BLACK WHITE SKIN

Notizie quotidiane, video e highlights Serie A Serie B, fotogallery, calciomercato Cesena Calcio 1940

domenica 14 ottobre 2012

Cesena Crotone 0-0 9° giornata Serie B 2012-2013

CESENA CROTONE 0-0

RISULTATO FINALE: CESENA CROTONE 0-0
CESENA Crotone 0-0. C'è veramente poca da dire in questo noiosissimo CESENA - Crotone. I banconeri guidati da Bisoli faticano nell'impostare la manovra, tanto che di tiri in porta praticamente non ce ne sono stati. Gli ospiti guidati da Drago invece sono abili a chiudersi e riescono a farsi vedere solo negli ultimi dieci minuti di gara. Al 53' Maiello va vicino al gol beffa, è suo il tiro dal limite che si stampa sul palo alla destra di Belardi. Di rilevante neppure l'arbitraggio: o meglio, c'è qualcosa da contestare ma di occasioni su cui recriminare non ce ne sono. Solo al 93', ben sei i minuti di recupero, arriva il rosso per doppia ammonizione a Migliore. Il suo fallo di mano gli costa l'uscita anticipata dal campo.
Tanti i fischi a fine partita con la delusione doppia di Iori e Succi che proprio non riescono ad ingranare. Bene almeno il reparto difensivo composto oggi dal trio inedito Morero, Comotto, Brandao, che dopo le quattro pere rimediate a Modena, torna a non subìre reti.

PAGELLE - Diamo i numeri! [by Giunkolo]

Belardi 6: "ordinaria amministrazione", aggettivo e sostantivo utilizzati in lungo e in largo dalla stampa sportiva, oggi tocca utilizzarlo anche qua. Il Crotone non fa meglio del Cesena e l'unica occasione degna di nota è la conclusione di Maiello ad inizio ripresa che colpisce il palo. GUANTI INTATTI
Morero 6: guadagna la fiducia di Bisoli e parte titolare. Viene impegnato dal buon Maiello ma nel compesso tiene in piedi la baracca senza sforzi eccessivi. Arriveranno le giornate più toste, Santiago si tenga pronto. FINALMENTE SUFFICIENTE
Comotto 6: da terzino destro a uomo centrale nella difesa a 3, avere Bisoli come allenatore comporta anche questi adattamenti che talvolta si rivelano efficaci. I timidi crotonesi non gli danno fastidi e nel frattempo tiene alta il livello di guardia con indicazioni e urla ai colleghi. 6+
Brandao 6: non proprio Meravigliao ma nonostante tutto limita l'esterno Gabionetta. Non demerita mettendo anche il fisico all'occorrenza chiudendo il portone quando Rossi lascia spazi all'avversario. BUON RITORNO
Gessa 5,5: cross, cross, cross e il pallone non arriva mai sul testone di Succi e soci. Le colpe sono dividere in eguali parti con i bomber o presunti tali, resta il fatto che una volta saltato l'uomo l'azione offensiva del Cesena termina lì. Una capatina verso la porta non sarebbe sgradita dato che nessuno lo fa in questa squadra. TUTTO E NIENTE
Tabanelli 6: i risultati delle lezioni di ripasso del prof Bisoli non si sono evidenziati dato che lo stesso insegnante lo ha rimandato al proprio banco (non per demerito ma per motivi tattici) dopo solo 30 minuti. Si nota ancora che il giocatore non è pronto per la categoria, diamogli tempo fino a gennaio. 6 DI STIMA
Iori 5: la solita solfa composta di lunghi lanci diretti al petto degli avversari e qualche recupero a metà campo seguito da una nuova perdita della sfera. Mettiamoci anche una media cartellini pari a quella di Mudingayi e il discorso è subito chiuso. Tutto il contrario di quanto visto la stagione scorsa a Torino. SOLO DOL-IORI
Djokovic 5: un match intero trascorso a rincorrere i centrocampisti avversari senza alcun esito positivo. Continua a mostrarsi poco propositivo, non sorprendetevi se Bisoli lo lascerà a riposo contro la Reggina. FIATONE
Rossi 5,5: esterno meno propositivo rispetto all'opposto Gessa, pur giocando in posizione arretrata lascia qualche spazio ai calabresi. Da sinistra partono meno cross... ma forse è meglio così. ANCORATO
Defrel 5: egoista come pochi, i pochi palloni che terminano tra i suoi piedi sono facile preda degli squali avversari. L'intesa con Succi manca, quella con Graffiedi non è nemmeno cominciata, potrebbe trovare un buon feeling con l'esclusione dai titolari. ANTIPATICO
Succi 5: nessuna rete in nove giornate, colui che doveva essere il cannoniere del Cesena si sta rivelando, insieme a Iori, una grande delusione. Pochi movimenti verso il pallone e nessun tiro verso Caglioni, sacrosanta la sostituzione per Graffiedi a metà ripresa. Chi parlava di 19 gol a fine stagione per l'ex Palermo (me compreso) si ricreda. FLOP PLAYER
D'Alessandro 5,5: Bisolone lo getta in acqua togliendo una mezzala e lo mette in fascia  al servizio del centroboa. Slalom sporadici e di scarsa utilità, stanotte Caglioni non avrà gli incubi. CAMOMILLA
Lapadula 5,5: fare meglio dell'evanescente Defrel non è impresa ardua, infatti si rivela più operaio rispetto al francese e guadagna mezzo punticino in più. Manca totalmente l'incisività negli ultimi 20 metri ma per ora, data la scarsa ricchezza di soluzioni e di idee, basta e avanza. TEMPO DI CRISI
Graffiedi 6: l'unico tiro verso la porta avversaria parte dai suoi piedi, quanto basta per guadagnare la sufficienza. TOCCATA E FUGA

Bisoli 5,5: il 3-5-2 iniziale non porta gli effetti sperati e non dura nemmeno un tempo.  Il 3-4-3 non sposta nulla a livello di copertura difensiva, buona e solida contro un avversario mediocre quanto il Cesena, restano ampi ed evidenti problemi in zona gol. Tanti affondi dalla destra e nessun inserimento di un centrocampista per creare scompiglio e parità numerica in area. Sabato prossimo ci aspetta la Reggina, compagine al nostro stesso livello se non messa peggio, è necessaria una vittoria convincente per risvegliare la piazza. Lo stimolo deve provenire innanzitutto dal campo che, al momento, regala solo sbadigli e tristezza.

Curva Mare 4: alcuni vuoti in Curva, cori che non vengono seguiti quasi mai da nessuno, una prestazione orrenda oggi.

Curva Kroton 710 a.C. 6: si presentano in una cinquantina, un buon unmero considerando la distanza e sono accompagnati da alcuni gemellati forse della Cavese, cantano e sventolano per tutto il primo tempo ma con il passare dei minuti calano notevolmente. Erano presenti anche delle pezze.

INTERVISTE POST PARTITA

Pierpaolo Bisoli
"La prestazione c'è stata. Il Crotone è venuto qui per difendersi, la squadra è stata brava ci abbiamo provato, non sempre è facile vincere in casa. E' chiaro che la B è lunga e aspettatevi momenti di non brillantezza. I ragazzi stanno crescendo e non avrebbero cambiato allenatore se non ci fossero problemi. Nel primo tempo i ragazzi erano molto frenetici e dovevo calmarli per questo mi agitavo. A bocce ferme, questo è un punto che fa ben sperare per la continuità."

Massimo Drago
"Il nostro problema è che troppo spesso siamo una squadra che ama guardarsi allo specchio, oggi invece mi è piaciuta la voglia di fare punti in quello che era uno scontro diretto per la salvezza."

Jardim Brandao
"Oggi è stata una partita molto dura, abbiamo incontrato una squadra che badava a difendersi e a chiudere tutte le linee di passaggio. Il Crotone stava solo dietro, noi non siamo riusciti a far muovere la palla con la necessaria velocità."

Gianluca Lapadula
"Se guardiamo i punti conquistati possiamo dire che avremmo potuto fare di più, mentre a livello di prestazione direi che c'è stata. Il lato positivo di questa gara è che siamo riusciti a mettere sotto il Crotone e creare tante occasioni. Di negativo, però, è mancato il gol, soprattutto per colpa mia. Ho avuto 2-3 palle gol."

Nessun commento:

Posta un commento

Più letti di sempre

Segui su Facebook

Ultimi commenti