6,5: una vera spina nel fianco, ricorda quasi D'Alessandro, almeno per le lunghe sgaloppate spesso produttive di discreti cross. SPINA
Graffiedi 5,5: esce per infortunio, come al solito ci mette grinta, cuore e corsa. OSPEDALE
Defrel 6,5: il giovane francese oggi gioca sugli schudi ed è un vero pericolo per la difesa spezzina. AGO
Rodriguez 6: non si capisce bene il motivo della sua sostituzione, entra e tocca due palloni importanti. Il primo è su corner e per poco non realizza la rete del pari, poi è più incisivo e duetta con Ceccarelli nell'azione della rete del pari. Bisoli poi lo rileva per Tabanelli e calcia via una borraccia quasi fosse una mina. ARRABBIATO
Succi 6,5: mezzo voto in più per la rete importantissima. Per lui non è un periodo facilissimo ma dietro le punte sembra aver trovato il suo posto. Ha anche cominciato a segnare con continuità. RETTA VIA
Tabanelli sv

Bisoli 6: gioca bene le sue carte, nonostante la difesa sia ancora un po' troppo ballerina e il gioco di Iori e Djokovic ancora non sia convincente. In attacco mancano ancora i punti di riferimento, però Defrel pare trovato. Incognita Rodriguez, mister, perchè il cambio?

Curva Mare 6: all'avvio la Mare si presenta abbastanza piena e carica, sono anche lanciati numerosi fumogeni durante il corso della gara come ai bei vecchi tempi. La prestazione canora, però, cala subito dopo il gol dello svantaggio di Sansovini. Ovviamente il gol è avvenuto nei primi minuti... Dopo il gol del pari però esplode la bolgia, se fosse sempre stato così sarebbe stato fantastico. Peccato che dopo il buon avvio ci si riduca sempre al punto di partenza. Tra i bianconeri erano presenti dei ragazzi di Mantova, domani sugli spalti romagnoli per Bellaria - Mantova.

Curva Ferrovia Spezia 6: gli spezzini si presentano in circa 250. Si sono presentati anche gli Ultras Spezia che si sono tesserati per stare vicino anche in trasferta alla loro squadra. Nel primo tempo si fanno sentire con numerosi cori e sostengono attivamente gli undici di Serena. Una buona prestazione considerando il periodo poco buono per il tifo organizzato.

INTERVISTE POST PARTITA
Pierpaolo Bisoli
"Io oggi ho visto una squadra che ha subito gol al primo affondo dello Spezia e che da subito ha fatto di tutto per raddrizzare la partita. Abbiamo alzato il baricentro stazionando quasi costantemente nella loro metacampo, abbiamo conquistato diversi calci di punzione e corner. La partita oggi l'abbiamo fatta noi, se poi mi dici che loro hanno preso la traversa con un tiro da trequarti campo allora questo non significa che hanno giocato meglio di noi."

Michele Serena
"Siamo stati superiori ad un Cesena da cui mi aspettavo qualcosa di più: portiamo a casa un punto importante ma, considerando i novanta minuti, dire che è più corretto parlare di due punti buttati. E' un risultato molto bugiardo. Sono gli episodi a determinare le partite, ma dopo aver trovato subito il vantaggio, colto una traversa e creato 3-4 nitide occasioni da gol, il pareggio sa di beffa. Se il Cesena ha creato così poco, meriti e demeriti vanno equamente divisi fra le due squadre."

Gregoire Defrel
"Con lo Spezia è stata una gara difficile, sapevamo che sulla carta loro erano più forti di noi ma non abbbiamo mollato e credo che il pareggio sia giusto. Ora ci sono 5-6 scontri diretti con le concorrenti per non retrocedere e dovremo stare sul pezzo per portare a casa punti pesanti. Nell ultime gare abbiamo sempre rimontato e negli spogliatoi ci siamo detti che potevamo farcela, così è stato. Dispiace non trovare vittorie per il nostro pubblico, soprattutto in casa, ma adesso verranno sfide chiave e più alla nostra portata. La mia prestazione? Ho giocato bene e ho recuperato punizioni importanti ma mal sfruttate. In settimana ci alleniamo anche su quelle ma ci manca la cattiveria. Dal mio punto di vista ancora devo imparare tanto, soprattutto in fase offensiva."

Luca Caldirola
"Da quando sono arrivato mi sono messo a disposizione del mister per giocare in ogni ruolo, ma dove rendo di più è al centro, sono comunque soddisfatto.
Anche in questa gara siamo andati in svataggio, e pensare che avevamo lavorato sulle ripartenze veloci, però abbiamo rimontato e siamo consapevoli che possiamo colpire in qualsiasi momento."

Paolo Sammarco
"Mi fa sempre piacere tornare a Cesena perchè è un posto che mi è rimasto nel cuore. La cavalcata incredibile che ci portò alla salvezza è indimenticabile. Peccato che qualchuno nei distinti mi abbia insultato, forse non mi ha riconosciuto per via della barba che porto ora."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti